2223 visitatori in 24 ore
 100 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2223

100 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 97
Poesie pubblicate: 356’536
Autori attivi: 7’595

Gli ultimi 5 iscritti: BrianPef - Josephbl - Jasonsaupt - Oliverspoge - Roby Sorgia
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereRiccardo Piunti Messaggio privatoClub ScrivereStefania Siani Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Titoli di coda

Biografie e Diari

Me ne stavo bello rabbioso nel favoloso mondo dei cavoli miei, cercando di placare l’odio ed un senso crescente di rivalsa.

In questo turbinio costante di pensieri complessi, mi serviva un momento semplice per riprendere fiato, troppo stanco per capire, annoiato ed amareggiato.

L’ennesimo rapporto stava colando a picco... e per la piega che aveva preso, non era poi così male.

Mi faceva male il collo ed i denti, si fosse aggiunto il mal di testa avrei fatto tombola.
Per esorcizzare i miei demoni e questo senso di nausea, optai per Enya e altri brani simili, ma la musica a volte sembrava perdersi nel breve tragitto dalle orecchie al telencefalo ed almeno in questo frangente non stava facendo una sega. Cosa che mi stava facendo gonfiare ancora più di rabbia.

Avevo un caldo porco e mi sentivo sul punto di dare di matto, se questi bimbetti " stessero fra la fia " come disse la Rushenka, ci sarebbe meno casino.

Stavo per andarmeme, il mare oggi non mi stava aiutando, ahimè.
Poi per caso o sfortuna, nell’alzare il volume, cambiai canzone e con 3340 e passa titoli, uscì quella che non volevo. Tirai un paio di madonne come rafforzativo, dovevo fare pulizia nella playlist, servivano canzoni nuove.

Andai al largo, lontano dalla riva e dal rumore, camminai sugli scogli, stava montando marea e sebbene avessi tante doti, alcune nascoste, non riuscivo ancora a camminare sull’acqua.

L’anfibio idrorepellente avrebbe tenuto le calze all’asciutto, avrei bagnato la mimetica e nulla di più.

Arrivai al limite, dove il fondale cambia colore e diventa blu scuro, mi fermai come fossi colto da catatonia... sotto di me stagliava l’abisso.
Qua il fondale sfiorava circa i 6 metri, immagina il silenzio che puoi trovare.
Pensato mai a farla finita, uscire di scena e chiudere gli occhi per sempre? Chi non ha mai pensato al suicidio? La morte per annegamento risulterebbe pure facile, non riesco a stare a galla, mi contraggo, colerei come un piombo.

Ed ecco che finalmente un pensiero, semplice, lineare e diretto si fece timidamente spazio in questa matassa annodata di pensieri farnetici e violenti.

Bione, gira pagina, chiudi il libro, stai finendo l’inchiostro, metti il punto.

Fissai un granchio che stava mangiando qualcosa, doveva essere squisito, lo spolverò in pochi istanti, "potevi farmi assaggiare canaglia ".

Mi sentivo meglio, più leggero, meno incazzato.

Che avessi buttato a mare la voglia di perdonare ancora? Che fossi arrivato al capolinea?
Probabile, poi con questi colori e questo vento leggero, ma davvero... ma chi cazzo se ne fregava di quella stronza.

Negli auricolari suonava I’ll find my way home... di Vangelis

Era ora di tornare a casa, avevo fame e volevo prendere un analgesisco per questo crescente mal di denti.


Matteo Matteucci 02/05/2022 00:57 91

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Matteo MatteucciPrecedente di Matteo Matteucci

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Matteo Matteucci:
Matteo Matteucci
 I suoi 148 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Scatole & ricordi (09/09/2014)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Guardami (05/05/2022)

Una proposta:
 
Guardami (05/05/2022)

Il racconto più letto:
 
Dolce respiro (15/12/2016, 5555 letture)


Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2022 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it