304 visitatori in 24 ore
 22 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 304

22 persone sono online
Autori online: 21
1 lettore online
Poesie pubblicate: 321’136
Autori attivi: 7’367

Gli ultimi 5 iscritti: Laide vanesia - Elena Arlotta - Laura Cl - Meggy - Lothar mago
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereSara Acireale Messaggio privatoClub ScrivereRosetta Sacchi Messaggio privato ♦ elena leica Messaggio privatoClub ScrivereRita Minniti Messaggio privatoClub ScrivereAntonella G Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Ghione Messaggio privato ♦ Jo Kondelli Ghezzi Messaggio privato ♦ picciro Messaggio privatoClub ScrivereEmilia Otello Messaggio privato ♦ Stefana Pieretti Messaggio privatoClub ScrivereAntonio D’Auria Messaggio privatoClub ScrivereAnna Rossi Messaggio privatoClub ScrivereStefano Canepa Messaggio privato ♦ Edoardo Iosimi Messaggio privatoClub ScrivereMarina Lolli Messaggio privatoClub ScriverePatrizia Ensoli Messaggio privatoClub ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppina Di Noia Messaggio privato ♦ Giorgio Cazzante Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Vullo Messaggio privatoClub ScrivereFrancesco Rossi Messaggio privato
Vi sono online 7 membri del Comitato di lettura









Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

L' "Incor"

Fantasy

C'erano voluti molti anni di esperimenti, ma infine i chimici tedeschi c'erano riusciti: avevano messo a punto un preparato che permetteva di volatilizzare, di fare letteralmente scomparire il cadavere di una persona.

So dirvi soltanto (non sono un chimico) che questo preparato era, pare, a base di piombo, di tetraetile di piombo, che opportunamente combinato con altre sostanze permetteva di rendere il morto invisibile.

All'inizio si portavano le salme ai cimiteri, dove del personale addetto provvedeva a spalmare sui corpi inanimati quella sostanza. Il gioco era presto fatto, e - op là! - nulla rimaneva: non c'era più bisogno di ingrandire continuamente i camposanti, che ormai rischiavano di diventare così mastodontici da superare, per estensione, gli spazi cittadini dedicati alle case dei vivi!

La gente cominciò ad abituarsi all'idea, e chiese qualcosa che permettesse di bypassare il cimitero, che fosse capace di agire direttamente sulla persona non appena il cuore cessava di battere.

Fu così che, dopo tanti tentativi, le case farmaceutiche riuscirono a racchiudere tutto il preparato in una fiala. Già da bambini, insieme alle altre vaccinazioni, si faceva l'"Incor" (acrostico dell'inglese "invisible corpse", cioè "cadavere invisibile") , e così tutti erano tranquilli, perché certi che, insieme alle malattie contagiose, non avrebbero contratto neppure la malattia più ripugnante, quella del cadavere in decomposizione.

La novità si diffuse piano piano in tutto il mondo: i più entusiasti furono gli Indiani, che dall'antichità, attraverso la pratica indù della cremazione, erano, anche se rudimentalmente, abituati all'idea; i più refrattari furono gli Statunitensi, molti dei quali si erano affezionati al processo dell'ibernazione dei cadaveri, nella (vana) speranza di una futura resurrezione.

I popoli, a quel punto, cominciarono ad essere ancora più esigenti: chiedevano agli scienziati di potere anticipare quel tipo di morte, di rendere quel procedimento così intelligente da agire non solo immediatamente dopo il decesso, ma già quando qualche malattia minacciava troppo da vicino la conduzione di una vita decente.

E gli scienziati li accontentarono: un'é quipe di chimici, farmacologi e ingegneri riuscì a concentrare quella sostanza in un apparecchietto microscopico che, introdotto sottopelle, era in grado di capire, dalle condizioni di salute del soggetto, quando arrivava per l'"Incor" l'ora di agire.

Le persone che, da un giorno all'altro, non si vedevano più in giro insinuavano sempre un dubbio: erano morte, o erano andate a fare qualche lungo viaggio senza avvertire nessuno? Anche quel dubbio finì col piacere alla gente: la parola "morte" non veniva più pronunciata, perché c'era sempre la probabilità di incontrare di nuovo i coniugi, i parenti, gli amici, i conoscenti dopo qualche giorno, qualche mese, qualche anno...

Gli unici ad essere poco soddisfatti furono gli impiegati degli uffici dell'anagrafe: dovevano registrare come vive o come morte quelle persone? Ma, col tempo, finirono anch'essi con l'abituarsi, rilasciando tanti certificati di "morte presunta" o di "vita dubbiosa" .



Antonio Terracciano 30/01/2016 18:55 2 434

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Antonio TerraccianoPrecedente di Antonio Terracciano

Nota dell'autore:
«Nota del 4 / 2 / 2016
Visto il successo di critica (due commenti entrambi elogiativi) ottenuto a pochi giorni dalla pubblicazione da questo mio raccontino, sento il dovere di precisare che l'idea di scriverlo non mi sarebbe mai venuta se non avessi frequentato una giovane chimica ucraina, la trentaduenne V . (alla quale ho insegnato un po' d'italiano), brillantissimamente laureatasi in un'Università del suo Paese ed ora costretta a ricominciare tutto daccapo alla "Federico II " di Napoli.
»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Un argomento che definirei pirandelliano, se mi viene a mente il "Fu Mattia Pascal". Però questo racconto va addirittura assai oltre, con la sua brillante ironia che sa trattare questo argomento con intelligente visione dello stesso, creando una favola originale e piacevole alla lettura.
Nelle poesie e prose di questo autore risulta sempre una tendenza psicologica costante nel trattare qualsiasi argomento, anche il più banale e semplice. E non è poco.»
ex Lorenzo Crocetti

«Molto originale e brillante! Uno spunto per una commedia teatrale alla Feydeau, con nonni che appaiono e scompaiono rimanendo senza pensione, donne presunte vedove che non sanno come regolarsi, ecc. ecc.»
luca muzzioli

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Non saprei commentare il tuo racconto...ma (pier quirica tola)

gradito, ironicamente coinvolgente che ispira la (pier quirica tola)

mia fantasia a ricamarci sopra...come vaccino già, (pier quirica tola)

fosse acqua...e le certificazioni esilarante quasi (pier quirica tola)

comico ... morti o vivi...credo ci sia da aver (pier quirica tola)

paura, in fondo elisir che ci renda invisibili non (pier quirica tola)

so ... ma mostri o similari sicuramente. (pier quirica tola)



Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 71 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Quando s'incominciò a non morire più (27/08/2017)

Una proposta:
 
Quando s'incominciò a non morire più (27/08/2017)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 1551 letture)


 Le poesie di Antonio Terracciano

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro telefonate al 375 500 62 39

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it