4730 visitatori in 24 ore
 225 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4730

225 persone sono online
Autori online: 12
Lettori online: 213
Poesie pubblicate: 325ĺ177
Autori attivi: 7ĺ373

Gli ultimi 5 iscritti: Calliope98 - prosdocimo - Stefano Di Tonno - Andre - Okinawa
Chi c'è nel sito:
♦ Gentiana Marika Messaggio privato ♦ Carmine Ianniello 1 Messaggio privato ♦ gabriele fratini Messaggio privato ♦ paolo corinto tiberio Messaggio privato ♦ neropaco Messaggio privato ♦ Marco Cutigni Messaggio privato ♦ Miriam P Messaggio privatoClub ScrivereFerny Max Curzio Messaggio privato ♦ Paola Riccio Messaggio privatoClub ScrivereNunzio Buono Messaggio privato ♦ giovanni bianchi Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privato
Vi sono online 3 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Le due Sirene

Fantasy

Era una notte d'agosto.
Non si riusciva a dormire per niente, le lenzuola del letto erano umide del mio sudare. Erano circa le tre di notte, mi giravo, mi rigiravo ma niente, il sonno tardava all'appuntamento come il treno alla stazione. Così decisi di uscire dal caldo asfissiante di casa mia e di andare sul lungomare per prendere una boccata di iodio puro. Il mare di Mergellina o mare di gemme, dista
poco da casa. Mi vestii in fretta, maglietta e pantaloncino corto, scappai dall'inferno delle lenzuola. Me ne andai di corsa da casa, scappando senza nemmeno chiudere la porta, volevo il mare, volevo sentire il suo rumoreggiare di notte, la sua nenia, sentire dentro di me l'aria frizzantina, e osservare le stelle stando seduto sopra gli scogli. Arrivai al mare in meno di venti minuti. Che bello, non c'era nessuno, stavo bene insieme agli scogli e al rumore dell'acqua, che, spinta dal vento, si scagliava forte sulle pietre bianche: " Pietre di marmo o sentinelle di fortezza". Sentinelle in quanto, sorvegliavano l'acqua che ha sempre ha fame della terra. Piano, attraversai il lungo pontile, e con attenzione, cercando di non cadere, scartai gli scogli meno ospitali che illuminati dalla luna sembravano di ghiaccio. Prima mi sedetti, poi mi distesi come se fossi sopra ad un letto morbido e accogliente. Si stava tranquilli, il rumore del mare mi faceva compagnia, quasi, come se quasi, mi cantasse una ninna nanna per farmi addormentare. I miei occhi restarono aperti e vigili ad osservare l'immenso cielo colorato reso tale dalla luce delle stelle e dal satellite di panna, quale è, la luna bianca.
Pensavo all'ignoto, all'esistere, pensavo a cosa siamo, e cosa ci facciamo su questa terra che ci ospita, che gira e rigira attorno al giallo padre sole incessantemente senza mai fermarsi. Ecco, pensavo a questo, quando improvvisamente sentii delle voci. Chi era quell'ora di notte? mi spaventai, ma poi, improvvisamente vidi due figure che da lontano mi indicavano qualcosa, quasi urlavano. Impaurito, spaventato mi alzai, cercavo di mettere a fuoco le cose, ma era buio fuori e buio dentro per la paura. Non riuscivo a muovermi e nemmeno a pensare, ero pietrificato, sudavo, ero scoglio. Le due figure si stavano avvicinando, un'angoscia leggera si impadronì del mio cuore. Ma, all'improvviso, tutto si trasformò in meraviglia: " No, non era possibile." Le due figure indovinate un po’ chi erano? Erano due Sirene, si avvicinarono con passo lento, mi dissero che amavano prendere di notte i raggi della luna sul corpo per lucidare le loro squame, in poche parole, si abbronzavano. Rimasi sbalordito. Una delle Sirena era di colore rosso, aveva capelli lunghissimi che gli toccavano i piedi. L'altra sirena, la più bella, era di colore verde, aveva occhi azzurri come il mare, viso ovale e capelli corti. Mi dissero di chiamarsi una Partenope e l'altra Silema e che non dovevo temere nulla da parte loro, erano solo Sirene del mare gemmoso, e che anche loro due, come me, si meravigliavano che le avevo viste nuotare, non era mai accaduto che fossero viste da un essere umano. Poi mi dissero:" Senti Pasqui, noi sappiamo che, chi ci vede è una persona speciale. Una persona speciale che non vede con gli occhi, ma con la fantasia e con gli occhi del cuore, ecco, tu lo sei speciale e questo ci rallegra." Come per magia, poi, improvvisamente sparirono rituffandosi nell'acqua cristallina. Sparirono dentro un fascio di luce colorato di bianco che rubarono alla luna, ma prima di scomparire nelle profonde acque salate del mare, mi salutarono con mille smorfie cercando di farmi ridere, mi mostarono le code colorate e squamose, con le mani mi mandarono baci e mi raccomandarono di non dir niente sull'accaduto, altrimenti mi avrebbero rinchiuso in qualche manicomio. Stupito, corsi velocemente a casa, ero frenetico, meravigliato di tale avvenimento, l'indomani pensavo che avrei raccontato a tutta Napoli questa storia delle Sirene. Ancora incredulo dell'avvenimento, mi addormentai!

Ma ecco improvvisamente la sveglia suonare:" Drin, Drriiii, Driiiii. " Caspita, erano già le sette! Dovevo andare a lavorare

Pensai che il tutto era stato solo un sogno. Mi chiesi delle due Sirene, del mare, degli scogli color ghiaccio di Mergellina, mentre una voce che non riuscivo a comprendere da che parte provenisse, mi urlava forte nelle orecchie, dicendomi: " Guarda ragazzo che la vera vita è il sogno, l'altra, quella che voi chiamate reale, non esiste. Ebbi nuovamente paura, scappai via da casa, il lavoro mi attendeva. Quella notte era stata una notte caldissima e strana, le gemme di Mergellina ancora brillavano nei miei occhi. Certamente, riguardo le Sirene ero convinto già prima che sognassi della loro esistenza, sono fermamente convinto ancora tutt'oggi con sicurezza e certezza ontologica, certezza assoluta radicata nel mio essere che effettivamente le Sirene esistono davvero, e che certamente di notte si distendono sugli scogli bianchi di Mergellina per prendersi i raggi di luna sulle squame del corpo. Quindi, stanno là, sdraiate sugli scogli marmorei per abbronzarsi di bianco colore, distese sotto la palla luminosa fatta di panna e di neve.

Ne sono certo...

Sopra al capo portano una corona.

Sdraiate sugli scogli bianchi al chiaro di luna nelle notti d'agosto.

Vestite solo da squame.

Lunghi hanno i capelli ramati,

intrecciati tra loro con fili di corallo rosa.

Ricci e stelle marine,

gamberi e triglie, i loro amici.

I piedi loro, due pinne perfette.

Le mani lunghe e affusolate.

Gli occhi lucenti,

colorati d'azzurro come il mare.

Le bocche, rosse fragole di bosco.

Veloci nuotano nelle chiare acque del golfo.

Da Posillipo ai piedi del Vesuvio,

da Capo Miseno, all'isola di Capri.

Con poche bracciate,

coprono l'intero percorso del golfo di Partenope Regina.


Pasqui Lettieri 05/01/2011 09:12 4074

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonchÚ qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Pasqui LettieriPrecedente di Pasqui Lettieri

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

"L'essenziale Ŕ invisibile agli occhi",sempre! (Domenica Carrozza)

bel racconto apprezzato (Citarei Loretta Margherita)



Pasqui Lettieri ha pubblicato in:

Libro di poesieFoto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie

Pagine: 200 - € 14,00
Anno: 2009 - ISBN: 978-88-6096-494-6


Libro di poesieSalutiamo Eluana
Autori Vari
Poesie per la morte di Eluana Englaro, dallo Speciale "Salutiamo Eluana"

Pagine: 68 - € 9.53
Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Pasqui Lettieri:
Pasqui Lettieri
 I suoi 152 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Acino lo Gnomo (21/12/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
La coscia di pollo (16/11/2017)

Una proposta:
 
La coscia di pollo (16/11/2017)

Il racconto più letto:
 
Le due Sirene (05/01/2011, 4075 letture)


 Le poesie di Pasqui Lettieri

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pi¨ frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it