3021 visitatori in 24 ore
 191 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3021

191 persone sono online
Autori online: 8
Lettori online: 183
Poesie pubblicate: 336’113
Autori attivi: 7’486

Gli ultimi 5 iscritti: Loreta Carcaterra - Mezzo Pazzo - LarrySit - WalterSpode - WilliamahTen
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereFrancesco Cau poeta dislessico Messaggio privato ♦ Michelangelo La Rocca Messaggio privato ♦ Raffaele48 Messaggio privatoClub ScrivereVito Rizzuto Messaggio privatoClub ScrivereAugusto Cervo Messaggio privato ♦ Maria Rita Mulè Messaggio privatoClub ScrivereFranca Merighi Messaggio privato ♦ gianni manca Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Estate 2017 - Lisbona 4° parte

Viaggi e Avventura

La mattina del 24 agosto partiamo dalla stazione di Rossio direzione Sintra. Carichiamo sulla Viva Viagem l’ abbonamento train& bus di € 15 che ci consentirà di prendere treni e bus. In meno di un’ ora arriviamo a destinazione. Nella cittadina ci sono molte attrazioni ma non avremo tempo di vederle tutte, decidiamo di visitarne almeno un paio. Dalla stazione facciamo una bella salita per arrivare alla cittadina di Sintra e già da lontano si può ammirare lo splendido Palacio Nacional.

L’ entrata non è ancora accessibile, quindi decidiamo di fare un bel giro nel centro storico prima di prendere il bus che ci porti al Palacio da Pena.

Torniamo alla fermata, insieme a noi c’è una fila lunghissima che aspetta l’ arrivo del bus. Riusciamo a salire faticosamente a bordo. La strada è strettissima, in salita e piena di curve, per fortuna che è a senso unico. A metà strada intravediamo le mura del Castelo dos Mouros, un maniero in rovina situato sul punto più alto del massiccio roccioso, tra le lussureggianti foreste della Serra de Sintra.

Arrivati a destinazione scendiamo dal bus e ci mettiamo in coda per acquistare il biglietto d’ entrata per il castello e il parco. Anche qui la salita è faticosa ma a un certo punto, tra i rami degli alberi spunta il magnifico castello con i suoi colori sgargianti.

Decorazioni arabesche, figure mostruose e motivi vegetali tra colori pastello accendono di splendore questo castello. E’ impressionante la sua bellezza, si ha la sensazione di essere finiti nel bel mezzo di una favola. E mentre nel cielo svettano le torri e le guglie orientaleggianti da "mille e una notte", attraverso gli atrii e i camminamenti, vari stili architettonici s’ inseguono e si confondono in un connubio di magica atmosfera. Facciamo una sosta al bar che si trova in bella panoramica per rifocillarci e godere del magnifico panorama che spazia fino al mare.

Tutto intorno al castello si estende per molti ettari un bellissimo parco. Sulla mappa che ci hanno consegnato alla biglietteria sono tracciati i vari sentieri da percorrere alla scoperta dei tanti tesori che questo luogo nasconde. Veniamo catapultati in una estesa foresta incantata con specie botaniche esotiche che si mescolano a piante nordiche. Arriviamo al lago, la vegetazione circostante si riflette in acqua come uno specchio delle meraviglie, sembra di essere entrati in un quadro d’ autore, tutto è così tranquillo e rilassante.

La visita ci ha letteralmente entusiasmato. Riprendiamo il bus che dopo mille curve in discesa ci riporta al centro di Sintra.

Facciamo un po’ di strada a piedi e arriviamo alla Quinta regaleira, una estesa tenuta con un enigmatico palazzo in stile manuelino mescolato da forme neo- gotiche e neo- rinascimentali. La particolarità di questo luogo è data dai richiami gotici, esoterici, mitologici e massonici.

Camminando lungo i sentieri del parco ci si perde tra torri, statue, laghi, fontane, grotte, gallerie. Una serie di tunnel sotterranei collegano i vari elementi. Si scende in profondità per riemergere all’ interno di una chiesa. Si sale in terrazza e ci si ritrova in giardino. Ma il punto più stupefacente, baricentro emblematico di tutto l’ eccentrico complesso è il "pozzo iniziatico" a cui, d’ altra parte, sembrano condurre tutti i percorsi. Una scala a chiocciola scende per nove piani, sembra di trovarsi in una torre al contrario. Si ha la sensazione di essere scivolati in un mondo alla rovescia. Questo è anche il luogo più carismatico di tutta la Quinta: un’ evidente metafora del cammino dell’ anima fra vita e morte.

Usciamo dalla tenuta soddisfatti di ciò che abbiamo visto. E’ stato come intraprendere un viaggio nel mondo delle favole. Ritorniamo nei pressi della stazione e prendiamo il pullman e dopo un percorso di circa 30 minuti scendiamo a Capo da Roca, un promontorio aspro e selvaggio che segna il punto più occidentale del continente europeo. Questo è un luogo unico al mondo.

Lo sguardo viene immediatamente catturato dai colori circostanti, il rosso e bianco del faro adagiato sul manto verde del prato, il marrone delle scogliere e l’ azzurro del mare che all’ orizzonte si confonde con il cielo. Rimaniamo ipnotizzati del paesaggio, un paesaggio incantato al quale non si può che rimanere a bocca aperta. Il vento è come una carezza tra i vestiti e la pelle, ci viene naturale spalancare le braccia e abbracciare l’ oceano nella sua immensità.

A ridosso della costa rocciosa spicca un grande monumento dove, oltre alle coordinate geografiche è incisa una frase del poeta Luí s Vaz de Camõ es, "Aqui... Onde a terra se acaba e o mar começ a", che in italiano si traduce "Qui... Dove la terra finisce e comincia il mare". Guardando il mare si ha proprio la sensazione che lo sguardo si perda nell’ infinità dell’ Oceano, come se al di là di questa costa la terra finisse. Da qui i grandi navigatori, spiando il mare, si chiedevano se oltre l’ orizzonte ci fosse altro o se il mondo finisse lì.

Riprendiamo il pullman e in meno di mezz’ ora arriviamo a Cascais. Non abbiamo molto tempo ma una breve visita a questa cittadina, un tempo borgo di pescatori, è obbligatoria. Facciamo una passeggiata per le vie pedonali dove il turismo è più concentrato fino ad arrivare sul lungomare.

Il tempo stringe dobbiamo raggiungere la stazione per prendere il treno che ci porterà a Lisbona. Il treno arriva puntualissimo, qui i mezzi pubblici e le ferrovie sono impeccabili, sempre in perfetto orario, mica come in Italia. E’ arrivata l’ ultima sera da vivere di questo meraviglioso viaggio in giro per l’ Europa, domani mattina dobbiamo ritornare a casa, ci sentiamo più ricchi di conoscenza e di bellezza, non per niente credo che girare il mondo sia la scuola migliore per imparare a vivere.

L’ aereo sorvola Lisbona, tra poco incontreremo il mare con la sua immensità e poi la terra, la nostra terra; di quello che abbiamo visto e vissuto in questo indimenticabile viaggio resterà indelebile il ricordo.


Mirella Santoniccolo Mairim14 06/11/2018 09:20 1 26

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Mirella Santoniccolo Mairim14

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«I dintorni di Lisbona, così ben descritti dall’autrice in questo suo resoconto di viaggio, furono da me visitati, giovanissimo, nell’ormai lontano 1972. Noto che la fiabesca bellezza di Sintra è rimasta immutata, come pure persiste il fascino della natura, un po’ inquietante ed ansiogeno, del "Cabo da Roca", autentico "finis terrae" . I treni locali, però, allora non erano così puntuali e sicuri come adesso (io e V ., la ragazza con la quale mi trovavo, avemmo molta paura quando il convoglio dovette indietreggiare un paio di chilometri, perché aveva sbagliato binario!) , e Cascais aveva un’attrazione in più (la dimora di Umberto, il nostro ultimo re che, se avessi dato retta a V ., avremmo potuto incontrare con facilità...)»
Antonio Terracciano

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Mirella Santoniccolo Mairim14 ha pubblicato in:

Libro di poesieSe tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 208 - € 11
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686214


Libro di poesieTu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 240 - € 12
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686108


Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Mirella Santoniccolo Mairim14:
Mirella Santoniccolo Mairim14
 I suoi 64 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
L'incontro (10/09/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Estate 2017 - Lisbona 4° parte (06/11/2018)

Una proposta:
 
Estate 2017 - Lisbona 4° parte (06/11/2018)

Il racconto più letto:
 
Eccitante esperienza (21/12/2010, 47246 letture)


 Le poesie di Mirella Santoniccolo Mairim14

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it