3078 visitatori in 24 ore
 227 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3078

227 persone sono online
Autori online: 4
Lettori online: 223
Poesie pubblicate: 341’914
Autori attivi: 7’526

Gli ultimi 5 iscritti: Lucreziab - Billywof - Carolengaf - StevenBoste - Maria Cristina Gnudi
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereUmberto De Vita Messaggio privatoClub Scriveregianni manca Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

L’anima nella sua variegata identità, 1a parte (La bottega dell’anima)

Spiritualità

Agli albori del Duemila, secondo la profezia Maya del 21/12/2012, doveva iniziare la nuova era spirituale (ultrapallio) e invece siamo sprofondati nel terrore del’ Isis, nello squallore dell’ utero in affitto e nel torpore dell’ Europa, che ignora i profughi (in migliaia) e sa fare solo i conti al centesimo!

Intanto infuria la polemica sul razzismo (bianchi e neri, Salvini), sul maschilismo (maschi e femmine, Collovati) e sul sessismo (etero e omosessuali, Luxuria) quando ci accomuna l’ anima, comune denominatore umano.

In questo triste scenario, quello che, di colpo, è venuto a mancare è la cultura (eccelsa) della fede con lo stravolgimento, finanche, delle leggi naturali, al punto che povere creature si ritrovano figli di compagni (di scuola, asini ripetenti) e di partners (di teatro, attori sedicenti) senza più mamma e papà, per non parlare dell’ Isis che confonde, addirittura, il bene con il male.

A questo punto necessita ritornare, al più presto, sui banchi di scuola e ripartire da una filosofia (amore del sapere) spicciola, alla portata di tutti, che ci riporti sulla retta via alla ricerca dell’ anima perduta (o mai avuta) e che ci illumini, una volta e per sempre, sul significato vero della vita, ben riposto nella filosofia dei Grandi, di maestro in allievo.

In Socrate, infatti, è ben riposta la coscienza della verità (gnothi sautò n), in Platone l’ amore (e l’ idea del bene) e con il pensiero (illuminato) di Aristotele si passa pure alla scienza (dalla filosofia alla medicina e viceversa), per cui bisogna “ prima filosofare per saper vivere” e non più “ primum vivere, deinde philosophari”!

Con coscienza, amore e pensiero siamo alle componenti della cellula primordiale o spirituale del Primum Movens della vita, creatore di tutte le cose visibili (regno minerale, vegetale e animale) e invisibili (energia e materia oscura).

Al momento, però, senza la luce dell’ anima siamo ancora prigionieri della caverna di Platone alla mercé di sensazioni (le ombre delle statuette sulla parete) e percezioni (le statuette sul muretto), mentre dobbiamo liberarci delle catene ed uscire all’ esterno della caverna, in modo da poter riflettere sulla natura (al primo impatto si riflette nel lago) e valutare la vera realtà, alimentata dal Sole che dà luce e vita.

Proprio dal Sole Universale, il primum movens di Aristotele e idea del bene e del bello (kalokagathia) in Platone, si perviene con Socrate alla coscienza della verità (gnothi sautò n) del Creatore, di cui siamo depositari dall’ alito vitale: “Dio il Signore formò l’ uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito vitale e l’ uomo divenne un’ anima vivente”.

-Materia grigia- sistema nervoso- mente (materia raffinata)

-Pensiero (scala della conoscenza)

-Alito vitale- sistema spirituale- anima (mente illuminata)

Sistema nervoso (mente)-Pensiero- Sistema spirituale (anima)

Da questo schema si evince chiaramente che il pensiero, trait d’ union (sinapsi) tra sistema nervoso (mente) e sistema spirituale (anima), rappresenta l’ elaborato finale del primo e la custodia (la membrana esterna) delle componenti intime (amore/citoplasma e coscienza/nucleo) del secondo con il pensiero a far da supporto alla mente e l’ amore a dare sostegno all’ anima.

Ed in virtù della corretta conoscenza (e relativo gradiente di luminosità con la vista accomodata alla luce solare:

1° grado- cogito, pensiero vigile (grigiore, il lumino dell’ esistenza)

2° grado- ragione, pensiero razionale (splendore, la lampadina dell’ esistenza)

3° grado- intelletto, pensiero sciente (bagliore, la lampada dell’ esistenza)

4° grado- sapienza, pensiero illuminato (fulgore, il lampadario dell’ esistenza)

5° grado- contemplazione, pensiero estatico (candore, la luce dell’ esistenza)

al di fuori della caverna di Platone si acquisisce l’ anima nella sua interezza di triplice coscienza: vigile (pensiero), consapevole (amore) e morale (coscienza), indi, lungo “ la scala dei fantasmi”, si perviene alla verità (era spirituale, ultrapallio) del Sole Universale.

Il corpo è il fantasma della materia

Lo spirito è il fantasma del corpo

L’ anima è il fantasma dello spirito

La luce è il fantasma dell’ anima

La verità è il fantasma della luce

Sulle ali del pensiero (mente) e a bordo della fiammante monoposto (anima, pensiero illuminato), di porta in porta (A) e di cellula in cellula (B) si scala la vita (C) in tutti i suoi stadi.

A - di porta in porta

1- L’ intestino è la porta del fegato
La vena porta convoglia il materiale nutritivo (e gli elementi - C e N - dagli alimenti) al fegato.

2- Il fegato è la porta del cervello
La fucina epatica confeziona gli aminoacidi per i neurotrasmettitori e depura il sangue dall’ azoto (encefalopatia epatica) per la luce del pensiero.

3- Il cervello è la porta della conoscenza
Con la luce del pensiero si scala la conoscenza: a- pensiero vigile (cogito), ci dà certezza di esistere, b- pensiero razionale (ragione), ci fa riflettere, c- pensiero sciente (intelletto), ci regala le idee, d- pensiero illuminato (sapienza), ci fa volare con gli ideali, e- pensiero estatico (contemplazione), ci dona la visione della Verità.

4- La conoscenza è la porta dell’ anima
L’ anima è triplice coscienza: vigile (pensiero, cogito ergo sum), consapevole (amore, amo e sempre sarò e morale (coscienza, gnothi sautò n), a immagine e somiglianza della cellula spirituale o primordiale (pensiero/membrana, amore/citoplasma, coscienza/nucleo).

5- L’ anima è la porta della Verità
La Verità (Mente suprema, Padre) è la Luce (Coscienza suprema, Spirito Santo) dell’ Amore (Amore supremo, Figlio).

B - di cellula in cellula:

1- cellula epatica (spirito naturale), confeziona i gradini (le basi azotate) della scala (DNA)

2- cellula nervosa (spirito vitale), secerne il pensiero (mente, materia raffinata)

3- cellula spirituale (spirito immortale), distilla l’ amore (anima, mente illuminata)

C - la scala della vita:

1- vegetativa solare (fotosintesi clorofilliana), 1° stadio

2- animata istintiva (arco riflesso midollare), 2° stadio

3- animale emotiva (sistema limbico), 3° stadio

4- cosciente riflessiva (corteccia cerebrale, mente), 4° stadio

5- illuminata intellettiva (corteccia illuminata, anima), 5° stadio

Sul percorso del genoma (Crik, Watson e Wilking) eccelso (mente illuminata) si completa, finalmente, l’ evoluzione della specie umana, magico impasto di spirito e materia, patrimonio genetico (Mendel):

1-età della pietra (homo homini lupus)

2- homo sapiens (neopallio, io sono con l’ egoismo della ragione)

3-era spirituale (ultrapallio, amo e sempre sarò con l’ altruismo dell’ intelletto)

Nell’ evoluzione della specie umana (antropogenesi), pertanto, dopo la selezione naturale di Darwin e quella comportamentale di Paul MacLean, si farà pure selezione spirituale sulla base dell’ RNA messaggero, che trascrive a chiare lettere: A- denina (amore), C- itosina (coscienza), G- uanina (genoma), U- racile (universale).

Proprio in virtù di tanto la vita in movimento cominciò a strisciare (midollo), a camminare (cervelletto), ad annusare (sistema limbico), a pensare (corteccia) e ad amare (sistema spirituale).

Dopo tanti schemi con relativi gradi e stadi una sintesi culturale con “ le note filosofiche”:

Con il pensiero vigile (Cartesio)

inizia il razionale (Hegel)

ma la ragion pura (Kant)

è intellettuale (Aristotele)

con la morale (Socrate)

il suo ideale (Platone).

Il divenire è reale (Eraclito)

ma solo l’ essere è immortale (Parmenide)

nell’ Unità originale (Pitagora)

lungi dalla verità verbale (Protagora).

Dagli atomi ecco il minerale (Democrito)

indi i semi per il vegetale (Anassagora)

e con le radici naturali

(Talete, Anassimandro e Anassimene)

finanche l’ animale (Empedocle).

L’ alito vitale

illuminò l’ animale

con la coscienza morale

e la luce spirituale

sublimò l’ amore filiale

a immagine divina.

E pensare che l’ uomo nella sua strabiliante ascesa dalla polvere alla luce era partito dai costituenti principali della terra e dell’ aria. Un dì, infatti, a livello della fucina epatica si unirono in matrimonio (con vincolo indissolubile!) l’ azoto con il suo corredo amminico (-NH2, costituente aereo sulla luminosa strada della spiritualizzazione) e il carbonio con il suo corredo carbossilico (-COOH, costituente terreno sul buio sentiero della fossilizzazione) per generare gli aminoacidi, la cui magica sequenza (dai codoni, triplette di nucleotidi) ci dona il codice genetico con la giusta informazione (DNA) per la trascrizione (RNA) della vita.

LA VITA IN SINTESI

La vita terrena originò

a bagnomaria sul brodo

primordiale e da sei elementi

in cottura sulla fiammella solare

si pervenne all’ unità cellulare.

Il carbonio formò la mappatura,

l’ azoto disegnò l’ architettura,

il fosforo tramò l’ impalcatura

e lo zolfo stabilizzò la struttura

sull’ acqua con ponti disolfuro.

Dal minerale al vegetale

l’ animale ritornò al naturale

con la sepoltura e nella madre

terra vi rimase l’ ossatura

ma è tempo di rinascere

come splendida creatura.

LA SCALA DELLA VITA

Nell’ umana evoluzione

un dì fu sacra unione

del gene con il cromosoma

e così nacque il genoma.

E’ il codice genetico

dell’ umana identità

che lassù ci porterà

con la scala elicoidale

a doppio corrimano

di uno zucchero pentato

e di un composto fosfato

su scalini intercalati

di basi azotate

tra loro ben appaiate

ma debolmente legate

per sostener la scalata

con la materia scrollata.

Fu proprio in quel dì

di consacrata unione

del Gene spirituale

con il soma geniale

che vide luce

la vita sulla terra e,

da una magica tripletta,

nasceva la nostra casetta

di mattoni colorati

con arte intercalati.

Alla struttura cellulare

provvedeva l’ entità nucleare

che prima si duplicava

poi si riproduceva

e infin nuova vita generava

con il DNA scrittore

e l’ RNA vettore

a trasmettere il messaggio

all’ organulo traduttore.

E’ questa in sintesi

la favola della vita

lassù in alto creata

e solo per noi scritta

con inchiostro indelebile,

a noi resta la facoltà,

in tutta libertà,

di ben educare i figli

all’ amore per la verità

da tramandare ai posteri

per il bene dell’ umanità.

L’ EVOLUZIONE DELLA VITA

Quando la vita

sulla terra nacque,

fu con le piante

che cominciò a respirare

e l’ inerte materia

con il serpente

iniziò a strisciare.

Di poi la vita

sulla scala evolutiva

con le bestie

arrivò ad annusare

e con lo scimpanzé

imparò a camminare,

ma fu con l’ uomo

che s’ ingegnò a pensare

e, proprio da qui,

la polvere sortì

materia cerebrale.

Solo con Broca, però,

il cervello cominciò

a parlare e d’ allor

s’ incominciò a localizzare

la funzione corticale

con l’ antica struttura

per l’ emotivo

e con l’ area associativa

per l’ intellettivo.

Sarà da questa sede

che la flebile coscienza

si farà sentire

se ormai da tempo,

per afasia sensoriale

in sede temporale,

nessuno l’ ascolta più.

E così se un dì,

con ricetta galenica,

lo spirito naturale

si raffinava in vitale

e poi ci vivificava

da spirito animale,

d’ ora in avanti, invece,

la fucina epatica,

centrale metabolica,

cuocerà a fuoco lento

sulla fiammella ipotalamica,

centralina psicosomatica,

la giusta miscela umana.

Va enfatizzata, però,

l’ educazione morale

così da pervenire

dalla raffinatezza neuronale

alla purezza della cellula spirituale,

che con il suo amor

ci donerà l’ anima

e la polvere di quel lontano dì

per noi sarà un orizzonte di luce.


Francesco Andrea Maiello 05/03/2019 05:39 107

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Francesco Andrea MaielloPrecedente di Francesco Andrea Maiello

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Francesco Andrea Maiello:
Francesco Andrea Maiello
 I suoi 158 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La cuccagna svedese (22/05/2012)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Crociata culturale per le Europee (24/05/2019)

Una proposta:
 
Crociata culturale per le Europee (24/05/2019)

Il racconto più letto:
 
La luce del pensiero (15/07/2012, 1337 letture)


 Le poesie di Francesco Andrea Maiello

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it