2864 visitatori in 24 ore
 145 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2864

145 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 142
Poesie pubblicate: 358’807
Autori attivi: 7’547

Gli ultimi 5 iscritti: ScottTrunc - Thomasedume - LarryDiulp - BrianDaf - Jamesarorn
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privatoClub ScrivereMarco Forti Messaggio privatoClub ScrivereAntonietta Angela Bianco Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Srotolare la matassa

Spiritualità

Così si immaginava la sua vita, come una grande matassa di filo, arrotolata strettamente, dura al tatto, ormai tanto grande da non poter essere stretta tra le dita senza che le sfuggisse di mano.

Il capo ancora da avvolgere le pendeva tra le mani, ma i movimenti erano diventati lenti e svogliati già da un po’.

Si chiedeva quanti giri si potessero contare intorno al punto di partenza, a partire dal giorno zero in cui aveva aperto gli occhi sul mondo, inconsapevole di essere soltanto un gomitolo, uno dei tanti che sarebbero serviti a tessere la tela dell’ umanità, senza acquistare mai un rilievo particolare tra i miliardi di altri disegni che quella tela conteneva.

Le sarebbe piaciuto poterlo srotolare almeno un po’, quel gomitolo, solo per rinfrescare i ricordi perduti dell’ infanzia, i più belli e i più evanescenti. Sarebbe stato certamente consolatorio rivivere sprazzi di quel periodo straordinario in cui l’ incoscienza rende gli uomini così fiduciosi nel domani, da focalizzare la loro attenzione solo sul bello del momento. La ragione ancora non entra nel discorso e il cuore la fa da padrone.

Non tollerava quella dimenticanza, quel latrocinio della sua felicità da parte della memoria che non trattiene i primi vagiti di un’ esistenza che si rivelerà ben presto illusoria e menzognera.

Anche della giovinezza ricordava ben poco rispetto a ciò che realmente doveva essere stata, rispetto alla vastità di emozioni e sentimenti, che sapeva bene di aver provato e vissuto.

Perché solo i dolori continuavano a stagliarsi nitidi nella mente? Le rinunce, i pianti e i rimorsi per aver lasciato andare via. senza lottare. tanta parte di sé.

A differenza delle gioie, le sofferenze continuavano a zampillare dalla fonte dei ricordi pur senza che lei le revocasse.

Dietro, oscurati dalle loro ombre invadenti, c’ erano i momenti felici, i giorni inseguiti, gli attimi di abbandono totale e il tripudio dell’ amore. Come lampi improvvisi, talvolta il verde e l’ azzurro del cielo e quello di occhi amati che si erano persi nei propri per attimi di eternità. Poi ancora quello zampillare insistente, per anni e anni, lunghi e lenti come le processioni di pellegrini che si recano in ginocchio a chiedere la grazia al santuario.

Ah, poter sciogliere solo per qualche attimo quel gomitolo! Solo il tempo di respirare, di accertarsi che la propria vita non è stata sempre buia e grigia d’ angoscia, per poter gridare al mondo che questa donna è stata un tempo felice, padrona di se stessa, che il mondo intero pareva inginocchiarsi dinanzi ai suoi sogni e alle sue speranze.

E quei giorni le erano appartenuti davvero e nessuno avrebbe mai potuto nasconderli nei giri angusti di una matassa, grande e pesante, così pesante che le dita non ce la facevano più a reggere.


Silvana Poccioni 29/11/2022 15:06 97

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Silvana Poccioni

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Alla ricerca di giorni apparentemente dimenticati, (Antonio Terracciano)

ma che dal nostro subconscio ci aiutano a vivere. (Antonio Terracciano)



Silvana Poccioni ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieAddio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini

Pagine: 92 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Silvana Poccioni:
Silvana Poccioni
 I suoi 91 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La mosca (05/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Srotolare la matassa (29/11/2022)

Una proposta:
 
Srotolare la matassa (29/11/2022)

Il racconto più letto:
 
Il libro aperto (30/01/2015, 5971 letture)


 Le poesie di Silvana Poccioni

Cerca il racconto:



  



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2023 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it