3309 visitatori in 24 ore
 331 visitatori online adesso





Menu del sito


Visitatori in 24 ore: 3309

331 persone sono online
Autori online: 4
Lettori online: 327
Poesie pubblicate: 350’540
Autori attivi: 7’487

Gli ultimi 5 iscritti: Pavel Chiappini - Giorgio Thieme - Jpussyman - lorenzo corda - Dominic De Ferraro
Chi c'è nel sito:
Club ScrivereMario Bugli Messaggio privatoClub ScrivereWalter Olivetti Messaggio privatoClub Scrivereantonio giuseppe perrone Messaggio privatoClub ScrivereGiorgio Thieme Messaggio privato








Stampa il tuo libro



Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

In bicicletta

Sociale e Cronaca

Nel 1964 portai ad Arzano, dalla casa di Pomigliano, anche una vecchia bicicletta, che usai parecchio soprattutto quando avevo quindici, sedici, diciassette anni di età.

A Pomigliano la usavo soltanto nella mia cittadina, per vedere che differenza ci fosse tra una strada e un’ altra, soprattutto nel mio rione delle "Palazzine", in cui c’ erano delle vie apparentemente uguali, ma che in realtà non lo erano (si fa un passo in avanti nella conoscenza e nella saggezza quando s’ incomincia a capire che "simile" non equivale a "uguale", come successe a Proust che, da bambino, si appassionava, in campagna, a distinguere un biancospino bianco da uno rosa), mentre ad Arzano la impiegai per cogliere le differenze tra la mia nuova cittadina e quelle ad essa vicine.

Grumo Nevano mi sembrava più chiusa, più riservata, meno abituata di Arzano al forestiero, mentre Frattamaggiore mi dava l’ impressione di essere una vera cittadina, con negozi introvabili ad Arzano, Casoria era per me una Arzano più grande, e Casavatore una Arzano più piccola, mentre Afragola, Caivano e Cardito, forse per la loro posizione geografica, mi mostravano alcuni caratteri quasi più pomiglianesi che arzanesi. Casandrino, Melito, Sant’ Antimo lasciavano piuttosto a desiderare, e decisi di evitarle, mentre Aversa mi si presentava sotto l’ aspetto di una vera piccola capitale, come davvero fu: sarei contento se nel 2022, quando compirà, se non erro, mille anni, fosse dichiarata patrimonio dell’ umanità, o qualcosa del genere. (Nel passato forse da Aversa giunsero dei Normanni anche ad Arzano; una delle cose che colpirono me, mio padre e mia madre appena trasferitici ad Arzano fu la pronuncia con la quale alcuni bambini chiamavano in dialetto i loro genitori: non era "papà" e "mammà", con una chiara "a" finale, come a Pomigliano e a Napoli, ma "papeu" e "mammeu", con una "e dura", come in francese e in tedesco...)

Per un paio d’ anni, in bicicletta andai a trovare talvolta anche mia nonna che, rimasta sola a Pomigliano, decise poi di trasferirsi dal figlio maggiore, a Pisa, dove morì nel 1973: "T’ sì sudè d! T’ vo’ un bichì r d’ acqua? " ("Sei sudato! Vuoi un bicchiere d’ acqua? "), era più o meno quello che mi diceva.

Mi spinsi talvolta fino alle alture di Mugnano, di Calvizzano, di Marano, arrivai a Pozzuoli e a Santa Maria Capua Vetere, e perfino a Napoli, dove però tutti mi guardavano in modo strano, perché allora di biciclette in città non c’ era neppure l’ ombra (evidentemente anticipavo i tempi, perché ora, se fossi ancora giovane, sarei un cittadino esemplare, almeno a Pomigliano, che pare voglia trasformarsi, con le sue piste ciclabili, in una piccola "Amsterdam del Sud": mi aspetto fra poco, però, anche qualche "coffee shop" e un quartierino "a luci rosse" ...)

Quando, dopo le mie escursioni, tornavo ad Arzano, mi convincevo sempre più, come il Candide di Voltaire, di vivere nel migliore dei posti possibile (stavo diventando quasi più arzanese degli Arzanesi...)

Abbandonai definitivamente la bicicletta nel 1975, quando, ormai laureato, convinsi mio padre a spendere un milione e mezzo di lire (avrei voluto restituirgli quella somma, ma purtroppo fece in tempo prima lui a morire che io ad accumulare quel denaro) per comprarmi una "Dyane 6 " (era celeste), che usavo soprattutto per andare a insegnare nel Casertano.


Antonio Terracciano 01/01/2021 19:38 67

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.


SuccessivaPrecedente
Precedente di Antonio Terracciano

Nota dell'autore:
«Lo scritto fu pubblicato il 21 gennaio dell’anno scorso in una pagina "Facebook" di un gruppo privato.»

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Ritratto di Antonio Terracciano:
Antonio Terracciano
 I suoi 95 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Originale discorso di un cittadino illuminato (10/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
In bicicletta (01/01/2021)

Una proposta:
 
In bicicletta (01/01/2021)

Il racconto più letto:
 
La moglie, l'amante e la prostituta (Tre lingue) (08/03/2011, 2155 letture)


 Le poesie di Antonio Terracciano

Cerca il racconto:





Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od un racconto

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .



Per pubblicare un libro scrivete a libri@scrivere.info

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it