4512 visitatori in 24 ore
 196 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4512

196 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 193
Poesie pubblicate: 322741
Autori attivi: 7360

Gli ultimi 5 iscritti: Giovanna Pivotti - acquaflora - sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil
Chi c'è nel sito:
Club Scriverepiera tola Messaggio privatoClub ScrivereVito Marco Giuseppe Messaggio privatoClub Scriveresergio garbellini Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

La grotta della capra (parte I)

Fantasy

1 - L’ arrivo

Il cielo, quasi interamente soffocato da scure nuvole, d’ improvviso si squarcia, liberando nell’ aria del tranquillo paese altomolisano fiocchi bianchi e perfetti di candida neve.

Poche persone, poche famiglie, poche vite da raccontare si nascondono tra quei monti così apparentemente perfetti eppure così terribilmente oscuri. Gli abitanti si conoscono tutti e in ognuno di loro regna un senso di possesso per il proprio paese così ancestrale da produrre quasi fastidio quando dei turisti varcano la soglia naturale che ne delimita i confini.

Anche quel giorno la vita procedeva tranquilla in quel posto che pareva incantato: la sveglia suonava all’ alba, il fornaio andava a lavoro, l’ unico bar del paese apriva e il proprietario si preparava per soddisfare il desiderio di caffè degli operai pronti a partire per le fabbriche più o meno vicine. Il medico apriva l’ ambulatorio con la consapevolezza che quella soglia sarebbe stata varcata al massimo da due o tre vecchiette che si sarebbero lamentate di sciatalgie e mal di ossa e che ne avrebbero chiesto il perché malgrado la loro non più tenera età.

Ora dopo ora, giorno dopo giorno, mese dopo mese il tran tran quotidiano si ripeteva apparentemente identico, come in un ciclo eterno e rassicurante.

In realtà questo posto così apparentemente perfetto celava un segreto conosciuto solo dagli abitanti del luogo. Tra di loro, infatti, in una piccola casetta, così ben fatta da ricordare quelle di marzapane di cui si parla nelle favole, viveva Margot: due occhi neri come il carbone e labbra rosse come sangue vivo su un incarnato pallidissimo e ventidue anni appena compiuti. Era lei il segreto da proteggere.

Anche quell’ inverno numerosi turisti erano giunti nel paese per usufruire dell’ impianto sciistico attrezzatissimo e del paesaggio impagabilmente suggestivo. Tra questi una giovane coppia: Remo, ventiquattro anni, studente di giurisprudenza, e Lisa, ventidue appena compiuti, appassionata di gialli e studentessa di medicina.

Appena arrivati si trovarono immersi in una violenta tempesta di neve che li costrinse a restare in macchina per oltre due ore. Non appena videro uno spiraglio di luce, si fiondarono fuori dallo stretto abitacolo della Smart e si diressero verso la casa che avevano affittato per risparmiare la spesa dell’ hotel. Seguendo le istruzioni fornite loro dal proprietario, riuscirono a raggiungere l’ abitazione. Ugo, questo era il nome del uomo, li attendeva all’ esterno con un’ espressione compiaciuta e soddisfatta. Li accolse calorosamente, illustrò loro l’ appartamento e consegnò ai giovani le chiavi.

Prima di andare via, però, fece ad entrambi una strana raccomandazione: “ Dopo la mezzanotte, non affacciatevi mai alla finestra della cucina, quella che dà su Monte Capraro. Non chiedetemi il perché. Fatelo e basta, per il vostro bene”.

Il suo tono di voce era cambiato e con esso anche l’ espressione del suo viso.

I due ragazzi volevano solo liberarsi del vecchio proprietario, così annuirono senza farsi troppe domande e soprattutto senza dar troppo peso alle sue parole.

Non appena fu uscito, Remo e Lisa si cambiarono e andarono alla scoperta delle meraviglie del paesino, il cui nome, Capracotta, li aveva incuriositi sin dall’ inizio. Visitarono le chiese, salirono sul belvedere, si arrampicarono su stretti sentieri che portavano a piccoli ruscelli che rilasciavano un’ acqua limpida pura e ghiacciata. Passarono ore e ore ad esplorare quei posti finché esausti decisero di tornare a casa. Erano già trascorse le venti da un bel po’. Fecero una doccia e andarono in cucina a riscaldare le lasagne preconfezionate che avevano portato da casa. Ad un tratto Lisa, affacciandosi alla finestra, esclamò: ” Amore, guarda che bella la casetta qui vicino, sembra finta”. Remo si limitò ad annuire, troppo impegnato a gustare la cena. Mangiando, però, gli tornarono alla mente le parole di Ugo e incuriosito si alzò per dare un’ occhiata anche lui alla casetta vicina: non notò nulla di pericoloso e, accennando un sorrisetto pensò che quell’ uomo fosse un po’ matto e tornò a mangiare.

Alle ventitré, troppo stanchi per fare qualunque altra cosa, decisero di andare a letto.

Erano le tre quando Lisa, assetata, si alzò per andare in cucina. Con gl’ occhi semichiusi aprì il frigo, prese la bottiglia e iniziò a bere. D’ improvviso un lampo proveniente dall’ esterno attirò la sua attenzione e lei si affacciò per vedere di cosa si trattasse.


Silvana Poccioni 12/10/2017 10:15 58

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonch qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Silvana PoccioniPrecedente di Silvana Poccioni

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

La descrizione iniziale cos adeguata che io (Antonio Terracciano)

avevo gi intuito essere riferita a Capracotta (Antonio Terracciano)

prima di leggere, verso la fine, quel nome. (Antonio Terracciano)



Silvana Poccioni ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieAddio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini

Pagine: 92 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Silvana Poccioni:
Silvana Poccioni
 I suoi 67 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La mosca (05/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Il pollice verde (18/10/2017)

Una proposta:
 
Il pollice verde (18/10/2017)

Il racconto più letto:
 
Una lettera per mia madre (08/01/2011, 4432 letture)


 Le poesie di Silvana Poccioni

Cerca il racconto:



  



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pi frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it