2707 visitatori in 24 ore
 94 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 2707

94 persone sono online
Autori online: 3
Lettori online: 91
Poesie pubblicate: 353’052
Autori attivi: 7’501

Gli ultimi 5 iscritti: Ella - Kaminari 1972 - Marioswela - TimothyPK - Aaronvelve
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereLuigi Ederle Messaggio privatoClub ScrivereGiacomo Scimonelli Messaggio privatoClub Scrivereclaudio coppini Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Su mia madre (ed altro)

Biografie e Diari

Mia madre a Pomigliano veniva chiamata, da chi non la conosceva tanto bene, "la signora toscana", e c’ era un motivo, perché era arrivata a Pomigliano nel 1942 con la famiglia dopo avere abitato per sette anni, dai sedici ai ventitré anni di età, a Pontedera, dove suo padre, mio nonno, lavorava alla "Piaggio" (e poi alle "Palazzine", a Pomigliano, c’ erano non poche vere signore toscane ...)

Ad Arzano invece diventò un po’ per tutti " ‘ a signora milanesa", forse perché aveva detto a qualcuna di essere nata, ma solo quasi per caso, a Milano (a Sesto San Giovanni per l’ esattezza), o più probabilmente perché gli e le arzanesi definivano "milanese" chiunque avesse un accento non napoletano ...

Mia madre era una donna parecchio riservata, capace però di avere fiducia nelle persone che secondo lei la meritavano, e nel palazzetto dove abitavamo si era legata particolarmente ad una signora, madre di un giovanotto che poi sarebbe diventato sindaco di Arzano: tutti, in quella famiglia, erano dignitosi, seri e modesti, e mia madre ammirava quelle qualità, mentre non ammetteva comportamenti equivoci o sgarbati; rinunciò a portare a riparare gli orologi da un orologiaio (che era poi lo zio di un mio amico) perché costui diceva delle parole allusive, come a Pomigliano aveva rinunciato, negli anni Cinquanta, ad andare da un macellaio che, alla richiesta di mia madre di avere un pezzo di carne con un po’ d’ osso per il brodo, aveva detto: "L’ uosso ‘ o iate a piglia’ ‘ int’ ‘ o campusanto! " ("L’ osso? Andatelo a prendere al cimitero! ")

Tutto sommato, dopo un periodo di ambientamento, mia madre si era abituata ad Arzano, ancora capace, almeno allora, nonostante inevitabili incongruenze, di dare agli abitanti quel calore umano che a Pomigliano pian piano si stava esaurendo (quando, ventenne, lessi il "Voyage au bout de la nuit", di Cé line, quasi identificai con Arzano quei sobborghi di Parigi problematici ma ricchi di umanità, in cui il dottor Destouches si recava a visitare i pazienti, quei sobborghi così pittorescamente descritti dal grande, pur se emarginato, medico- scrittore francese) . Forse il reddito pro capite un po’ meno elevato, il lavoro di operaio talvolta precario in piccole fabbriche che possono chiudere anche dall’ oggi al domani, la vicinanza a zone difficili di Napoli hanno dato agli e alle arzanesi una visione della vita più aperta, una propensione maggiore ad immedesimarsi nelle disgrazie altrui (a Pomigliano un operaio della "FCA", ex "Alfasud", o della "Leonardo", ex "Alenia", si considera non raramente quasi un gran signore, e guarda magari un povero ex insegnante come me dall’ alto in basso ...)

Nel periodo presente, in cui il calore umano sembra ormai essere stato sostituito con quello dei termosifoni, amo immaginare che Arzano costituisca ancora un’ eccezione, che sia tuttora capace, nonostante le sue disfunzioni, di riscaldare chi la abita e chi semplicemente vi si trova di passaggio.


Antonio Terracciano 13/03/2021 13:29 219

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Antonio Terracciano

Nota dell'autore:
«Questo è l’ultimo dei miei raccontini su Arzano: lo scritto fu pubblicato il 31 gennaio dell’anno scorso in una pagina "Facebook" di un gruppo privato.»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 96 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Su mia madre (ed altro) (13/03/2021)

Una proposta:
 
In bicicletta (01/01/2021)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 2241 letture)


 Le poesie di Antonio Terracciano

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it