4926 visitatori in 24 ore
 182 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4926

182 persone sono online
Autori online: 2
Lettori online: 180
Poesie pubblicate: 324’130
Autori attivi: 7’370

Gli ultimi 5 iscritti: Cesare04 - Caterina Fantoni - Gennaro Caiazzo - Simone1996Cedrone - Filippo Nardozza
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereVito Marco Giuseppe Messaggio privato ♦ La Forgia Leonardo Messaggio privatoClub ScrivereVivģ Messaggio privatoClub Scriveresergio garbellini Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Ciao, come stai?

Biografie e Diari

“ Ciao, come stai? ”

Domanda semplice fatta di 12 lettere, 3 parole, 1 virgola e 1 punto interrogativo.

Viene usata per comodo o per vero interesse?
Spesso per rompere il ghiaccio, alle volte pure le palle.
Me lo sono chiesto svariate volte in questi ultimi mesi, forse troppe.
La risposta è che non lo so.
Potrei rispondere “ mi sento per come mi vedi” oppure “ ho visto di meglio, sono stato peggio”.
Sto come sempre, un po’ triste, un po’ euforico, perso nel mio mondo, divertito nel mio fancazzismo, ma la serenità è tornata lontana ed i passi da fare sono tanti.
La voglia e la pigrizia viaggiano di pari passo, l’ apatia è ancora presente.
Per fortuna, le passioni aiutano, quelle non moriranno mai, fino al giorno che sarò disteso a far compagnia a Foscolo, Manzoni e Leopardi, ma forse hanno perso un po’ di colore.
Di certo non ci voleva e non avevo bisogno dell’ ennesima rottura di cuore, di coglioni e di testa.
L’ anno era partito fin troppo a corde tirate causa denti, vecchi fantasmi e ansie.
Scelte sbagliate, un caffè di troppo e un succo di frutta schifoso come un pedofilo.
Una fiducia mal riposta, mille parole che alla prima libecciata si son perse nel vento.
Ho lasciato che un’ emozione mi prendesse alle spalle, mi illudesse e mi spogliasse delle mie poche certezze. Non ci sarebbe nulla di male, fa bene lasciarsi andare ogni tanto.
Quello che non fa bene è raccogliere i pezzi e ritrovarsi con il mal di stomaco dopo.
La fregatura, anche se trascorsa rimane, con diversi alti e noiosi bassi. Si è incistata in qualche angolo buio. Fingere non serve, far finta di nulla non serve, tanto traspare bene ugualmente.
Beato chi riesce a mascherare un dolore, ho provato sempre invidia per questo.
Dovrò impegnarmi ancora di più e provare, per poi riuscire a metterla nel cassetto delle cose finite male, delle cose passate, delle cose malate.
Se quel cassetto si apre, mettiamoci l’ elmetto.
La gente, si erge a maestro di vita e cita le peggiori frasi trovate nei biscotti della fortuna senza glutine, nei baci Perugina o su facebook.
Mi fanno tanta di quella pena, che per un attimo torno a sorridere.
Passerà quando passerà, ma passerà veramente? Non lo so.
Chiaro, se non te ne frega un cazzo, il tempo di una doccia, due dormite e quattro canzoni, non ti ricorderai nemmeno i tramonti, le sere, i panini, le zanzare, i topi, le risate, i silenzi, gli sguardi...
“ Allora, come stai? ”
Sarebbe più giusto dire: ” Matteo, dove sei? “.
Son da qualche parte.
Perso nel mezzo fra un’ alba e un tramonto. In un raggio di sole, fra le nuvole nere. Perso in qualche frammento di tempo, nei riflessi dell’ acqua, nella luce delle stelle, nei brividi di pelle.
Bloccato nelle note di una canzone.
Alle volte torna a farsi sentire, vedere, bussa alla porta, di notte. Torna e perentoria colpisce.
Si spande nel petto come un’ ondata di calore, passa alla testa, scorre negli occhi, alle volte si tramuta in un rivolo salato.
Uscire aiuta, la musica aiuta, le cazzate aiutano, ma nel momento di calma, torna l’ amarezza, pesante come un mattone.
“ Non mi dovevo fidare, dovevo lasciare stare “.
Mi resta una certezza, mentre la prima goccia di pioggia mi cade sulla faccia.
“ Passerò pure questa. Non meritavi la mia amicizia, riceverai la mia indifferenza.”



Matteo Bio Matteucci 11/10/2016 17:28 389

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Piaciuto. Molto realistico. La vita vera č cosģ (Silvana Poccioni)

di questo tuo racconto, Matteo, mi piace lo stile (Giovanna Fileccia)



Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 125 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Freccia Bianca II (18/11/2017)

Una proposta:
 
Freccia Bianca II (18/11/2017)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 2939 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it