4775 visitatori in 24 ore
 229 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4775

229 persone sono online
Autori online: 5
Lettori online: 224
Poesie pubblicate: 332860
Autori attivi: 7457

Gli ultimi 5 iscritti: Luna ventura Polanco - adelaide63 - Ondine - Hernest - Loris Pavia
Chi c'è nel sito:
♦ Luna ventura Polanco Messaggio privatoClub ScrivereMarinella Fois Messaggio privato ♦ RossellaP Messaggio privato ♦ Antonio Terracciano Messaggio privato ♦ Wilobi Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Uso del Cialis
Acquistare Cialis: Acquistare Cialis generico
Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Isabel e Beltran (I parte)

Dramma

Come è strana la vita, penso, sorseggiando un caffè nello stesso posto dove essa è

cambiata per sempre, la cameriera carina ogni tanto mi accenna un mezzo sorriso,

chiedendomi se va tutto bene, con lo sguardo attento di chi ha appena iniziato il suo turno di lavoro.

Mi chiamo Beltran, e mi trovo nello stesso bar di Madrid dove dieci anni fa ero seduto con

il mio compagno Albert, nello stesso, identico, fottutissimo posto.

Dunque dicevo, eravamo venuti una mattina di inizio settembre per una colazione veloce,

prima di iniziare la nostra solita giornata di lavoro.

Ordinammo uova strapazzate e latte, lui prendeva quasi sempre una spremuta di arancia,

ma quel giorno non lo fece.

Mi alzai per andare alla toilette, e gli dissi "Aspettami amore, certe cose non si possono rimandare".

Lui alzò la mano e con voce bassa rispose: "Vai pure, tanto mi troverai qui".

"MI TROVERAI QUI", queste parole mi perseguiteranno per il resto della mia vita.

Mi avviai verso la toilettes, passando accanto ad un tavolo dove erano intenti a mangiare una

famiglia di quattro persone, il piccolo, in braccio alla mamma, consumava voracemente

il suo gelato, penso cioccolato, visto le macchie che ricoprivano il viso; il papà un uomo

stempiato di mezza età, sorseggiava un caffè dando ogni tanto uno sguardo al giornale

poggiato sulle gambe, roteando la testa con scatti veloci; la ragazzina invece, mi guardò

con i suoi occhi azzurri bellissimi, staccandosi dal bicchiere di latte che teneva stretto tra le

mani e per un attimo parve sussurrarmi qualcosa.

Entrai in bagno con fare solito, accingendomi verso la tazza, mi chiusi dentro e proprio nel

momento in cui girai la chiave sentii un boato, l’ onda d’ urto mi scaraventò all’ indietro

schiacciandomi al muro mentre i vetri andavano in frantumi.

Non riuscivo a pensare, le orecchie mi fischiavano, cosa era successo, mi chiedevo.

Il silenzio assordante mi fece rabbrividire, poi lentamente tornai in me, realizzai che era

successo qualcosa di grave, di mostruoso.

Tornai verso la sala del bar e quello che vidi confermò le mie paure.

Una bomba, si, un attentato aveva devastato quel luogo, mi sembrava la scena di un film,

stentavo a credere che quella fosse la realtà, guardai fisso il posto dove ero seduto pochi

attimi prima, il tavolo, le sedie, tutto era un ammasso di detriti!

Qualche metro più in là il corpo senza vita del mio compagno Albert, mi avvicinai lentamente come in trance, lo abbracciai e scoppiai in un pianto disperato.

E gli altri? mi chiesi, il mio pensiero all’ improvviso andò a quella famiglia che era lì vicino,

mi voltai e con uno scatto fulmineo mi precipitai verso di loro facendomi largo tra le macerie deformi di ogni genere, il fumo denso cominciava a bruciare in gola.

Trovai quei corpi quasi irriconoscibili, sul bambino si intravedevano ancora le macchie di

cioccolato, piansi di nuovo... poi ripresi,

asciugandomi gli occhi con le mani sporche del sangue di Albert, una tragedia si

era consumata sotto i miei occhi, non riuscivo a capire il motivo di una tale crudeltà.

Improvvisamente però, scorsi qualcosa che si muoveva dietro i detriti, mi affrettai a

spostare quei corpi senza vita e vidi la ragazzina, riconobbi i suoi occhi, quello sguardo dolce

che mi supplicava di aiutarla.

Perdeva molto sangue, la presi in braccio con delicatezza e la portai lontano da quell’ inferno,

fuori in strada, tra le grida della gente ferita e le sirene delle ambulanze che arrivavano,

i paramedici ci videro e ci portarono via…


Ventola raffaele 11/10/2017 09:55 196

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonch qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Ventola raffaele

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.




Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pi frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it