3125 visitatori in 24 ore
 295 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3125

295 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 292
Poesie pubblicate: 343’755
Autori attivi: 7’496

Gli ultimi 5 iscritti: France52 - Violetta Daniela Laurito - Luciano - NISenlbon - Andreacop
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereSergio Melchiorre Messaggio privatoClub Scrivereluisella Messaggio privatoClub Scriveresusannaocchiverdiman ca Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Non c'è giustizia

Biografie e Diari

In Italia la giustizia non funziona, nemmeno i reati più gravi sono puniti adeguatamente, i processi si snodano attraverso lunghi e tortuosi procedimenti penali, un dispendio di forze ed energie che fanno perdere qualunque speranza di poter avere fiducia nelle magistratura e nel verdetto proferito dai giudici: c'è troppa mafia e corruzione, non c'è modo di migliorare e ottenere un cambiamento del nostro paese se in primis non si valorizza la cultura e non si modifica nettamente la gretta mentalità della gente che ignora l'esistenza delle leggi e pensa di poter regolare da sé la propria vita privata, indipendentemente dal rispetto delle esigenze altrui così pure la vita comunitaria, senza preoccuparsi dell'esistenza di precise norme che la nostra Costituzione prevede, promulgata a tutela dei nostri diritti oramai infangati, a difesa della lecita libertà calpestata da infami soprusi e ogni tipo di violenza a cui si ricorre per uccidere, ferire, offendere e deturpare la nostra dignità umana.

I fatti di cronaca, ad esempio, rimbalzano all'attenzione della stampa e dei media, ogni giorno si annovera un nuovo delitto o atto nocivo compiuto da membri pericolosi della società da aggiungere alla lunga lista di uccisioni perpetrate ai danni delle donne, spesso vittime di ricatti e meschine aggressioni

che lasciano cicatrici nel corpo e nell'anima, al punto che la morte medesima diventa una liberazione da una vita reclusa in una prigione; prevalgono tuttora pregiudizi maschilisti che cancellano i risultati conseguiti nelle lotte per l'emancipazione femminile e tutti gli sforzi ottenuti per la liberazione dalle catene della schiavitù a cui sono state relegate da secoli.

Insomma, non viviamo più nel Medioevo, eppure le donne tutt'oggi vengono crocifisse, bruciate vive, malmenate, fatte a pezzi, gettate via come sacchi d'immondizia quando si ritiene di poter fare a meno di loro, considerandole bambole inutili di cui sbarazzarsi a tempo debito.

Le donne vittime di violenza tendono spesso a non denunciare, a minimizzare inizialmente su fatti isolati che sono invece campanello d'allarme per situazioni ben più tragiche che potrebbero verificarsi in un futuro imminente, sono portate a giustificare il marito o compagno, a nascondere lividi e segni di percosse per paura, mancanza di coraggio, perché non si sentono protette e rassicurate dalle forze dell'ordine, minacciate e segregate in un mondo fatto di solitudine, sono completamente abbandonate al loro triste destino.

Dunque, impariamo a soccorrere chi ha bisogno d'aiuto, cercando di captare piccoli segnali che sono sintomo di un grave malessere, una piaga sociale che investe e coinvolge tutti noi chiamati a rispondere del nostro comportamento, richiamati ai nostri doveri con piena responsabilità affinché non accadano fatti simili così eclatanti, al punto da considerare incomprensibili certe azioni e tanto più il concetto dell'essere umano rischia di essere deformato alla luce di simili orrendi fatti che solo dei mostri sono in grado di compiere senza pietà e con assoluta freddezza, pensando addirittura di farla franca o poter essere reintegrati quasi subito senza seguire un lungo percorso educativo, scontando lunghi anni di pena in conformità al reato compiuto, risarcendo i danni morali inflitti alle famiglie e persone coinvolte che non saranno mai ripagati adeguatamente della perdita subita, assai dolorosa, poiché nessuno ha il diritto di infierire su una vita innocente, questa non ha prezzo!


daniela dessì 05/10/2014 17:53 1 578

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di daniela dessìPrecedente di daniela dessì

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Condivido il tuo pensiero, basta poco a volte cambiare un po' la situazione, applicare la Costituzione, imparare fin da piccoli le regole di civile convivenza, sia in famiglia che nella scuola, onestà e non furbizia, solo così avremo un futuro nuovo... Anche l'uomo avrò un'altra visione e imparerà a rispettare la donna e il suo universo che poi non è altro che l'altra metà del cielo... Bel racconto...»
Annamaria Gennaioli

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Complimenti come sempre brava..ti leggo volentieri (Annamaria Gennaioli)



Ritratto di daniela dessì:
daniela dessì
 I suoi 16 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Comincia la mia storia (28/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Storie brevi (21/09/2018)

Una proposta:
 
Storie brevi (21/09/2018)

Il racconto più letto:
 
Dove vanno a finire (23/04/2016, 872 letture)


 Le poesie di daniela dessì

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it