4006 visitatori in 24 ore
 232 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4006

232 persone sono online
Autori online: 5
Lettori online: 227
Poesie pubblicate: 343’246
Autori attivi: 7’501

Gli ultimi 5 iscritti: Extrosa - Rosalba Fieramosca - Marinella - Everettweaby - Richi
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMarco Forti Messaggio privatoClub ScrivereWinterWolf Messaggio privatoClub ScrivereDelfina Andolfi Messaggio privatoClub ScrivereAdriana Bellanca Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Tu sei la mia ispirazione

Amore


Mi trovavo seduta su un grosso sasso in riva al mare. Guardavo le onde che nel loro andare avanti e indietro, mi cullavano come una ninna nanna. Era l’ unico momento della giornata che riuscivo a rilassarmi, a godere della pace di quel mare che adoravo.

Le casette colorate che sembravano una sopra l’ altra, davano l’ impressione di vivere in un presepe, un posto tranquillo che a volte però sentivo come una prigione, avevo bisogno di spazi aperti, di non vedere nessuno e di non dover rispondere a tutti i saluti e domande che inevitabilmente, mi facevano amici e conoscenti.

Tornavo qua tutti gli anni per passare le vacanze e per scrivere. Mi piaceva scrivere romanzi d’ amore che cercavo di creare con la mia fantasia. Scappavo dalla città proprio per poter spaziare con la mia mente e inventare storie che facessero sognare, ma questa volta, non so perchè, non riuscivo a scrivere niente, mi dava fastidio la gente, mi dava fastidio tutto, cos’ era cambiato in realtà dall’ anno scorso?

Una domanda alla quale non volevo rispondere perchè sapevo anche troppo bene la risposta...

Chiudo gli occhi, e lo vedo. Seduto sulla sabbia a pochi passi da me, bello come il sole, e cosa strana, nessuna ragazza in sua compagnia. Subito il mio interesse si fa così evidente che lui gira la testa, mi guarda e mi sorride. Io vorrei sprofondare dalla vergogna, infatti, l’ avevo osservato troppo sfacciatamente, e ora lui chissa cosa pensava di me!

Pensasse quello che vuole! mi dissi. Così, ricambiando il suo bellissimo sorriso, scesi dalla pietra, e mi avvicinai a lui.-

-Ciao, dissi io

-Ciao, rispose lui

-Sei di qua‘? domandai

-Si. Però lavoro a Roma, e mi concedo raramente un po’ di relax.

-Io sono di Bologna, e vengo qua per scrivere romanzi, sai, in questo magnifico posto è più facile che mi venga l’ ispirazione.

-Io ti avevo già notata, ma camminavi così svelta che non ho fatto in tempo a dirti niente.

-Perchè? Cosa volevo dirmi?

-Niente di speciale, solo conoscerti e chiacchierare un po‘.

-Allora ti sei venuto a sedere qua vicino a me apposta?

-La verità no, non ti avevo vista

-Bene, adesso mi hai vista. Che cosa vuoi sapere?

-Per carità! Mica ti devo interrogare!

-Allora t’ interrogo io, va bene? Me lo permetti?

Lui, rispose con una risata, che non lasciava capire quale fosse la sua risposta. Io comunque, la presi come una affermazione. Ero stupita di me stessa, da dove tiravo fuori quella spavalderia e sicurezza? Io, che ero timida e chiusa con gli estranei? Ma non persi tempo a farmi delle domande stupide e gli domandai se avesse una fidanzata o se fosse sposato. (anche se avevo già visto che non portava la fede, ma alcuni uomini se la tolgono molte volte!)

Lui mi rispose che era libero come l’ aria, e sperava che lo fossi pure io.

Incominciò così una storia tra di noi, una bellissima storia. A me sembrava di essere in paradiso. Le mie mani battevano in fretta sui tasti del computer facendo nascere un racconto d’ amore molto coinvolgente.

Arrivò il momento di tornare a casa, Francesco a Roma, ed io a Bologna. Ci lasciammo con la promessa di rivederci presto, senza aspettare le prossime vacanze, ci scambiammo i numeri dei cellulari, ma lui non mi chiamò mai e nemmeno rispose alle mie chiamate.

Per fortuna il mio lavoro di scrittrice andava bene, avevo pubblicato il romanzo che ero riuscita a scrivere qui quando ero con Francesco, e stavano avendo un discreto successo.

Ora ero lì, seduta sullo stesso sasso, nella spiaggia dove ci eravamo conosciuti. Ero arrivata da una settimana e ancora non avevo scritto niente. Avevo la mente altrove, mi domandavo perchè Francesco fosse sparito così senza nemmeno una parola, almeno una scusa, niente, e mi saliva una rabbia che se lo avessi avuto vicino lo avrei...

Stavo pensando queste cose, quando vidi arrivare da lontano una figura maschile che assomigliava a Francesco, zoppicava, ma no, era troppo magro e poi non sembrava lui. Quando fu arrivato a pochi passi da me, con mio grande stupore, vidi che era proprio lui! dimagrito, pallido, gli occhi scavati, i capilli rasati, ma che cosa gli era successo?

Si sedette con fatica sopra il sasso dove mi trovavo io, e con una voce che non riconoscevo, mi raccontò che era vivo per miracolo! La sera stessa che partì, in una brutta curva, uscì di strada con la macchina, e cadde giù per un burrone rovesciandosi varie volte, rimase incastrato tra il volante e il sedile spaccandosi la testa in vari punti. Lo soccorsero dei ragazzi che erano dietro di lui che per fortuna lo videro quando uscì di strada, altrimenti sarebbe sicuramente morto!

Stette all’ ospedale molto tempo tra la vita e la morte, fu operato e quando si svegliò non ricordava nemmeno chi fosse. Solo poco tempo fa aveva ricuperato la memoria e la prima cosa che fece contro il parere dei medici, che non lo avrebbero ancora dimesso, fu tornare da me...

Marta si mise a piangere, e lo abbracciò fortissimo, dicendogli:

-Amore mio, perdonami, ho pensato male di te! mi puoi perdonare?

Lui la abbracciò a sua volta, sigillando quelle parole con un lungo bacio, le disse:

-Ti perdono solo a una condizione...

-Quale? domandò Marta.

-Che mi sposi subito!!!


Franca Merighi 20/10/2019 20:41 1 72

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Franca MerighiPrecedente di Franca Merighi

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«Letto con molto piacere! Il lieto fine riesce a illuminare la giornata. Un caro saluto, complimenti!»
rosanna gazzaniga

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Franca Merighi:
Franca Merighi
 I suoi 54 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Era il 1942 (13/07/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Voglio credere in te (07/11/2019)

Una proposta:
 
Voglio credere in te (07/11/2019)

Il racconto più letto:
 
Era il 1942 (13/07/2017, 945 letture)


 Le poesie di Franca Merighi

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it