2823 visitatori in 24 ore
 144 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2823

144 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 143
Poesie pubblicate: 337’352
Autori attivi: 7’492

Gli ultimi 5 iscritti: Anna Filomena Visaggi - Donaldamutt - Mauro Maschiella - BradleySek - giulia4567
Chi c'è nel sito:
♦ Cesare Moceo Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

La nemesi del petrolio

Fantascienza

Speriamo solo che l'instabilità della terra (terremoti, tsunami e eruzioni vulcaniche), fusione nucleare a parte (bomba atomica e centrali nucleari), non sia la conseguenza di una instabilità mentale per la fusione dei cervelli proprio nel petrolio (comune denominatore) che, pagato tra l'altro a caro prezzo, ce la fa pagar cara (la nemesi del petrolio) in tema di disastro ambientale (Golfo del Messico).
Il petrolio si può considerare, infatti, il combustibile umano (dai fossili e contro la teoria abiotica) dal carbonio che, primo costituente cellulare, rappresenta sia la fonte dell'opulenza corporale (grassi) che della ricchezza materiale (diamanti con il carbonio in forma cristallina!).
Con l'energia solare (fusione nucleare dell'H) iniziò la vita vegetale e si pervenne, poi, alla vita animale dal minerale (brodo primordiale), speriamo solo che questo ciclo vitale (cerchio infernale del carbonio!) non si concluda nel petrolio, alimentato dalla materia organica, la prigione degli spiriti pravi:

Guai a voi anime prave!
Non isperate mai veder lo cielo...

In tempi di esasperato materialismo e insano terrorismo, finanche nel nome della divinità, mi sono
inventato la cellula e il sistema spirituale per mandare finalmente Caronte a quel paese e far rifiorire i cervelli con il sottofondo musicale delle note filosofiche (urge, però, rispolverare la cultura con un barlume di coscienza morale e qui, in Italia, c'è almeno un flebile lumicino!):

con il pensier vigile (Cartesio) inizia il razionale (Hegel) ma la ragion pura (Kant) è intellettuale (Aristotele) con la morale (Socrate) il suo ideale (Platone). Il divenire è reale (Eraclito) ma solo l'essere è immortale (Parmenide) nell'Unità originale (Pitagora) lungi dalla verità verbale (Protagora). Dagli atomi ecco il minerale (Democrito) indi i semi per il vegetale (Anassagora) e con le radici naturali (Talete, Anassimandro e Anassimene) finanche l'animale (Empedocle). L'alito vitale illuminò l'animale con la coscienza morale e la luce spirituale sublimò l'amore filiale a immagine divina.


Questa sintesi filosofica mi è venuta così bene (l'ho messa anche in versi!) da dubitare di me stesso, se penso che, a scuola, mi impantanavo con la scrittura e, in tema di cultura, mi bastava lo stretto necessario dal Bignami!
Vada pure bene la fonte ispiratrice di una dolce Musa che ti fa sognare, non ti fa dormire per scrivere sublimi poesie, ma una filosofia con complicati (e penso a te caro Hegel che tanto mi dannasti!) e assurdi ragionamenti ad ispirarti è davvero incredibile.
Forse è la divina ricompensa al mio esame di maturità (1967, commissione di professori friulani) tanto compromesso da quell'” okay professore” con cui mandai a quel paese proprio il professor di filosofia (unico campano) che di continuo mi contrastava e mi riprendeva, invitandomi ad abbassare la voce.
Non gli fu possibile bocciarmi con il 7 in condotta perché avevo attirato l'attenzione di tutti i professori per la mia sofistica con buona dialettica (arte del dialogare), tanta retorica (ricerca della frase ad effetto) e spinta enfasi al punto che, per la voce assordante (nonostante l'ampio salone), tutta la commissione si fermò per assistere al mio esame.
Se la sofistica fa “ l'uomo misura di tutte le cose”, io misuro gli interlocutori (e tutti i professori) e mi regolo di conseguenza. E' davvero un'arte che mi ha sempre affascinato e, senza i problemi materni, di certo avrei fatto l'attore o forse l'avvocato (la verità morale, però, è assoluta e non c'è retorica che tenga!).
Da esaltato impenitente, comunque, mi sono inventato sempre “ tante palle”, al punto che ormai, ricordando eventi passati, confondo spesso la realtà con la fantasia e identifico la verità con la bugia o proprio con la follia.
Dove affatto non scherzo è con le donne (dai più grandi ai più piccini, con la morale sotto i piedi, ormai siamo tutti latin over!) e con il calcio anche perché qui sono palloni e mai palle!
Proprio dalle follie nascono le mie scritture e “ Follie epatiche” fu lo sfogo della mia anima che non sopportava più la malattia materna e forse neanche più mia madre, ma poi mi curai con le note musicali e adesso è tempo di "note filosofiche" che vi invito a rileggere in versi:

con il pensiero vigile (Cartesio)

inizia il razionale (Hegel)

ma la ragion pura (Kant)

è intellettuale (Aristotele)

con la morale (Socrate)

il suo ideale (Platone).

Il divenire è reale (Eraclito)

ma solo l'essere è immortale (Parmenide)

nell'Unità originale (Pitagora)

lungi dalla verità verbale (Protagora).

Dagli atomi ecco il minerale (Democrito)

indi i semi per il vegetale (Anassagora)

e con le radici naturali

(Talete, Anassimandro e Anassimene)

finanche l'animale (Empedocle).

L'alito vitale

illuminò l'animale

con la coscienza morale

e la luce spirituale

sublimò l'amore filiale

a immagine divina


perché di questi tempi, mio caro Aristotele, bisogna filosofare per vivere!


Francesco Andrea Maiello 02/11/2012 16:15 837

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Francesco Andrea MaielloPrecedente di Francesco Andrea Maiello

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Un bel fiocco al tuo fantastico racconto (Sara Acireale)



Ritratto di Francesco Andrea Maiello:
Francesco Andrea Maiello
 I suoi 153 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La cuccagna svedese (22/05/2012)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Simposio di epatologia (22/11/2018)

Una proposta:
 
Simposio di epatologia (22/11/2018)

Il racconto più letto:
 
La luce del pensiero (15/07/2012, 1207 letture)


 Le poesie di Francesco Andrea Maiello

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it