2807 visitatori in 24 ore
 174 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2807

174 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 171
Poesie pubblicate: 342’825
Autori attivi: 7’512

Gli ultimi 5 iscritti: Tatianaot - LeinaD - DustinniX - Claudiakery - Charlesproni
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRasimaco Messaggio privatoClub ScrivereDonato Leo Messaggio privatoClub Scrivereantonello carnà Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

La scalata

Viaggi e Avventura

Molti individui amano la montagna, per le meravigliose e affascinanti sensazioni che sa trasmettere, ma non tutti sono in grado di scalarla, perché è “ impresa ardua” e soprattutto richiede una valida preparazione, allenamento, e un buon controllo di nervi, perché la situazione, spesso presenta dei rischi da non sottovalutare.

Enrico e Irene sono abbastanza pratici di “ arrampicate”, anche piuttosto impegnative, ma non paghi di questa esperienza, decidono, di comune accordo, di voler scalare la Bocca di Brenta, sulle Dolomiti.

I due ragazzi sono emozionatissimi e addirittura fanno una scommessa, coi loro amici, sul successo positivo della loro futura impresa.

Avendo preso possesso di corde, moschettoni, imbragatura, rinvio e freni, riempiono il loro zaino del necessario, per cimentarsi in questa nuova avventura.

Le previsioni del tempo, al momento sono favorevoli, quindi i nostri protagonisti, euforici all’ ennesima potenza, si accingono a partire alla volta dei monti.

Il primo tratto della montagna si presenta favorevole alla salita, infatti Irene, gasatissima, va avanti con energia, picconando la parete rocciosa, con molta forza, e salendo sempre più alto… Enrico la segue a ruota, anche lui felicissimo di portare avanti la vicenda.

Il vento, molto piacevole, sfiora i loro volti e sembra quasi incoraggiarli, a proseguire con notevole grinta.

Qualche sterrato sentiero interrompe la ripidità della montagna, quindi i nostri pionieri decidono di fermarsi per una pausa e riempire lo stomaco con qualcosa che dia più vigore.

A quell’ altezza i due godono di un panorama eccezionale, vedendo, dall’ alto, la rigogliosità delle pianure sottostanti e respirando un’ aria, che “ gratifica i polmoni” per la sua purezza. Il silenzio, lassù è immenso e maestoso, ma improvvisamente si sente un rumore metallico e un grido provenire dal basso della montagna. I due ragazzi, allarmati, si spostano dallo scosceso ripiano e si accorgono che uno scalatore è in serie difficoltà, in quanto è rimasto appeso in aria e non riesce a riagganciarsi alla roccia.

Enrico allarmato, si cala subito verso quella persona in pericolo e, riesce con molto sforzo, a tirarlo su e, a salvarlo, da un volo nel vuoto. Lo fa rinfrancare con dell’ acqua, che aveva nella sua borraccia e insieme a Irene, iniziano una conversazione che parla un po’ delle loro storie.

Proseguire il percorso intrapreso, diventa sempre più faticoso, ma i ragazzi vogliono arrivare all’ ambita meta. Rindossano l’ imbragatura e si muniscono nuovamente degli attrezzi necessari, quando improvvisamente, sentono un forte guaito. Non credono ai loro occhi….hanno davanti, un enorme orso bruno che ha tutt’ altro, che un’ aria amichevole. L’ animale arranca verso i tre, che sbigottiti, e impauriti, si sono attaccati alla roccia per paura di essere presi d’ assalto, ma poco dopo appaiono anche due orsetti, e i tre animali s’ allontanano dal sentiero senza procurare danni di sorta.

Fabrizio, è questo il nome del ragazzo tratto in salvo, fa presente di voler approdare, per primo, sulla cima della Bocca di Brenta, e di voler lasciare una sua impronta in loco, appendendo una locandina di stoffa che porta il suo nome. Gli altri due ignorano l’ affermazione, e si rimettono in cammino sulla montagna, con più lena di prima. La roccia sempre più aspra, nella salita, richiede una forte concentrazione da parte dei tre alpinisti, che iniziano anche a essere stanchi dopo le molte ore di arrampicata.

Il cucuzzolo del monte si avvicina sempre più, e mentre Irene se la prende calma nella sua ascesa, fra Enrico e Fabrizio si scatena una vera e propria gara, per arrivare primi al traguardo. Enrico aggancia faticosamente, e velocemente la corda alla parete, per cercare di avere un vantaggio sull’ avversario e Fabrizio si appende a delle rocce meno appuntite, per risparmiare del tempo e avere la meglio….

Ma ecco che la situazione si fa grave…. dall’ alto precipita un grosso masso, che colpisce entrambi i ragazzi, che storditi rimangono attaccati alla roccia con un solo gancio e penzolano nel vuoto privi di sensi.

Irene si trova più indietro sulla sinistra e, resasi conto della spiacevole situazione, cerca faticosamente di raggiungere il rifugio Pedrotti, procurandosi così, l’ aiuto per i due sfortunati amici.

Con molta buona volontà e lena, dopo circa un’ ora Irene riesce a raggiungere la baita e a dare l’ allarme per poter mettere in salvo Enrico e Fabrizio.

Un elicottero si libra nel cielo, ma le condizioni atmosferiche sono improvvisamente peggiorate, e i soccorsi non riescono ad avvicinarsi al punto ove sono i ragazzi. Incredibilmente Enrico ha ripreso conoscenza e trascinandosi il compagno ferito, cerca, faticosamente di raggiungere la vetta della montagna. Il vento forte gli brucia il viso, ma il nostro protagonista non si perde d’ animo e “ si arrampica” coraggiosamente fino alla cima del Brenta. L’ elicottero che girava intorno per cercare di salvare i due malcapitati, con una manovra rischiosa si avvicina al cucuzzolo della montagna, riuscendo a trarre in salvo i due ragazzi.

Anche se fra mille difficoltà l’ impresa è stata portata a termine, per il futuro i tre alpinisti hanno

deciso di cimentarsi solo in arrampicate con la corda, sul muro.


Silvia De Angelis 03/02/2019 08:08 1 188

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Silvia De AngelisPrecedente di Silvia De Angelis

Nota dell'autore:
«La montagna e i suoi pericoli...»

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Purtroppo, bisogna scalare montagne anche per capire l’amore...»
Fadda Tonino

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Mettiamo in gioco tutto quello che abbiamo (Fadda Tonino)

Ogni volta che usciamo di casa.Ottimo racconto (Fadda Tonino)

che invita a riflettere sui rischi anche di una (Fadda Tonino)

semplice scalata, uscita di svago.Complimenti (Fadda Tonino)

Racconto ben strutturaro nei particolari anche te (giuseppe gianpaolo casarini)

tecnici di una scalata alpina..scrittura fluente r (giuseppe gianpaolo casarini)

rapida scorrevole..piacevole lettura (giuseppe gianpaolo casarini)



Silvia De Angelis ha pubblicato in:

Libro di poesieSe tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 208 - € 11
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686214


Libro di poesieTu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Pagine: 240 - € 12
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686108


Libro di poesieAnime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere

Pagine: 132 - € 10,00
Anno: 2012 - ISBN: 9781471686061


Libri di poesia

Ritratto di Silvia De Angelis:
Silvia De Angelis
 I suoi 48 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Il primo bacio d'amore (15/09/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Viaggio a Venezia (03/05/2019)

Una proposta:
 
Calliope (23/02/2019)

Il racconto più letto:
 
La volpe e la cicogna (Dialetto piemontese) (24/11/2010, 3142 letture)


 Le poesie di Silvia De Angelis

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it