3559 visitatori in 24 ore
 216 visitatori online adesso





Pubblica gratis
Non aprite questo libro!
Cerchiamo autori per pubblicare una antologia di racconti dell'horror in libro cartaceo, con numero ISBN.
Ciascun autore può inviare massimo due racconti dell'horror, sia pubblicati su Scrivere che inediti. Verrà effettuata una selezione
1. La pubblicazione è GRATUITA!
2. Nessun impegno di acquisto di copie!
3. I racconti devono essere di massimo 10 pagine
4. Devono pervenire a libri@scrivere.info entro il 30 Settembre

Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3559

216 persone sono online
Autori online: 6
Lettori online: 210
Poesie pubblicate: 335’162
Autori attivi: 7’479

Gli ultimi 5 iscritti: Piera Tola - Sabrina Arghittu - Fabert - Massimo Bellini - MarioE
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereFranca Merighi Messaggio privato ♦ numerouno Messaggio privato ♦ Massimiliano Zaino Messaggio privatoClub ScrivereDanilo Tropeano Messaggio privato ♦ Antonio Terracciano Messaggio privatoClub Scriverepoeta per te zaza Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Tant ppè passà nù poco ‘e tiemp

Dialettali

Quanno ‘e guagliune do vicolo mme venevano ‘a cercà ppè fà ‘a guainella ero assaje felice ‘e pazzià cù loro, mm’ chiammavano Pascà, alluccanne assaje, ‘e, mmè dicevano: " jamma a’ juocà " ‘O vicolo, addivintava nu’ campe ‘e battaglia, ci sparpagliavame ‘a gruppi ‘e sei, chi cà spada ‘e plastica chi cà curona dò Rre’ ncoppa ‘a cà pa, chi co’ mantiello azzurro culurate comme’ ‘o cielo: " Mantiello fatto cù nù mesale stracciato ‘e cunsumato do sapone da cucina. Quanta battaglia vinciute ‘e quanta scontro ppè dinte e’case ‘e dinto e’ strade do vicolo.

’E strille, si sentevano luntano nu’ miglio, ‘e solo l’ intervento da’ matrona do’ quartiere metteva fine ‘a guainella. Donna Vicenza (’A Matrona) chine e gioielli cà purtava appiso ‘o cuollo, asceva do vascio cu’ na’ scopa mmà no e pigliava ‘a tutti quanti nù ie a scopettate.

Quanta risate ci facevamo ...

Caccurune e nù i, veneva pure ciaccato malamente, ‘e allor, verive ‘e chiagnere ‘e dinto o’ stesso tiempo ‘e ridere ppà scena. Eramo guaglioncielli senza pensieri, senza malizia, poco cunuscevamo ro’ munno d’è paura e chille de preoccupazioni.

Ci bastava poco ppe’ ridere ‘e pazzià. ‘O vicolo ci prudiggeva, eravamo tutti comm’ è nà famiglia allargata. E quanno succereva caccosa a caccurno ‘e nui, succerev ‘a tutto vicolo. Chesto, si era positivo ‘o si era caccose ‘e negativo. Forse propri cca’, dall’ esempio dò vicolo so’ nate pò co’ tiemp ‘e comune, chilli luoghi emancipati ‘addò tutte ‘e cose, apparteneno ‘a tutti quanti nui, ‘e chesta è cosa natural.

N’atu juoco ca’ facevamo era chillo ro viento ‘e terra, quanno ci steva viento ‘e tutta ‘a gente steva chiusa dinta ‘e case proprie, ‘o po’ friddo, ‘o po poche ‘e viento ca’ menava, nuie guagliuni, na’ approfittavamo, correvamo ppe’ tutt ‘o vicolo, budello ca’ era luongo, ’e alluccà nne cù quanto fiato tenevamo nn’ cù orp “ ‘O viente ‘e terra, ca’ voce grossa ” ci purtavmo ‘a spasso ‘e panni spasi da gente ’e tutto o’ vicolo. Quanta parole ci sentevmo ‘e dicere de persone, ‘e quanna turnavamo ‘e case quanta mazzate de genitori nuosti, quanta digiuni ppè punizione. Eravamo scugnizzi, accussì ci chiammavano, scugnizzi d’o vicariello luongo." ‘E guagliuni rò vicolo Lepre ai Ventaglieri a Muntesanto, guagliuni indisponenti ‘e senza crianza alcuna: " Ma chesto nun era ‘o vero, eravamo santi rint ’o cuorpo, ‘e guagliuncielli bravi propensi alla vita. N’atu juoco ancora ca’ ricordo era ‘a semmana, se juocava che guagliuncelle disegnando ‘a terra na’ campana, ‘e po’ tanta quadrati, juochi oramai passati, scurdati, dimenticati do’ tiempo’ e d’e criature. Juochi sani ‘e senza malizia alcuna. Certo, mmo’ tutte è cagnato, pure ‘e juochi re’ criature so à ti cose, fanno à ti juochi; juochi che rendono cchiù aperti ‘a finestra da’ solitudine’ e meno bella ‘a vita. Juochi cà so tanto triste e solitarie cchiù ‘e quanne se possa credere ‘e immaginà, juochi comm’è l’intendo, ‘o tablet Android ppè vedè e cartuni animati,’ e tantì ati juochi ca’ nemmeno ‘e voglio pronuncià.

E juochi ‘e gruppi, so funnuti.

Quanna tristezza rinta’ a sti guagliuni,

quanta malincunia e rabbia, tanta rabbia.


Pasqui 01/05/2012 15:13 1 1037

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di PasquiPrecedente di Pasqui

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«non è che sia molto informato sul merito del settore dialettali, forse bisogna aver pubblicato 50 poesie, ma quando ho provato io che sono lombardo ed ho pubblicato forse 10 poesie non dialettali - il primo tentativo è stato . "aggiungere una traduzione del testo, la seconda volta sempre nel settore dialettali è stato. aggiungere una traduzione al testo . Mi domando ed ho dei dubbi al proposito resto un po\' sconcertato . serie A serie B come funzionerà parapapà.»
franco antonio rescaldani

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Pasqui ha pubblicato in:

Libro di poesieFoto di gruppo con poesia
Autori Vari
Un ritratto degli autori del sito attraverso le loro poesie

Pagine: 200 - € 14,00
Anno: 2009 - ISBN: 978-88-6096-494-6


Libro di poesieSalutiamo Eluana
Autori Vari
Poesie per la morte di Eluana Englaro, dallo Speciale "Salutiamo Eluana"

Pagine: 68 - € 9.53
Anno: 2009


Libri di poesia

Ritratto di Pasqui:
Pasqui
 I suoi 156 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Acino lo Gnomo (21/12/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
L’anello (06/10/2018)

Una proposta:
 
L’anello (06/10/2018)

Il racconto più letto:
 
Le due Sirene (05/01/2011, 4794 letture)


 Le poesie di Pasqui

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it