4425 visitatori in 24 ore
 244 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4425

244 persone sono online
Autori online: 13
Lettori online: 231
Poesie pubblicate: 322’630
Autori attivi: 7’359

Gli ultimi 5 iscritti: sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil - Maddalena Corigliano - emanuele serafini
Chi c'è nel sito:
Club Scriveresergio garbellini Messaggio privatoClub ScrivereAnna Di Principe Messaggio privato ♦ Pietro De Simone Messaggio privato ♦ Patrizia Cosenza Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato ♦ Carmine Ianniello 1 Messaggio privatoClub ScrivereRita Stanzione Messaggio privato ♦ Caterina Viola Scimeca Messaggio privato ♦ lazzarini gabriele Messaggio privato ♦ Luca Falangone Messaggio privato ♦ luccardi nicolò Messaggio privato ♦ RossellaP Messaggio privato ♦ Mario Bugli Messaggio privato
Vi sono online 5 membri del Comitato di lettura







Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info
Questa è un racconto erotico: se può turbare la tua sensibilita o se non hai più di 18 anni dovresti evitare di leggerlo.

Il culetto a mandolino

Erotismo e per adulti

Era il 1980.

Marcello, che era addetto culturale all’ ambasciata italiana a Parigi, stava tornando in Francia, dopo aver passato le festività di carnevale nel suo paese natio, quando decise ­­­­ di fermarsi a Bologna per andare a trovare una sua carissima amica, che non vedeva da molto tempo.

Aveva prenotato una cuccetta sul treno 343 e non vedeva l’ ora di prendere quel treno che gli avrebbe offerto la possibilità d’ incontrare la donna più sexy e seducente della sua vita.

A Parigi lo aspettava la sua ragazza tailandese che faceva l’ indossatrice per una nota azienda di moda.

Francesca lo ricevette con entusiasmo e, dopo aver cenato insieme in un ristorante del centro, lo accompagnò alla stazione.

Marcello salì sul vagone, stracolmo di viaggiatori e valigie, e cercò la sua cuccetta. Entrò nello scompartimento, dove c’ erano quattro uomini. Ripose la sua valigia nell’ apposito ripiano e si mise a leggere un libro.

Dopo qualche minuto, il treno si mosse rumorosamente e ripartì nella notte.

Nell’ ultima stazione ferroviaria, prima d’ oltrepassare il confine francese, una giovane donna aprì la porta dello scompartimento, si guardò attorno con circospezione, si avvicinò a Marcello e lo baciò appassionatamente sulla bocca.

Dopo averlo baciato la donna disse ad alta voce:

Amore, come vedi ce lo fatta! Sono arrivata in tempo per passare quella famosa settimana di passione che mi hai promesso !”

I quattro uomini assistettero alla scena con curiosità.

Marcello guardò la donna con incredulità, il suo bacio lo aveva letteralmente stordito. Non conosceva quella donna, ma la sua lingua lo aveva convinto che non correva alcun rischio.

La donna si tolse il cappotto, che indossava, lo piegò accuratamente, lo posò con cura sulla valigetta e si piegò per preparare la sua cuccetta.

I quattro uomini guardarono con morbosa attenzione il fondoschiena di quella misteriosa viaggiatrice. Sembrava un angelo sceso dal cielo per regalare agli uomini di quel fortunato scompartimento una visione idilliaca.

Dopo qualche minuto di morbosa osservazione, i quattro uomini alzarono all’ unisono lo sguardo verso il fortunato compagno della donna, cercando di intuire quale fosse il fascino di quell’ uomo, così favorito dalla sorte da meritarsi una donna così affascinante.

Marcello si sentiva a disagio perché doveva fare uno sforzo immane per non guardare quella donna, che non conosceva, e che lo turbava perché era veramente bella.

Indossava un paio di jeans attillatissimi che facevano risaltare il suo fondoschiena mozzafiato.

Improvvisamente, la donna sentendosi osservata si girò per posare la sua valigetta sulla cuccetta. Indossava, nonostante il freddo che imperversava da molto tempo, una camicetta slacciata che faceva intravedere un seno abbondante.

Non vieni ad aiutarmi?”, gli disse la donna.

Marcello si sentiva venire meno e dovette fare uno sforzo per non svenire.

La donna, di cui non conosceva neanche il nome, si rivolgeva a lui, come se si conoscessero da sempre.

Dopo qualche minuto di silenzio, la donna gli disse:

Mi accompagni al bagno? Ho voglia di mettermi il pigiama!”

Marcello la seguì silenziosamente e notò che, quando si muoveva nel corridoio del treno, gli uomini si giravano e le guardavano il sedere.

Che bel culetto a mandolino!”, le disse un quarantenne brizzolato.

La donna sembrava essere conscia del potere che esercitava sugli uomini e ancheggiava volutamente per provocarli.

Arrivati al bagno, la donna lo invitò a entrare.

Marcello era incredulo e pensava di essere nel bel mezzo di un sogno. La donna lo fece entrare, chiuse a chiave la porta di metallo, gli porse un pigiama a righe e cominciò a spogliarsi lentamente. Si tolse a fatica i jeans attillati e il reggiseno.

Era di una bellezza sconvolgente: indossava biancheria intima nera che faceva spiccare un corpo scultoreo ed eccitante. I seni sembravano scolpiti nel granito e l’ agognato fondoschiena era un vero e proprio capolavoro della natura.

Marcello la guardava incredulo. Inaspettatamente, la donna si abbassò gli slip e si appoggiò al lavabo.

Prendimi, ho voglia di te!”

Marcello pensava a uno scherzo, ma l’ invito era così ammaliante che cominciò a toccarla con impeto.

Mettilo laddove tutti gli uomini vorrebbero mettermelo! ”

Marcello non se lo fece ripetere due volte e la possedette con veemenza e passione.

L’ urlo che emise raggiungendo l’ indescrivibile orgasmo si mescolò al rumore del treno che sfrecciava nella notte.

La donna lo guardò soddisfatta, s’ infilò il pigiama e uscì dal bagno.

Marcello cercò si aggiustarsi alla meno peggio e uscì anche lui, davanti agli occhi meravigliati di un anziano che lo guardò con stupore.

Si fermò qualche minuto nel corridoio per fumare una sigaretta, poi rientrò silenziosamente nello scompartimento.

La donna stava dormendo profondamente.

Si mise nella cuccetta e si addormentò, ancora incredulo dell’ avventura amorosa consumata all’ interno del bagno del treno.

Quando riaprì gli occhi, la mattina, si stropicciò energicamente gli occhi e si guardò attorno, alla ricerca della donna misteriosa.

Era scomparsa, probabilmente era scesa prima che lui si svegliasse.

Il treno era arrivato alla Gare de Lyon.

Notò che sulla sua cuccetta spiccava un bottone dorato a forma di quadrifoglio.

Dopo quasi trentacinque anni, da quella fatidica notte, Marcello conserva ancora quel bottone e si chiede come mai quella donna misteriosa e bellissima gli abbia concesso il privilegio di amarla, in quel modo, nel buio di uno squallido bagno.



Sergio Melchiorre 01/11/2014 18:52 1 12742

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Sergio MelchiorrePrecedente di Sergio Melchiorre

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Un racconto molto sexy e misterioso... sembra inverosimile questa storia, par di vivere in un mondo diverso, dove si nota passione ed estasi.
Nel ricordo non ha fine, resta impresso per sempre quel che è accaduto nella tualette del bagno del treno...»
Clelia Maria Parente

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Sergio Melchiorre ha pubblicato in:

Libro di poesieAnime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere

Pagine: 132 - € 10,00
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686061


Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libri di poesia

Ritratto di Sergio Melchiorre:
Sergio Melchiorre
 I suoi 88 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Gina non ha più lacrime per piangere (07/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
La moglie del sindaco (23/08/2017)

Una proposta:
 
La verità nascosta (07/07/2017)

Il racconto più letto:
 
La stanza del peccato (03/08/2013, 43770 letture)


 Le poesie di Sergio Melchiorre

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it