5033 visitatori in 24 ore
 260 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 5033

260 persone sono online
Autori online: 16
Lettori online: 244
Poesie pubblicate: 324’153
Autori attivi: 7’370

Gli ultimi 5 iscritti: Cesare04 - Caterina Fantoni - Gennaro Caiazzo - Simone1996Cedrone - Filippo Nardozza
Chi c'è nel sito:
♦ Massimiliano Ruggiu Messaggio privato ♦ Patrizia Ensoli Messaggio privato ♦ Marco Cutigni Messaggio privato ♦ Max Ray Springsteen Messaggio privatoClub Scriveresergio garbellini Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Chianese Messaggio privatoClub Scriverepoeta per te zaza Messaggio privato ♦ massimo turbi Messaggio privato ♦ Claudia Magnasco Messaggio privato ♦ Giomiri Messaggio privatoClub ScrivereMaria Luisa Bandiera Messaggio privato ♦ Carmine Ianniello 1 Messaggio privato ♦ gabriele vacca Messaggio privato ♦ avidadiva Messaggio privato ♦ Musa di me stesso Messaggio privatoClub ScrivereRosita Bottigliero Messaggio privato
Vi sono online 6 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Uso del Cialis
Acquistare Cialis: Acquistare Cialis generico
Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Passi nel buio

Dramma

PASSI NEL BUIO

Il cielo era grigio plumbeo, e un'aria frizzante scompigliava i biondi capelli di Federica che affrettando il passo per non rimanere sotto la pioggia, si dirigeva al negozio di erboristeria, per comperare le solite tisane, che da mesi ormai faceva uso, per dormire alla notte.
Già, perchè da quel giorno maledetto, faceva molta fatica ad addormentarsi, e anche durante la notte, frequentemente si svegliava madida di sudore, e con il cuore che pareva volesse uscire dal suo petto, si sedeva sul letto e non poteva fare a meno di pensare, pensare e ripensare a quello che le era capitato...
Tornando a casa dal lavoro, era felice quella sera, perchè Alberto le aveva detto che voleva invitarla a cena nel fine settimana, e fantasticando l'incontro tanto sperato non se ne accorse che la stavano seguendo una coppia di uomini, o due ragazzi, non vide bene chi fossero, ma non fece in tempo a rendersi conto del pericolo che si sentì afferrare per le spalle, e una mano forte le tappò la bocca quasi soffocandola. Tutto si svolse come in un incubo, lei si sentiva morire, mentre quei due ceffi abusavano di lei lasciandola semi svenuta sull'erba...
Piangendo disperata e aggiustandosi alla meglio, corse verso una farmacia che non si trovava molto lontano, spiegando quello che le era successo, dopo poco vide arrivare una ambulanza che la portò all'ospedale e lì perse i sensi. Stette ricoverata per un tempo indefinito, non ricordava quanto, solo ricorda di essersi svegliata in una cameretta singola, vicino a lei c'era sua madre.
Ci vollero mesi e mesi di psicoterapia, e tanta sofferenza prima di tornare la ragazza di prima, o quasi, la ragazza di prima... Ma nulla fù come prima, nemmeno il suo rapporto con Alberto, che dopo che seppe dell'accaduto, guarda caso, non l'aveva più invitata a cena... Dentro di lei si era formata una barriera, che non lasciava trapelare nessun sentimento, solo uno forse, la rabbia, la voglia di vendicarsi, la voglia di far pagare a quei disgraziati l'averle rovinato la vita.
Tutte le sere percorreva la stessa strada, e si guardava attorno, VOLEVA, RIVEDERE LE FACCE DI QUEI DUE, voleva che la fermassero di nuovo....lo voleva disperatamente, perchè questa volta non l'avrebbero trovata impreparata, questa volta non l'avrebbero passata liscia!
Passò altro tempo, finche una sera, sentì dietro di lei dei passi, come "quella" sera, quella sera maledetta... fece finta di niente, continuò a camminare mentre il cuore le saliva alla gola. Tutto accadde in pochi attimi. Quando i due uomini la bloccarono e uno di loro le disse con un ghigno: "Pare che ci vuoi riprovare, eh bella?" lei fulminea, estrasse una piccola pistola dalla sua scollatura, sparò loro tutti i colpi che c'erano dentro, era una pistola che portava con se, proprio per scaricarla addosso a quelle larve umane, che caddero a terra in una pozza di sangue, li guardò impassibile, e tirando fuori il cellulare dalla sua borsa fece il numero dei carabinieri:
---Pronto, venite subito, ho ammazzato due uomini...
F I N E

franca merighi 42 08/09/2017 22:15 2 145

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di franca merighi 42Precedente di franca merighi 42

Nota dell'autore:
«Questa storia purtroppo, potrebbe essere vera, ogni giorno vediamo e sentiamo alla TV storie come questa, non con questo finale però, perché quasi sempre quelli che commettono questi reati rimangono impuniti. Immaginando un finale diverso, che una volta tanto sia la vittima a prendersi la propria rivincita, ho scritto questo racconto, sperando che non debba succedere mai più a nessuno. (Anche se la protagonista avrà, comunque, la sua vita rovinata per sempre...)»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Un dramma nella tragedia. La Giustizia è lenta e non sempre ha gli occhi aperti, spesso socchiusi e il sistema che uomini sempre dei maschi hanno escogitato per sottrarsi a essa. La donna, complice sempre con un’educazione sottomessa per sopravvivere, oppure vestivano panni da uomo. Vittima due volte, educava il figlio a essere maschio, soprattutto e non persona rispettosa verso l’altro sesso, il debole, il diverso oppure un piccolo indifeso animale. Oggi si parla di questo dramma e dal ‘96 è diventato un reato sulla persona e non sulla morale e questo fa pensare quanto silenzio sulle vicende e non hanno avuto mai giustizia ma bensì solo la colpa.»
Annamaria Gennaioli

«Si dice che è sbagliato farsi giustizia con le proprie mani... ma la giustizia vera in terra non esiste per questi esseri indegni che brutalmente commettono crimini che sporcano l'anima di chi subisce inaudita e gratuita violenza... moltissime vittime di stupri vivranno nell'incubo per tutta la vita... una vita stravolta per sempre... sinceramente non me la sento di giudicare negativamente chi agisce come la protagonista di questo intenso e coinvolgente racconto...»
Giacomo Scimonelli

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Mamma mia! È da brividi, bravissimaaaaaaaaaaaa (Sara Acireale)

Un finale diverso, ma un altro reato non porta (Annamaria Gennaioli)

Giustizia. (Annamaria Gennaioli)



Ritratto di franca merighi 42:
franca merighi 42
 I suoi 12 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Era il 1942 (13/07/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Una vita perfetta (18/11/2017)

Una proposta:
 
Una vita perfetta (18/11/2017)

Il racconto più letto:
 
Era il 1942 (13/07/2017, 276 letture)


 Le poesie di franca merighi 42

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it