4511 visitatori in 24 ore
 191 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 4511

191 persone sono online
1 autore online
Lettori online: 190
Poesie pubblicate: 322’741
Autori attivi: 7’360

Gli ultimi 5 iscritti: Giovanna Pivotti - acquaflora - sabrina russo - Iacopone - SabrinaPfeil
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMau0358 Messaggio privato
Vi sono online 1 membri del Comitato di lettura








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

L'incanto del viaggio

Sociale e Cronaca

Quando viaggiavo, avrei voluto che il viaggio non fosse mai terminato.

Avevo già l'esperienza, da bambino (quando talvolta mi recavo, con i miei genitori, dai parenti a Pisa, a Pesaro o in provincia di Salerno), che ciò che trovavo all'arrivo era, sì, un po' diverso dalla mia cittadina e dalla mia casa, ma che tutto sommato era un'altra terraferma, un altro luogo statico dove le abitudini si ripetevano, sia pure in forme lievemente differenti.

Invece il viaggio era totalmente diverso: una modificazione dello spazio (che diventava mobile) e del tempo (che diventava sospeso) . Nello spazio mobile era possibile vedere scorrere, dai finestrini del treno, in continuazione paesaggi spesso dissimili, e condividere quelle visioni (o illudersi di condividerle) con persone anch'esse ogni volta differenti e che, nella sospensione del tempo, perdevano i contorni netti (il ruolo sociale, il mestiere, l'indole) con i quali nella vita di tutti i giorni si caratterizzavano. Anche durante i viaggi che feci da giovane e in età più matura (soprattutto se in treno) continuai ad avere queste impressioni.

Ma ci sono pure altri viaggi, forse ancora più interessanti.

Quando si legge un buon libro o si vede un bel film, ci si immerge completamente in esso, si perde la cognizione dello spazio e del tempo che sono davanti a noi e sul nostro orologio, ci si immedesima quasi nei personaggi di quelle storie. All'arrivo (alla fine del libro o del film) il nostro io si è lievemente modificato, è pervenuto a una meta diversa, che però da quel momento resterà stabile e non più piacevolmente fluida come durante la lettura o la visione.

Lo stesso si può dire a proposito della scrittura, per chi si diletta a scrivere, e - perché no? - riguardo a certi lavori. Ogni tanto, ad esempio, i presidi chiedono agli insegnanti se hanno "raggiunto gli obiettivi", perché questo vogliono i (secondo me) poco oculati "programmi ministeriali" . Raggiungere l'obiettivo è come arrivare alla stazione e scendere dal treno: tutto è stato detto (tutto il paesaggio intermedio dovrebbe essere stato osservato), e la poesia della scoperta e l'avventura mentale dell'approfondimento finiscono, regalando agli studenti solo l'illusione (il docente era già illuso da tempo immemorabile!) di essere definitivamente preparati (di andare a risiedere con sicurezza nella nuova città) .

Si potrebbe paragonare a un viaggio ogni esperienza umana edificante, ma voglio concludere accennando soltanto all'innamoramento. L'innamoramento è il viaggio in cui, guardando intensamente negli occhi (anziché dal finestrino) l'altro essere, si perde (ancora una volta!) la cognizione dello spazio e del tempo e si vedono, o si immaginano, continuamente nuovi paesaggi incantati. Quando, prima o poi, quel treno fatato giunge inevitabilmente a destinazione e bisogna scendere, se c'è stata corrispondenza di affetti si va a vivere insieme nella città chiamata "amore", che comunque è una città simile a quelle dalle quali si era partiti, con i suoi problemi, i suoi malfunzionamenti, le sue noie, ben diversa da quella sorta di eden attraversato quando il treno era in movimento!



Antonio Terracciano 31/01/2017 18:59 1 251

Creative Commons LicenseQuesto racconto è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Successiva di Antonio TerraccianoPrecedente di Antonio Terracciano

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«"Non dirmi quanti anni hai, o quanto sei educato e colto, dimmi dove hai viaggiato e che cosa sai" Maometto---Credo che al viaggiatore interessi partire e basta, quell'essere un po' infedeli che aiuta a rendere il tempo e lo spazio elastici come si vuole fin quando si ha il piacere e non il dovere di farlo. Induce a tante riflessioni questo bel racconto confezionato, fra l'altro, con grande capacità narrativa e grammaticale invidiabili. Un caro saluto»
Luciano Capaldo

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 71 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Quando s'incominciò a non morire più (27/08/2017)

Una proposta:
 
Quando s'incominciò a non morire più (27/08/2017)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 1576 letture)


 Le poesie di Antonio Terracciano

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it