4943 visitatori in 24 ore
 164 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4943

164 persone sono online
Lettori online: 164
Poesie pubblicate: 322’500
Autori attivi: 7’358

Gli ultimi 5 iscritti: Iacopone - SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano - emanuele serafini - Marco Miserini
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereVito Marco Giuseppe Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questo racconto è inserito in:
 Parte 11 della raccolta "Vita " di Rosita Bottigliero (14 racconti)

Linea di papaveri (pensieri in riga)

Fantasy

"Fissava il foglio bianco dinanzi a sé, mentre, veloci, i pensieri ballavano nella sua testa. Vedeva le immagini prendere corpo per poi, come d’ incanto, svanire in un momento, in un battito di ciglia.

Il tempo passava, ma niente, nulla, non un solo pensiero si era chiarificato, strabuzzava gli occhi cercando di vedere oltre la fitta nebbia in cui era avvolta la sua mente. Vuoto. Stava per chiudere tutto, andare via, si era fatto tardi e cominciava a sentire i morsi della fame. Non aveva pranzato, e ormai, doveva essere ora di cena. Stanca e avvilita, si accingeva a spegnere il computer quando vide una figura venire verso di lei. Si materializzava ad ogni passo, testa alta e espressione fiera “ Io sono Claudia” disse “ mi stavi aspettando”.

Spaventata della voce che si era materializzata al di là del tempo, fece un passo indietro per cercare di captare gli stimoli e le informazioni che un giorno poteva aver evidenziato.

Mi stavi aspettando dal tempo dei tempi, potrei stare qui e sorprenderti, ma cerco sempre di sentire prima, capire.

Le luci della notte scorrevano veloci sui tasti della vita, e si domandò cosa fosse quella voce. Guardò nella cassetta appoggiata da lei nel computer spento e si rese conto che le cose erano diverse.

C'era intorno un mare di pensieri che non avevano avuto realizzazione e nel suo piccolo si erano radicati tra le foglie della vita, un ramo scheletrico, quasi sfoggiando il tempo.

La materialità acquisita lasciava presumere giorni di difficile gittata per il cuore ma nel momento del bisogno, la mente vagava da sola. Claudia, chi era Claudia e perché la stava aspettando? Forse un ricordo radicato nella mente aveva fatto si che ne scaturisse malinconia.

Stemperati pensieri, lasciavano quella fuliggine di velo che si racchiudevano nel mondo di una tenera età.

Il Domani..il sole oscurato da nuvole ammanettava la giornata del domani in ombre sotto i piedi.

Lasciò perdere il viaggio, restò tra i rami appesi e bui del

silenzio e ne scruto ' il vero.

Mi stavi aspettando?? !! Pensava...

Forse, al di là di ogni limite, la gioia si era persa nei prossimi eventi, e allora quel frammento divenne realtà.

La strada era lunga... le forme degli alberi, uno dietro l'altro restavano come file di pensieri a darsi la mano tra di loro come se il tempo fosse un sogno e la vita una manciata di minuti dietro un antico sentiero.

Guidava come il vento, trascinando la vita appoggiando alla pagina dei problemi con un fare sempre allegro ma triste nel suo cercare.

Le ombre rigate del pensiero, e graffi sempre più evidenti, lasciavano un sorriso,e un abbraccio a chi nella mente era sempre presente.

Non sapeva quali fossero le cose da fare.

Aveva perso la fiducia....

Guidava sempre con fare attento e osservava le cose intorno come chi seminava pensieri e poi ne ricamava graffiti.

Una linea di papaveri, come in riga al dire e al fare di soldati allineati, curava quel campo che si offriva alla sua visione di vita.

Proprio quelle volte, in un fare sempre allegro, aveva regalato a chi perplesso, le parole giuste per vivere.

E fu così che il giorno si abbatteva al fare, e la mente cicatrizzava le scene di un vissuto ormai remoto.

La strada sempre più veloce ne ritraeva le memorie di un canto appoggiato al tempo.

Fermò i ricordi, tra la folla un campo, di aspettative. .. una linea di papaveri dove il rosso era un velo sul cuore.

Le nuvole attanagliate dietro un oscuro cielo di maggio ritraevano i pensieri.

Era la sola eccezione, un abbraccio cucito al sorriso di giorni.

Di tanto vedere bastava camminare con la macchina a velocità media e tenere per mano.....i PENSIERI.


Rosita Bottigliero 10/06/2015 22:46 2 419

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosita BottiglieroPrecedente di Rosita Bottigliero

Nota dell'autore:
«Pura fantasia con un pizzico di sogno... in rosso incipit...»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Stupendo racconto, scritto con grande espressività ed elegantemente stilato. Complimenti!»
Franco Scarpa

«brava anche nei racconti l'autrice... direi emozionante ricco di fantasia che vola libera oltre il reale... i miei complimenti»
carla composto

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

bella rosy sei bravissima anche nella prosa.baci S (carla composto)

Davvero bella, complimenti! (Franco Scarpa)



Ritratto di Rosita Bottigliero:
Rosita Bottigliero
 I suoi 42 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Un giorno della vita (06/08/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ancora per molto (10/09/2017)

Una proposta:
 
Ancora per molto (10/09/2017)

Il racconto più letto:
 
Il vuoto (24/08/2013, 1417 letture)


 Le poesie di Rosita Bottigliero

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it