3385 visitatori in 24 ore
 424 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3385

424 persone sono online
Lettori online: 424
Poesie pubblicate: 358’826
Autori attivi: 7’548

Gli ultimi 5 iscritti: ScottTrunc - Thomasedume - LarryDiulp - BrianDaf - Jamesarorn
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereGiomiri Messaggio privatoClub ScrivereAntonio Biancolillo Messaggio privatoClub ScrivereAnfra Messaggio privatoClub ScrivereEsmeralda Cate Lenta Messaggio privatoClub ScrivereDaniele miraflores Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Gossip Girls III

Biografie e Diari

" Cate, ma sbaglio o sento una nota di rammarico nella tua voce? "

No, non sbagli, mi rammarico di non aver capito come era. Quando si è coinvolti emotivamente si sbaglia, le idee diventano convizioni e le convinzioni, se dettate da cecità e stupidità, son pericolose... ma con il senno di poi è tutto più facile e inutile.

Bisognerebbe capire sul momento e attendere, ma non è per tutti e non è nemmeno immediato, ma lui ci riusciva. Aveva questo talento, difetto, dote non lo so, di avere un distacco emotivo sui generis, quel modo di disinnescare che hanno in pochi, come se avesse chiaro cosa fare. Agli inizi ero convinta fosse una stronzata new age, fumo negli occhi per avere la meglio e assumere un ruolo di potere, invece era tutto l’opposto.

L’ho capito tardi e a quel punto l’avevo già perso. Di questo mi rammarico, di essere stata un tormento, aver inasprito il rapporto e provocato tensioni; voleva solo il mio bene, provava a farmi vedere le cose da altri punti di vista, sapeva che con quell’atteggiamento mi sarei distrutta, come poi è avvenuto, ma purtroppo l’avevo preso nel verso sbagliato. Se avessi la possibilità di tornare indietro, non lo cercherei, sebbene sia stato un rapporto vissuto, coinvolgente e vero.

Dopo alcuni mesi lo rividi al mare, più bianco della porcellana, mi avvicinai per salutarlo, ma non mi degnò di una parola, mi guardava come se non sapessi chi fossi, allora mi sedetti vicino, si tolse gli auricolari per il tempo di dire " grazie sto a posto così, non voglio niente ", erano quasi 29° gradi e sentivo freddo...

" Boia dè che pezzo di ghiaccio " esclamai

Sì, era un pezzo di ghiaccio e un autentico vulcano, passionale in tutto e per tutto, anche nell’odio e nell’indifferenza, se arrivava a mettere il punto, potevi dormire sonni tranquilli, non ti avrebbe mai più cercato.
Era innamorato delle sfumature, dei dettagli che molti non guardano, ma in certi casi non conosceva mezze misure, acceso o spento, sì o no.

Oggi molti "uomini" arrivano a stalkerare, ad alzare le mani, alcuni si rifanno su macchine o mura di casa, telefonate nel cuore della notte o messaggi pieni di offese, non accettano la fine della storia. Lo abbiamo visto pure con Giulia, ricordi le condizioni in cui veniva al lavoro, polso fasciato, lividi strani e occhi gonfi? Il compagno la menava di brutto, le tante denunce non sono servite. Con certi tipi non sai mai come andrà a finire ed il più delle volte siamo noi donne a pagare lo scotto, spesso con la vita.

L’ultima volta che ci incontrammo, eravamo ai ferri corti ormai da giorni, ero molto nervosa, lui ovviamente pacato e calmo. Discutemmo ancora per una cazzata, che sul momento mi sembrò la cosa più importante del pianeta; funziona sempre cosí, quando dovresti tacere, ma parli e quando dovresti parlare non ti esce una sillaba. Da brava demente misi in discussione le sue emozioni, usai parole forti e conclusi la mia goffa perfomance tirando in ballo i genitori. Un atto vile e ignobile, se poi uno dei due é pure defunto, beh... non credo ci sia da aggiungere altro.

Fra sirene dei traghetti, il vocio dei pescatori e lo sciabordio dell’acqua pensai mi tirasse una pedata da spezzarmi in due.

Scosse la testa e disse "dopo questa ennesima dimostrazione di arroganza e cattiveria gratuita, possiamo finirla qua", mi porse la mano, io me ne andai, prossima ad una crisi isterica.

Arrivai alla macchina, avevo il cuore a mille e la gola secca, lo vidi arrivare con il suo consueto passo lungo, aprii il finestrino, si limitò a guardarmi, infilò il casco e poco dopo dette manetta. Provai a contattarlo, ma non ebbi risposta,

Son passati quasi due anni e quella cazzo di sera di merda, non mi esce dalla memoria, quando passo dal porto, mi torna a gola l’immagine di Matteo che mi porge la mano ed ogni volta è un crampo allo stomaco ed una fitta al cuore.

Ripeto, era meglio mi fossi fatta scopare nel cesso di una discoteca di quart’ordine da uno qualunque, sarebbe stato più facile archiviare... vabbè è andata male.

Claudia, possiam cambiare argomento? Rischio che il rimorso mi accompagni per giorni.

"Tranquilla topa, fumati ‘sto spino e bevi un pò di Ceres".

Matteo Matteucci 01/07/2021 01:01 433

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo MatteucciPrecedente di Matteo Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Matteucci:
Matteo Matteucci
 I suoi 148 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Guardami (05/05/2022)

Una proposta:
 
Un migliaio di stelle (22/04/2022)

Il racconto più letto:
 
Dolce respiro (15/12/2016, 5744 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2023 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it