3937 visitatori in 24 ore
 230 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3937

230 persone sono online
Autori online: 17
Lettori online: 213
Poesie pubblicate: 330’992
Autori attivi: 7’436

Gli ultimi 5 iscritti: Alda Bia - Anita Pallarino - Giovanni1967 - Pietro Santoro - Euphemia
Chi c'è nel sito:
♦ Gesuino Curreli Messaggio privatoClub ScrivereSara Acireale Messaggio privatoClub ScrivereRosaria Catania Messaggio privatoClub ScrivereAlberto De Matteis Messaggio privatoClub ScrivereStello Messaggio privato ♦ Patrizia Iannetta Messaggio privato ♦ L Falchero Messaggio privatoClub ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privatoClub ScrivereGiacomo Scimonelli Messaggio privato ♦ G Paolo Landoni Messaggio privatoClub ScrivereGiovanni Monopoli Messaggio privato ♦ Monica Messa Messaggio privatoClub ScrivereAugusto Cervo Messaggio privatoClub ScrivereAngela Schembri Messaggio privatoClub ScrivereStefania Siani Messaggio privato ♦ Giovanni Chianese Messaggio privato ♦ Alda Bia Messaggio privato
Vi sono online 7 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Mondi lontanissimi III

Biografie e Diari

I primi tempi andavamo sole, dovevamo stabilire un legame, un contatto. Un conto era in casa al sicuro, un conto fuori fra altri cani e persone. Aveva paura delle sedie e del vento. Piangeva e guaiva, ma non era aggressiva. Era curiosa e sprezzante anche se parecchio diffendente. Non mi fidavo di lasciarla libera fuori delle aree di sgambo, anche se la moda di tenerli sciolti era molto sentita qua, quasi un must. Se fosse stata aggredita o peggio mi sarei portata pure questo rimorso. No, grazie ne ho già una valanga.

Nel recinto spariva fra l’ erba alta, mi faceva l’agguati. Correva, scavava e cacciava lucertole. Vederla serena, sicura, inciampare e ripartire. Grazie a lei tornai a sorridere. Cresceva ed era in salute.

Gli altri padroni, oltre a chiederemi che razza fosse, mi facevano le domande più disparate, in certi casi anche balorde. Al sentir dire " meticcio " cominciavano ad analizzare e fare illazioni sulla presunta genia tirando ad indovinare, come se fosse importante, come se dovessero risolvere un puzzle. Rispondevo sempre: ” basta che sia sana e cresca bene. Se fosse stata mezzo lupo, 3/4 lepre e 2/3 maremmano non mi interessava “.
Avevo già adocchiato una manciata di padroni insopportabili, eccessivi e fin troppo boriosi.
Due donne more: Lì per lì credevo fossero sorelle. Le sentivo parlare, anzi urlare. Avevano il tono della voce molto alto, quasi disturbante, quasi a voler farsi vedere. Amvano il caldo, 35°, cammelli, palmizi e poi stavano sotto gli alberi all’ ombra? Non mi piacquero per nulla. Sì davano troppe arie e mi davano il senso di viscido.
Visti poi gli argomenti di discussione... isola dei famosi, uomini e donne, grande fratello et similis, erano da tenere alla larga. Non mi servivano amici o aficionados.
C’ era persona anziana mi pare si chiamasse Gianni, elargiva biscotti ai cani come una vecchia nonna fa con il nipote. Li dava a tutti tranne che alla sua. Nonsense. Non sembrava malvagio, ma non ci legai più di tanto.
Mi limitavo al “ buon pomeriggio e stop”.
La maggior parte erano donne, ma alcune sembravano uomini travestiti. Il linguaggio del corpo parlava chiaro. Non so, forse ero prevenuta io, ma non mi sembravano sincere. Ci stetti alla larga come se fossero portatrici di Ebola. D’ altronde, viviamo con i nostri difetti come con i nostri odori corporali: noi non li percepiamo e non danno fastidio eccetto che a quelli che sono vicini a noi. Io ero diffidente. Se non mi tolleravano, pazienza era un problema loro.

Non legai strettamente con i locali. Certo, qualche parola mi piaceva farla, ma non è quello che cervavo. Avevo comprato un binocolo per vedere dal terrazzo se i recinti fossero vuoti, se lo erano partivo a razzo. Un comportamento difensivo e guardingo, ma non volevo altri problemi, ne avevo già parecchi. Avevo bisogno di calma e serenità anche per il bene di Raya.

Ogni due settimane mi chiamava la volontaria del rifugio "Zampe e code" per sapere lo stato di salute della cucciolina. Tramite whatsapp le mandavo le foto, almeno aveva le prove e non solo le parole.

Il processo si avvicinava come un treno ed i nervi erano tesi come balestre. Per scaricare la tensione o almeno provarci, decisi di fare due passi.

Era fresco ed un maglioncino non ci stava male. Il parco di notte sembrava quasi un quadro... luci dei lampioni, chiari scuri e sagome indefinite. Tutto dilatato e celato. Nessun cane o rumore troppo forte. Camminavo piano cercando di buttare fuori il nervoso, ma nelle gambe sentivo smania. Presi un mezzo infarto quando arrivato vicino al recinto, un cane nero nemmen troppo grosso mi fece un mezzo abbaio. L’istinto mi portò a urlare.

"Eolo zitto, vieni via di lì". Poi un fascio di luce tipo lampada alogena squarciò il buio, persi mezza diottria. C’ era una persona seduta per terra, il padrone credo. "Ma chi viene al recinto all’ una di notte e si mette per terra nonostante le due panchine ? " mi domandai stropicciandomi l’occhio.
Ripresi il mio giro cercando di svuotare la mente, dovevo dormire almeno qualche ora, alle 8: 30 avrei dovuto affrontare il mio passato.

Fine III parte


Matteo Bio Matteucci 28/04/2018 14:25 31

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo Bio MatteucciPrecedente di Matteo Bio Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Bio Matteucci:
Matteo Bio Matteucci
 I suoi 133 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Mondi lontanissimi VI (Epilogo) (02/05/2018)

Una proposta:
 
Mondi lontanissimi II (27/04/2018)

Il racconto più letto:
 
Voglie (27/04/2016, 3268 letture)


 Le poesie di Matteo Bio Matteucci

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it