3365 visitatori in 24 ore
 215 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3365

215 persone sono online
Autori online: 4
Lettori online: 211
Poesie pubblicate: 344’509
Autori attivi: 7’486

Gli ultimi 5 iscritti: Alexakits - Annacow - BrucePralk - Tedesco Vito - Kevinbrery
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMichelangelo La Rocca Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privatoClub ScrivereClaretta Frau Messaggio privatoClub ScrivereAugusto Cervo Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Nessun Dorma

Biografie e Diari

Mi svegliai di botto, senza apparente motivo.
Non mi sentivo stanco o stordito, ero lucido. Un po' accaldato, ma non era un problema.
Allungai il braccio verso l'altra metà del materasso, ma il posto era vuoto, ghiaccio, deserto.
Era ancora notte.
Mi voltai verso la sveglia: Le tre e venticinque.
Mi alzai, presi la coperta.
Dalla sala semi illuminata scorsi la sagoma della mia compagna, china sui libri.
Appunti, fogli, la moka sul tavolo, musica di sottofondo molto molto bassa: Mirage.
Un paio di candele quasi spente.
Con questa, fanno quattro notti che le passa in bianco.
Fra poco ha un esame importante. Si sta sfibrando.
Il giorno lavora, il pomeriggio sistema casa e la notte studia.
Un massacro non solo fisico.
Non ero molto contento, ma era la sua vita.
Non volevo rinunciasse ai suoi sogni o che passasse la notte al mio fianco, ma nemmeno vederla in quel modo.
Mi avvicinai. Le toccai la spalla, piano. Si voltò sorridendomi.
Aveva gli occhi arrossati, stanchi.
Le misi la coperta sulle spalle, " Sono in alto mare, mi disse, mi serve un salvagente o rischio di colare a picco".
"Nah ce la farai, hai visto di peggio, devi solo riprendere fiato " le risposi.
Era una roccia, molto più di me, in certi casi.
Non era tipo da arrendersi. Combattiva e determinata. Stanca ed alle volte un po' arresa.
Odiava fallire, ma chi lo vorrebbe?
Non le piaceva farsi vedere vulnerabile, voleva avere sempre tutto sotto controllo. Presunzione e retorica a parte era molto fragile.
C'erano giorni in cui l'ansia la divorava, dormiva male e sognava peggio.
A quel punto rischiando una compilation di vaffanculo che nemmeno Masini, dopo un paio di cristi, mi riusciva farla staccare.
Andavamo sul mare in scooter, anche se faceva un freddo cane.
Tralasciando, naturalmente, i pinguini, orsi polari e foche che ci pattinavano accanto.
Si avvinghiava come edera, forse per paura di cadere o perchè si sentiva al sicuro.

Tenerezze.
Cercavamo un posto un po' appartato e dopo aver messo in terra il telo, ci mettevamo distesi a guardare il mare, contemplando il cielo per cercare di riportare un po' di calma nel chaos.
Alle volte strapparle un sorriso era dura, ma quando partiva il cazzeggio era fatta.
Tornava luminosa, frizzante, ironica con punte di sarcasmo un po' pesanti, ma fra vederla moralmente e fisicamente prostrata, la preferivo cosi.
Il dramma era quando cominciavo pure io a diventare caustico e brutalmente beffardo.
Era la fine.
In più di un occasione le nostre lingue un po' velenose, un po' taglienti hanno lasciato il segno.
Diventavamo accordati all'unisono.
Cominciava la frase ed io la finivo e viceversa.
C'era intesa e sana follia, oltre al bene, ovviamente.
Sospirai.

Era visibilmente distrutta. La invitai ad alzarsi, un lieve mancamento, la presi in braccio e la portai in camera. Mise la testa fra la spalla e mento, il posto magico. La adagiai sul letto. Accesi la piccola lanterna. Tempo di coprirla, era già partita per il mondo dei sogni.

Tornai in sala, chiusi i libri, spensi le candele e riordinai tutto quanto.

Intanto, il gatto mi stava squadrando come un generale della Gestapo.
Per fortuna domani era sabato e potevamo dormire un po' di più.
Aprii la finestra per cambiare aria.
Una sirena lontana, il profumo dei pini, il rumore della notte.


Matteo Bio Matteucci 26/04/2016 18:00 549

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 134 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Bouncer (04/10/2018)

Una proposta:
 
Mondi lontanissimi IV (29/04/2018)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 4353 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it