4847 visitatori in 24 ore
 227 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4847

227 persone sono online
Autori online: 8
Lettori online: 219
Poesie pubblicate: 322’537
Autori attivi: 7’357

Gli ultimi 5 iscritti: Iacopone - SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano - emanuele serafini - Marco Miserini
Chi c'è nel sito:
♦ Felice Serino Messaggio privatoClub ScrivereRita Stanzione Messaggio privato ♦ Ruggiero Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Ghione Messaggio privato ♦ Antonio Terracciano Messaggio privatoClub Scriverecarla composto Messaggio privato ♦ Alma Gjini Messaggio privato ♦ Rossi Alessio Messaggio privato
Vi sono online 5 membri del Comitato di lettura







Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questa è un racconto erotico: se può turbare la tua sensibilita o se non hai più di 18 anni dovresti evitare di leggerlo.

L'attimo propizio

Erotismo e per adulti

Potrei, con l'aiuto di dinamiche sconosciute al mio razionale equilibrio di osservatore, ma nel mistero ben presente al mio animo di viaggiatore senza tempo, pesare la storia di un corteggiamento sull'asse di sensazioni come fossero di epoche diverse. Con l'istinto dell'esperienza di un passato, vi dirò per certo di come un incrocio di sguardi e di sorrisi fra un uomo ed una donna possa determinare un facile non ritorno. L'uomo di scienza non avrebbe difficoltà a spiegare che l'inganno è ben ordito, a dispetto delle modalità utilizzate per colpire.

Teresa è una donna del sud, ha una timidezza mal celata che ben si sposa con le curve prominenti, schietta, verace e di facili male parole. Di un romantico stilnovista, che nella spregiudicatezza di elevarla ad angelo come e solo a pensar donzelle, porterebbe con se soltanto l'idea d'esser pura, incastonata- di bellezza nel pensiero. Avrebbe il contrario dell'inganno e un davvero di ché aver freddo.

Fausto è un giovanotto di belle promesse, di modi gentili, ha uno studio di consulente commerciale e tanta voglia di farsi apprezzare. Ancor di più quando lo sguardo si infrange sul seno della donzella prosperoso e speranzoso. Lei compiacendosi di tanto controllato ardore ammicca a destra e a manca dove incontra lo sguardo penetrante di Sebastiano, un cliente imprenditore abituale frequentatore dello studio.

Al bar di Luigi, la sera, facevo coppia proprio con Sebastiano al torneo serale estivo di biliardino, lui giocava in difesa di potenza, mentre le donne le sfiancava in attacco. In una sera dove prendemmo una sonora batosta,( lui diede la colpa ad un fantomatico strappo all'avambraccio che gli rendeva complicato battere di forza), mi parlò di una certa Teresa. Mi disse, mai incontrata una donna con delle curve così invitanti.

L'ho vista nello studio di Fausto quel tuo amico degli scacchi circa un mese fa, pur sapendo che era fidanzato con un imprecisato ristoratore di un paese qua vicino, non ho resistito e ho chiesto informazioni, e poco alla volta cercavo di trovarmi in ogni posto dove poteva essere. Al supermercato una volta gli feci un bel robusto sorriso e mi rispose di specchio, che bella che sei gli dissi davanti a tutti, arrossirono le persone per la maggiore, ma lei no e naturalmente neanche io. Mi procurai il suo numero di telefono e la tempestai di messaggi, sempre più piccanti, mentre lei la sentivo sempre più vicina

Come al solito incurante di qualsiasi forma di prudenza, non aspettai a lungo che mi portai sotto il balcone del suo appartamento, che abitava da solitaria ereditiera.

"Allegro son io
e la cicala canta motivi
per chitarre e mandolini
sprizzando gioia e speranza
al funerale della noia.
Trovo io Teresa sul balcone
che s'accarezza al fruscio di un vento
intenta a far svolazzare il suo piccione
dalla piazza vedo e odo pur cieco e sordo
il suo rosone
direttore lo spartito dell'erezione.
La sua lingua come un lenzuolo
s'arrampica fin giù
spalmandosi sui miei polmoni
respiro le papille degli amori
Teresa t'amo e t'amo tutta
e stasera risalirò d'un fiato il tuo fiume
e mi tufferò nelle acque profonde delle tue cascate
per divenir fuoco dei frammenti di stelle"

Gli dissi:" cosa successe poi dai racconta non farmi attendere."

Salii per le scale della casa, e con un sorriso mi chiese se volessi un caffè.

"E tu che gli hai risposto- racconta racconta"

"Non gli dissi no, non gli dissi si, mi avvicinai in silenzio e lentamente fino a toccarla con tutto il mio corpo, le baciai dapprima la mano poi sali per il braccio, poi mi ritrovai letteralmente a strappargli i vestiti di dosso, la presi in braccio, baciandola dappertutto, ci ritrovammo fra lenzuola d'arancio assetati ognuno del corpo dell'altro".

Fra lenzuola d’ arancio in fiore,

sulla sua pelle, l’ essenza in petalo aperto.

Colibrì notturni, rintoccano d’ ali.

Sipario!

Mi desto poi, calice fra le sue mani,

arso delle sue labbra sleali

che spremono al crepuscolo

gocce di piacere

in pioggia verticale ascendente.

Ricordo di aver nominato il nome di Dio mio -Dio Mio invano innumerevoli volte .

Nel piacere sfrenato è indubbio il segno del peccato mio caro.

Uscii da casa sua poi nella tarda mattinata,mentre lei ancora dormiva. Continuai a frequentarla per tutta la settimana successiva, poi ci lasciammo quasi in sincronia.

Sebastiano gli dissi tu si che sei un uomo fortunato, non come Fausto.

Perché Fausto, perché mi parli di lui ora.

Circa una settimana fa mi disse che si era innamorato di una certa Teresa, che per ragioni relative ad una eredità capitava spesso nel suo studio. Infatti una volta ero presente anche io disse Sebastiano.

Gli dissi come ti sei innamorato che vuol dire Fausto?

"Noto che sorride ai miei sguardi, come se volesse invitarmi a fare sul serio con lei, ma tu lo sai, io non sono capace di essere spregiudicato con le donne .Mi piacerebbe tanto baciarla è così bella". Mi disse infine," ho la sensazione di non aver colto quell'attimo propizio, certe donne le devi cogliere al giusto tempo. Per una bellezza del genere la concorrenza non fa sconti.

"Sospiri d'estate

Luna calante

Regina di fante

Cuore scalpitante

Sorrisi, sguardi

Attimi di potere regnante

Passo felino, carta vincente

Eserciti in fuga

Stop, torno domani

Sospiri d'estate

Gabbiani in volo

Vento di brezza dalla scogliera

Donna mediterranea

storia di un bacio sfiorato

Essenza di un profumo di vita del sud

Calo d'asso, cuore spezzato

Schiaffo d'amore cantato

Sebastiano scoppiò in una fragorosa risata,anche io non riuscii a defilarmi,pensando che in fondo la natura fa sempre il suo corso.


Rosafio Giancarlo 16/02/2014 00:53 2 8030

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosafio GiancarloPrecedente di Rosafio Giancarlo

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Ma come ci riesci... mi tieni attaccata lì a leggere... e credimi che a me leggere non piace davvero a meno che non trovo qualcosa di veramente interessante 😜»
Anfra

«Complimenti Giancarlo, ancora un bellissimo racconto. Il connubio prosa e poesia non è mai facile, perché il contrasto è quasi inevitabile. Invece tu riesci a combinare le due cose creando lavori intensi, dalla solida struttura che sanno stupire e ammaliare per la loro bellezza. È un piacere leggerti, è bello seguirti in quel percorso narrativo che hai intrapreso. Al prossimo racconto, allora!»
Paolo Gugnoni

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

bravo i tuoi racconti mi prendono (Paola Pittalis)



Ritratto di Rosafio Giancarlo:
Rosafio Giancarlo
 I suoi 21 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Spirito assassino (25/11/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Allo scoccare della mezzanotte (29/10/2014)

Una proposta:
 
Una già scritta fine del mondo (27/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Lussuria (11/01/2014, 13964 letture)


 Le poesie di Rosafio Giancarlo

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it