4260 visitatori in 24 ore
 173 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4260

173 persone sono online
Lettori online: 173
Poesie pubblicate: 322’390
Autori attivi: 7’357

Gli ultimi 5 iscritti: SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano - emanuele serafini - Marco Miserini - SimoneMeini85
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereJosiane Addis Messaggio privato ♦ Raffaele Scarano Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questo racconto è inserito in:
 Parte 20 della raccolta "I miei primi racconti " di Silvia De Angelis (26 racconti)

Er monno gira

Dialettali

DIALETTO UMBRO

Fa parte delle lingue indoeuropee estinte il dialetto umbro ed era parlato dal popolo antico che abitava nei territori ad est dell’alto corso del fiume Tevere. Ci è noto tramite le tavole eugubine, in bronzo scolpito,contenenti le leggi sacre della città umbra di Ikuvium (la Gubbio di oggi), scritte in alfabero umbro.

I dialetti dell’Umbria fanno capo a tre aree linguistiche principali: la prima nord occidentale (ne fanno parte Perugia, Città di Castello, Gubbio e l’Alta Valle del Tevere), la seconda sud-orientale ( appartengono a quest’area Foligno, Spoleto, Nocera Umbra, Norcia, Cascia, Terni, Amelia), l’ultima sud occidentale che comprende Orvieto e il suo territorio.

Inoltre esistono delle zone di transizione(quella del Trasimeno, Gualdo Tadino e Assisi) che hanno risentito delle influenze linguistiche della Toscana, delle Marche e dell’alto Lazio.

L’unico dialetto ad avere delle sue caratteristiche peculiari, senza risentire di altre discendenze linguistiche,è il perugino.

Il centro geografico di Perugia non fu zona di confluenza stradale, infatti la parte collinosa e il baluardo dell’Appennino deviarono la costruzione e l’immissione in strade interregionali. Le arterie stradali dell’Umbria, la Cassia che passa per Orvieto, e la Flaminia che da Foligno sale per l’Appennino erano e sono assai lontane da Perugia. Quindi tale isolamento ha influito notevolmente sull’evoluzione sociale e sulla formazione individuale di ogni cittadino. Ed è in questa particolare situazione che il perugino dovette fidare solamente sulle proprie forze. Ne derivò grande autosufficienza e un notevole sottolineare fedeltà ai valori naturali, cercando di conservarli il più possibile

ER MONNO GIRA (dialetto umbro)

Er monno gira
Noantre che stemo toquagghjù
non potémo arcapezzà er verso
de capì
che ci sta tolassù.
Ce potemo scjurvellà
quanto ce pare
ma non capìmo mae
chi tene la palla e la fà girà.
Ce frulla er cjurvéllo.
Volemo sapé tanto,
ce pare d'esse er Patreterno ,
volemo fa' ,volemo comannà
e non c'jaccorghjémo
che se ghjemo a strégne,
c'jartroamo
co' 'na manciata de terra 'nto le mane.
Che monnaccio!
E de chi te poli fidà?
Ci sta solo Uno ,che fa le cose ghjuste,
che non ghjé sfugge gnjente,
e sa mette a posto le faccènne
Ce conta ache li capilli der capo.
Per furtuna che ci stà Qujllo tolassù!
E sinnò ,che facjamo
co' stù monno che gira? (Cesira Bevagna)

TRADUZIONE

Il mondo gira

Noi che stiamo quaggiù
non troviamo il verso di capire cosa c'è sopra di noi.

Ci possiamo anche scervellare ,

ma non capiremo mai chi tiene in mano tutto il creato, la terra che gira.

Ci sembra di capire tanto di essere padreterni,

siamo prepotenti e non ci accorgiamo che alla fine

se stringiamo il discorso ,siamo un pugno di terra.
Che brutto mondo ! Di chi ti puoi fidare?
C'è solo Uno che fa le cose giuste,mette a posto le cose,

che sa tutto di noi e ci conta anche i capelli.
Fortuna per noi che esiste Dio lassù,
altrimenti che facevamo con questo mondo che gira?


Silvia De Angelis 24/06/2011 19:46 2 916

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Silvia De AngelisPrecedente di Silvia De Angelis

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Mi piace quando si parla del nostro territorio descrivendone le genti e ciņ che li circonda.»
Maria Rosy

«Interessante: Le Tavole le conoscevo. Ho fatto il militare a Spoleto e sono stato in gita di nozze ad Assisi, Foligno, Spello, Orvieto) e la prima notte l'abbiamo passata a Gubbio. Visitammo anche la mostra dell'Artigianato che non apprezzai perché c'era stipata troppa roba. Infatti poi l'incendio:»
Luciano Tarabella

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Silvia De Angelis ha pubblicato in:

Libro di poesieSe tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 208 - € 11
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686214


Libro di poesieTu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 240 - € 12
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686108


Libro di poesieAnime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere

Pagine: 132 - € 10,00
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686061


Libri di poesia

Ritratto di Silvia De Angelis:
Silvia De Angelis
 I suoi 27 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Il primo bacio d'amore (15/09/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ad un caro amico scomparso (12/10/2011)

Una proposta:
 
L'abitudine (27/08/2011)

Il racconto più letto:
 
La volpe e la cicogna (Dialetto piemontese) (24/11/2010, 2260 letture)


 Le poesie di Silvia De Angelis

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it