3121 visitatori in 24 ore
 319 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3121

319 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 316
Poesie pubblicate: 351’212
Autori attivi: 7’486

Gli ultimi 5 iscritti: Angelo Spirito - Jenny Maniaci - sergionew51 - WilliamFloob - Roberta Pelle
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereAntonio Terracciano Messaggio privatoClub ScrivereEla Gentile Messaggio privatoClub Scriverelazzarini gabriele Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Il sogno più brutto

Sociale e Cronaca

Quella sera, Marco si era coricato un pò più tardi del solito ma non poteva prendere sonno. si girava e rigirava nervosamente. Sua moglie, aveva subito incontrato Morfeo, beata lei... Il pensiero di non riuscire a prendere sonno non gli faceva prendere sonno, e pensava: che cosa avrò mangiato o bevuto? Le solite cose... Ad un tratto, come colpito da una mazza alla nuca, si addormentò di colpo profondamente e subito iniziò a sognare, il sogno più brutto che aveva mai fatto... Si trovava a casa sua, con la moglie e sua figlia, non lavorava da alcuni giorni ed insieme ascoltavano in continuazione telegiornali, messe e vedevano vecchi film come drogati. Sua moglie preparava il pane e dolci e Marco non poteva uscire da casa perchè sua moglie premurosamente glielo vietava sempre. Fuori in strada non c’ era nessuno e nessuna auto in giro. Di rado si vedeva qualcuno col suo cagnolino che vagava pensieroso. Si udivano sirene in lontananza, l’ eco dell’ Inno di Mameli e le note dell’ Ave Maria. Era tutto surreale dato che fuori nel suo quartiere c’ era sempre molta vivacità. Le poche persone che si vedevano avevano strani comportamenti. Camminavano come zombi senza mai toccarsi fra loro, stavano ben lontani, si coprivano il viso con strane bende e frettolosamente si salutavano. Il silenzio era troppo assordante per essere vero... Nel sogno, ascoltava attento le notizie alla televisione della diffusione di uno strano virus che aveva colpito tutta l’ umanità e che forse pian piano avrebbe causato moltissime vittime, morti tutti di una strana polmonite, se non fosse stato scoperto presto un vaccino... Verso la fine di questo sogno, Marco sentiva freddo, molto freddo. S’ era svegliato di soprassalto perchè s’ era spalancata da sola la finestra della sua stanza facendo entrare un vento gelido. Alzatosi tutto intirizzito per chiuderla notava con sorpresa che fuori l’ alba tardava a fare capolino in una notte stellata e guardando distrattamente il cielo, vedeva una bellissima stella che lampeggiava come a cercare la sua attenzione, a chiamarlo e a volergli dire qualcosa... Difatti, una bianchissima nuvola aveva preso la forma della Santissima Madonna, per poi dissolversi dopo alcuni minuti tra i colori dell’ alba... Rimasto sbalordito e tutto confuso si ricoricava e addormentava... Dopo appena qualche ora, il trillo freddo della sveglia lo svegliò di soprassalto e per alcuni minuti rimase immobile, stordito, muto senza capire dove fosse... Non volle raccontare a nessuno del suo strano sogno, troppo brutto e troppo bello nello stesso tempo. Dopo alcuni giorni purtroppo, cominciarono in sordina a trasmettere notizie della diffusione in Cina di un nuovo e potente virus che mieteva tante vittime. Marco, ripensò al suo sogno e si sentì gelare il sangue nelle vene; impallidito cominciò a tremare e gli scesero in silenzio le lacrime. Abbracciò forte i suoi cari che sbalorditi gli chiesero: Stai male? Cosa c’è? Cosa devi dirci? Perchè piangi? Egli rispose: usciamo subito! Andiamo fuori a correre in un bel campo intriso di caldi raggi di sole, divertiamoci, cantiamo, balliamo, abbracciamo parenti e amici perchè domani forse non ci sarà un domani... Scenderà una lunga sera e avremo paura, paura di non svegliarci più, di non poterci amare più... Solo il sole si sveglierà puntuale mandando a riposar le stelle che veglieranno placide sui tanti morti che per l’ avidità di potere dell’ uomo sono morti. Il tempo e la ragione ci porterranno un giorno la salvezza che questa volta, tutti insieme, dovremo tenercela ben stretta.


Stefano La Malfa 19/01/2021 06:41 54

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Stefano La Malfa

Nota dell'autore:
«In ricordo della pandemia del Coronavirus che ha colpito l’umanità nel 2020»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Stefano La Malfa ha pubblicato in:

Libro di poesieFesta delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia

Pagine: 107 - Anno: 2010


Libro di poesieSan Valentino 2010
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 110 - Anno: 2010


Libro di poesieSan Valentino 2009
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino

Pagine: 68 - Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Stefano La Malfa:
Stefano La Malfa
 I suoi 4 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
E le stelle stanno a guardare (07/11/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Il sogno più brutto (19/01/2021)

Il racconto più letto:
 
E le stelle stanno a guardare (07/11/2010, 1134 letture)


 Le poesie di Stefano La Malfa

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it