4341 visitatori in 24 ore
 259 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4341

259 persone sono online
Autori online: 8
Lettori online: 251
Poesie pubblicate: 332’654
Autori attivi: 7’459

Gli ultimi 5 iscritti: Nicla Battistini - catia migliorin - gianni1970 - Rita Pacifici - Riccardo Migani
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereGiovanni Monopoli Messaggio privatoClub ScrivereStefana Pieretti Messaggio privatoClub Scrivereu cuntadin Messaggio privato ♦ Zigzagato Messaggio privato ♦ Gianluca Leissring Lauricella Messaggio privatoClub Scriveresergio garbellini Messaggio privatoClub ScrivereMarco Forti Messaggio privato ♦ wilson Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Standing ovation

Fantasy

STANDING OVATION

Era martedì, e mi rimanevano solo pochissimi giorni per prepararmi alla gara finale di fisarmonica, mi sentivo pronta, ma anche molto agitata, c’ erano tanti concorrenti bravissimi, e tra questi anche il campione mondiale di fisarmonica Giorgio Linares, che oltre ad essere bravo era anche bello, e mi piaceva un sacco!

La paura era tanta, davanti ad un campione del genere, io mi sentivo una principiante, ma allo stesso tempo volevo dimostrare a tutti, che ero brava pure io...e così, facendomi forza e coraggio, mi misi di nuovo ad allenarmi, fino all’ esaurimento. Ogni giorno passavo ore ed ore a suonare il pezzo che dovevo presentare: La Gazza Ladra, a dire la verità molto impegnativo e abbastanza complicato, ma ripeto, dovevo e volevo dimostrare che anch’ io valevo qualcosa.

Arrivò il fatidico giorno, la notte anteriore non avevo dormito niente e mi sentivo distrutta. Arrivai alla sala dove ci saremmo esibiti con due ore di anticipo, ma evidentemente gli altri avevano avuto la mia stessa fretta perchè c’ eravamo quasi tutti, mancava solo lui. Certo, io pensai, il campione arriva all’ ultimo momento per creare attorno a lui un maggiore "suspense..." ma mentre pensavo queste cose, eccolo apparire con la sua fuoriserie rossa, sembrava un divo, e il cuore mi diede un balzo dentro al petto...

Eravamo cinque concorrenti, due ragazze e tre maschi, e c’ era una giuria di grandi musicisti e suonatori di vari strumenti. La sala incominciava a riempirsi, e il momento si avvicinava sempre più, io incominciai a sentirmi male, le gambe mi tremavano, mi mancava il respiro, mi ripetevo mille volte al minuto: "Stai calma, male che vada, farai qualche sbaglio e tutto finisce lì, mica ti mangia nessuno!!!" Ma una cosa è quello che tu vorresti fare, un’ altra è quella che il tuo cervello andasse in tilt!

Andò a esibirsi il primo concorrente, bravissimo, non fece nemmeno un errore, e lo applaudirono vivacemente. Il secondo, anche lui molto bravo si esibì in un pezzo molto difficile, e la terza ero io!!! Avevo le mani congelate, le dita rigide, ed ero sicura di non poter suonare nemmeno una nota. Come una automa mi sedetti sul sedile preparato per noi, con voce tremante dissi al microfono il titolo del pezzo che avrei suonato, e un applauso di incoraggiamento mi fece sentire meglio. Mi isolai completamente dal posto dove mi trovavo, feci finta d’ essere nella mia camera a casa mia, e incominciai a suonare, suonare, suonare, con tutta la mia anima, con tutto il mio ardore, e arrivai finalmente alla fine del pezzo esausta ma felice. Scoppiarono applausi fortissimi, e una standing ovation mi commosse fino alle lacrime, e furono talmente lunghi gli applausi che dovetti suonare una parte del pezzo un altra volta!

Non ci potevo credere! ero veramente io quella che stava ricevendo quella ovazione? mi ritirai dal palco che ancora si sentivano gli applausi. Subito dopo di me, toccava a lui, il campione, doveva suonare "Fisarmonica Impazzita", e la suonò come solo un campione come lui poteva farlo... e naturalmente anche a lui fecero una standing ovation, e gli applausi si equipararono con quelli miei...

Mancava solo l’ ultima concorrente, una ragazza bellissima, vestita di lungo, con i capelli biondi raccolti, sembrava una dea, La sua fisarmonica brillava sul palco e le sue dita lunghe e affusolate scorrevano sopra la tastiera come se stesse accarezzandola, suono’ un pezzo bellissimo di Chopin, con grande maestria e grazia . Gli applausi erano, secondo me, come quelli ricevuti da tutti noi e pensai che sarebbe stato un compito difficile per la giuria a dare un vincitore.

Aspettammo quasi un’ ora, e finalmente venne fuori "uno" che lesse a voce alta il nome del vincitore: Giorgio Linares!!! e secondo posto Mariarosa S., cioè IO!!!

Avrei voluto mettermi a saltare, dalla contentezza, Giorgio mi diede la mano, congratulandosi con me, e i suoi occhi mi guardarono veramente per la prima volta, un sorriso dolcissimo apparve sul suo viso, ed io mi sentì in Paradiso...


Franca Merighi 28/06/2018 18:00 74

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Franca MerighiPrecedente di Franca Merighi

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Franca Merighi:
Franca Merighi
 I suoi 31 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Era il 1942 (13/07/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Incontro colpevole (05/07/2018)

Una proposta:
 
Una storia come tante (08/06/2018)

Il racconto più letto:
 
Era il 1942 (13/07/2017, 476 letture)


 Le poesie di Franca Merighi

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it