3161 visitatori in 24 ore
 347 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3161

347 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 346
Poesie pubblicate: 348’677
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: Alberto Bangher - Berti - Merillbok - Donniecic - Miguelcus
Chi c'è nel sito:
Club ScriverePaola Segatto Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Dialetti buona notte Storiellina

Fantasy


Dialetti buona notte Storiellina

Sbadigliava stanco morto sul microfono spento

e ai piedi indossava dei sandali, escogitando barzellette

rideva tutto da solo, con canotta e birra aspettava il cantante salir sul palco
in quel disegno mai iniziato s’ intravedeva un linguaggio francese,

dialettale narrato a sillabe

con segni e a mozziconi sparsi
la foresta sua, era incantata da elfi folletti e spiritelli,

con centomila tribù che gli ballavano sui ceppi accesi

del suo cervello spento come il microfono
Pier Paolo Pasolini, gli apparve dinnanzi

erano i fumi dell’ alcool che facevano effetto
era sceso dalle nuvole in groppa ad Eros e gli gridò forte

perché lui era sordo di suo

come le campane a festa

lo rimproverò così tanto da far tremar la terra,

ed il vulcano dell’ Etna si accese ed eruttò di scatto
Hai sbagliato tutto stupido di uno stupido,

anche la tua vita è sbagliata stupida e vuota
fatalità consente, sulla linguistica vocale di interpretar i suoni

l’ error resterà così incastrato

su un petalo di rose e ne seccherà la tenera foglia
E buona notte dialetti cantati
Meraviglioso, ma come non ti accorgi di quando il mondo sia meraviglioso,

gridò ad alta voce Domenico Modugno,

si trovava li di passaggio, così si fermò a salutare
la vita disse è una grande occasione

da non lasciarsela sfuggire

ed io l’ ho lasciata a malincuore, insieme alle mie adorate tartarughe
Sarà gelo oppur sudore misto a cenere di polvere

Pier Paolo Pasolini annuì convinto col l’ accenno di un si
e a me l’ han rubata strappata a morsi,

eran pecore che pascolavano laggiù vedi

sul quel bel prato verde, in una ottusa giostra di barbarie di emicranie
giravano tutti, con la coda fra le gambe,

non è cambiato nulla allora come ora
Italo Calvino li ascoltò nella lor delusion ragione,

stavan tutti seduti ad ascoltar

dissero in coro, una vera delusione è stata è sarà la solita storia,

forse sarà una nuova preistoria a voltar pagina
A biancheggiar le nuove ere

alle spalle si intravide la tramontana, in quell’ azzurro remoto desiderio

si affievolì va, va, va, ma va... ma va...

andate a dormir, sotto le vesti del grande Omero

lui sì ne inventò tante di storielle

furon telenovelas a puntate, e in un sublime giorno nacque,

a lor malinconia di ritornar a vivere
Meravigliosa alba,

incantata di colori risveglio di suoni canti e voci di bimbi
San Pietro si svegliò dal lungo sonno, per il troppo scirocco aveva tanta sete,

la sera prima aveva mangiato la pizza col salame piccante offertagli da Totò nella bella Napoli
ne rimase stupito non trovando acqua dal rubinetto

sarà forse per questo motivo che ha piovuto tanto quest’ anno e il tubo del flessibile era rotto

eran secoli che non veniva aggiustato, nessun idraulico ancora si era fatto vivo
sulla terra sono aghi nel pagliaio,

pensa in Paradiso saranno tutti al purgatorio a meditar delle alte

tariffe chieste
Su questa misera terra piove sempre,

un mondo corrotto di politici puttane e ladri

di corsa arriva col fiatone Liz Taylor,

chiede un favore se qualcuno conosce un buon chirurgo plastico,

vuol rifarsi le tette

nessuno l’ ascolta lei parla sol l’ inglese dialettale

e neppur la riconoscono,

la vecchiaia le han lasciato brutti segni

son tutti là ad aspettar il cantante sul palco,

ma chi sarà mai un panino una pizzetta e la birra a fiumi

il microfono ora è acceso e l’ uomo in canotta è sdraiato a terra

russa e sbava, le luci sul palco si accendono e i fans son tutti in subbuglio

sta per iniziare, da lontano arriva un vocio

si vedono una marea di uomini tutti in riga,

ben ordinati col passo sicuro sembrano soldati in marcia vestiti con lunghe sottanee,

un cerchio luminoso in testa, sono tutti Santi del Paradiso che,

son scesi per protestare, sono stanchi di sentirsi sempre nominati

per ogni arrabbiatura, vogliono le ferie e poi le feste son finite

nessuno li ha pagati, non hanno visto un euro in tasca, così han deciso

facciamo sciopero

per sbaglio fra di loro era rimasta intrappolata una piccola donnina,

bionda era Marilyn Monroe

l’ han tutti riconosciuta dalla gonna al vento

appigliata a un Santo

era ancora bella con fianchi stretti e calze a rete

lei era definita un cerchio perfetto di un vero tocco alla Giotto

facea girar la testa anche da morta
Charlot e Macario, oscurarono il grande bluffo buffo,

ballato artistico non è questa la vera vita

chiesero in tanti in un unico rimpianto, fraterno

Nostradamus domani, parlerà in radio e alla tv

sentirete la sua vera voce bianca

e come i peperoni che tornano sù vi rimarrà sullo stomaco

Una parola un oceano immenso, un rovescio ed un dritto trapuntato

la luce ed il buio annebbiano o accendono, così le lor strade si divisero

appartengono ad altri lidi e miti

la musica sul palco ebbe inizio

entrò Freddie Mercury e iniziò l’ incantesimo...

E Dialetti buona notteai suonatori


Rosaria Catania 27/01/2019 18:06 383

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Rosaria Catania

Nota dell'autore:
«Una fantastica allegoria di un sogno di perdonaggi importanti»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Rosaria Catania:
Rosaria Catania
 I suoi 17 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Dialetti buona notte Storiellina (27/01/2019)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
I piatti del mio DN. A (20/02/2019)

Una proposta:
 
Ciauru ri buatta (03/02/2019)

Il racconto più letto:
 
Dialetti buona notte Storiellina (27/01/2019, 384 letture)


 Le poesie di Rosaria Catania

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it