3831 visitatori in 24 ore
 184 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3831

184 persone sono online
Autori online: 9
Lettori online: 175
Poesie pubblicate: 332’682
Autori attivi: 7’458

Gli ultimi 5 iscritti: Loris Pavia - Manuela Capotombolo - Sophia - Andrea Ricci - simbdad
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereLara Messaggio privatoClub ScriverePaola Galli Messaggio privatoClub ScrivereDonato Leo Messaggio privato ♦ Diego Bello Messaggio privatoClub Scriverepoeta per te zaza Messaggio privato ♦ lazzarini gabriele Messaggio privato ♦ Raffaele48 Messaggio privatoClub ScrivereLia Messaggio privato ♦ Maria Manzari Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Il cielo si infuria

Fantasy

Per spezzare la monotonia di una esistenza che diveniva fievole, giorno dopo giorno, la piccola e radiosa Astra, una stellina facente parte della costellazione di Orione, decise di staccarsi dalle sue lucenti amiche, iniziando a vagare per l’ universo a lei sconosciuto, alla ricerca di nuove esperienze. Non ne poteva più delle altre stelle che aveva attorno a sè.

Ultimamente, infatti, erano divenute alquanto noiose e vanesie, trascorrendo tutto il loro tempo libero a prepararsi, quasi dovessero partecipare ad una sfilata di moda: si imbellettavano, si pettinavano e si lustravano con tale dovizia, per poter sembrare, nel buio della profonda notte, sempre più appariscenti. Vi era poi chi non trovava più il suo nastro per capelli, chi invece si mostrava eccessivamente preoccupata dopo aver notato una ben visibile piega sul proprio abitino e chi, infine, urlava perchè aveva terminata la sua polvere d’ oro e non poteva più lustrarsi il pallido visino.

Insomma, per Astra, sempre più scocciata da pizzi e merletti, l’ esistenza delle amiche era divenuta un vero strazio: proprio a lei, che amava così tanto giocare a palla, rincorrere le comete per aggrapparsi alla scia della loro coda e farsi scaraventare in qualche angolo remoto del firmamento, per renderlo un po’ più variegato.

E fu così che iniziò a girovagare in lungo ed in largo, in ogni spazio siderale circostante, sino ad allontanarsi sempre più dal luogo di partenza, sino a smarrire l’ orientamento. Non riuscendo più a capire dove si trovasse, notò, non poco distante, un enorme tappeto dal colore blu intenso che, dolcemente, sembrava dondolare su se stesso. Pensando fosse il cielo dal quale era provenuta, vi si buttò dentro a capofitto.

Quando si accorse d’ essersi sbagliata, spaventata, si mise ad urlare e chiese:

- Ma tu, chi sei?. Una voce molto dolce e rincuorante, rispose:

- Mia piccola stella, io sono il mare. Non devi temere nulla, ti voglio solo cullare.

Astra imparò a nuotare e, col tempo, divenne talmente brava da fare invidia a tutti: ma lei non se ne curava, anzi, si divertiva moltissimo. Si fece anche tanti nuovi amici: pesciolini, polipetti e cavallucci marini giocavano con lei, a nascondino, tra salmastre rocce e coloratissimi coralli.

Finalmente non doveva perdere il suo tempo per lustrarsi e lucidarsi. Settimane erano passate, quando il cielo finalmente si accorse di aver perduto una stellina. Andò su tutte le furie e decise di scatenare un temporale violento ed inaspettato, lanciando saette e fulmini sul placido mare. Dal forte spavento, il mare si increspò sempre più, fino a quando le sue onde, ancora più alte, arrivarono quasi a toccare il cielo. Era una burrasca mai vista prima! Ora, pure il mare era arrabbiato ed i suoi frangenti spazzarono via ogni cosa.

Dopo una furiosa lotta, durata diverse settimane, entrambi i contendenti si acquietarono. Vedendo le loro creature, le stelle, i pesci, i polipetti ed i cavallucci marini tanto tristi, decisero di darsi delle regole. Il cielo disse che avrebbe lasciato scivolare nel mare le sue stelle più piccole, allegre e vivaci, mentre il mare, per tutta risposta, disse che avrebbe permesso al cielo di chinarsi, sino a specchiarsi nelle sue acque.

E fu così che, da quell’ accordo, nacquero le stelle marine e da allora il cielo ed il mare possiedono lo stesso, bellissimo, colore blu cobalto.


Galante Arcangelo 15/02/2018 19:27 3 240

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Galante ArcangeloPrecedente di Galante Arcangelo

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«una fantasia che fa sorridere e piace molto
specialmente al mio nipotino
era curiosissimo e felice
grazie per questi momenti!»
Stefana Pieretti

«Immagini di flash dei ricordi che struggono la mente e attenuano il dolore... pensieri attivi che sospendono e attendono il lettore.
Molto bello il tuo racconto»
Rosita Bottigliero

«Mi ha molto colpito questo racconto fantasy, ritengo che sia di una dolcezza infinita e scritto benissimo. L’avevo già letto i giorni scorsi senza riuscire ad aver tempo per commentarlo. Ora lo faccio molto volentieri. Le stelle, la luna, il mare colpiscono da sempre il nostro immaginario. Sarà forse per il mistero che dietro si cela. Questo racconto sarebbe bello leggerlo ad un bimbo prma di andare a letto e sono convinto che rimarrebe incantato e stupito... soprattutto dal finale... una meravigliosa e sognante spiegazione dell’origine delle stelle marine. Io, che sono rimasta bambina dentro, l’ho letto di sera ed ora anche questa mattina e devo dire che l’ho apprezzato moltissimo. Un plauso all’Autore bravo sia in Poesia che in Prosa»
Silvie

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Un caro saluto, mi assenterò a lungo (Silvie)

ciao da me (Rosita Bottigliero)

MOLTO PIACIUTA, BRAVO! (franca merighi 42)



Ritratto di Galante Arcangelo:
Galante Arcangelo
 I suoi 9 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La scelta (09/02/2018)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
La curiosità di un giovane poeta (19/03/2018)

Una proposta:
 
Improvviso aiuto (01/03/2018)

Il racconto più letto:
 
La scelta (09/02/2018, 315 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it