3681 visitatori in 24 ore
 144 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3681

144 persone sono online
Autori online: 2
Lettori online: 142
Poesie pubblicate: 358’156
Autori attivi: 7’542

Gli ultimi 5 iscritti: Sapauch - OzaimBug - MichaelTah - Katrinador - franco cilli
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Stella

Ragazzi

Era lì Stella, con quegli occhioni grandi, a soddisfare finalmente la sua curiosità.

Frugava dentro un vecchio baule, nella soffitta, tra i merletti ed i vecchi ricordi di sua madre.
Era piccola ancora, tutto intorno per lei era magico.

Sorrideva insieme ed Isabella ed Angela, inseparabili compagne di giochi. Con loro passava gran parte delle sue giornate.

Ridevano a crepapelle quando, Stella, indossato il sottogonna in pizzo dell'abito da sposa di mamma, inciampava e scompariva tra le frange.

Lei si sentiva una piccola fatina ed il bouquet di rose essiccate diventava, per questo, una magica bacchetta.

Si trasformava quella vecchia soffitta, come per incanto, in un grande salone colorato di luci.
Danzavano in girotondo mentre ogni cosa profumava di favola.

Un vecchio pendolo sulla parete, scandiva le ore, mentre volavano via le piccole paure.
Da una porta socchiusa in fondo alla soffitta, leggeri aliti di vento accarezzavano le loro tenere gote.
Ignare di ciò che stava per accadere, le piccole continuavano a sorridere fino a quando svanì, in un rumore assordante, ogni magia.

Spaventate e disorientate si abbracciarono, mentre parte del soffitto piano piano stava per cedere sotto i loro piedi.

Urla sovrumane arrivarono ad Anna e Roby, i genitori, che si precipitarono col cuore in gola
verso la soffitta; era successo quello che da tempo avevano temuto.

La casa era fatiscente, Roby l'aveva ereditata e non aveva avuto né il coraggio né la voglia di abbandonarla.
Avevano sempre proibito alla piccola di salire quelle scale ma è bastato un attimo, solo un attimo, perché potesse accadere un vero disastro.

Aperta la porta, le tre piccole, ancora vicine si tenevano per mano, il terrore si era impadronito dei loro volti.

Solo la voce rassicurante della mamma, le riportò alla calma.

Il pavimento, si era inclinato vicino al grosso baule ma reggeva ancora tuttavia, anche se lì accanto una piccola voragine si era aperta.

Con una calma non comune Anna incominciò, con voce sicura, a far riprendere fiato alle bambine, aiutandole a superare la paura, mentre Roby lanciava loro una corda per evitare che scivolassero nel vuoto.
Nel giro di qualche minuto, le piccole erano già in salvo e la casa abbandonata.

Mentre si allontanavano silenziosamente, Stella tremava e piangeva ancora a dirotto, si sentiva in colpa, perché la sua voglia di sognare era stata così tanta da averle fatto perdere il senso della realtà, non valutando il pericolo contro cui tante volte la mamma l'aveva messa in guardia ma per lei, la vita era solo un gioco. Per lei sognare era la vita, una vita che adesso doveva voltare pagina, lontana da quella casa che aveva tanto amato, sicura in cuor suo che non avrebbe mai più disobbedito.


Melina Licata


Melina Licata 24/07/2013 15:34 1 1732

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Melina Licata

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«un racconto stupendo che si legge con interesse e coinvolgimento... scritto veramente bene»
Giacomo Scimonelli

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

E' bellissima Melina ... (Cristina Pinochi)

Bellissima ! (Cristina Pinochi)



Ritratto di Melina Licata:
Melina Licata
 I suoi 5 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Stella (24/07/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Stefanu e u campusantaru (05/11/2018)

Il racconto più letto:
 
Chiddru ca facemu avemu fattu (06/01/2014, 2216 letture)


 Le poesie di Melina Licata

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2022 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it