3’195 visitatori in 24 ore
 239 visitatori online adesso




Pubblicare poesie Pubblicare poesie
Pubblicare poesie

Le #parole nelle poesie
Alba Amicizia Amore Anima Bambino Cielo Coraggio Corpo Cuore Delusione Desiderio Destino Donna Emozione Felicità Gioia Giorno Illusione Libertà Luce Luna Madre Malinconia Mano Mare Memoria Morte Musica Natura Nostalgia Notte Nuvola Occhio Pace Paura Profumo Rabbia Ricordo Sentimento Serenità Sogno Sole Solitudine Speranza Stelle Tempo Tristezza Uomo Vento Vita


Visitatori in 24 ore: 3’195

239 persone sono online
Lettori online: 239
Ieri pubblicate 23 poesie e scritti 35 commenti.
Poesie pubblicate: 342’871
Autori attivi: 7’514

Gli ultimi 5 iscritti: CerenMus - Andrea Vincenzo Abbondanza - gadaWetrierN - Ralphjuify - Tatianaot
Chi c'è nel sito:
Club ScriverePasquale Farallo Messaggio privato

_



Seguici su:



Agosto 2019  
do lu ma me gi ve sa
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25

Raccolte di poesie Raccolte di poesie
A disagio di poeta per te zaza
Dell’indicibile di Felice Serino
Cinque tentativi di salvezza poetica di Salvo Scamporrino
Del mio esser donna di Lidia Filippi
Sole della vita di Aldo Messina

SpiegaPoesie riproposte
L’indole di Antonio Terracciano
Le ombre dentro il cuore di Maria Luisa Bandiera
Amo il vento di Stefana Pieretti
Incontro di Elena Artaserse
Pioggia di Franca Merighi
La Luna e l’amata di Raffaele Scarano
Verrò a trovarti di Elena Artaserse
Han rapito una Donna di nome Maria di Salvatore Azzaro da Giarratana
Senza titolo, piccola poesia d’amore di Antonella Garzonio
Era uno sciame di stelle di Enrico Baiocchi

I 10 autori più recenti:
Poeta Mario7: 2 poesie
Poeta chiara giuranna: 2 poesie
Poeta Paola Segatto: 9 poesie
Poeta ivaldo sognatore: 1 poesie
Poeta Paolo CAIANIELLO: 2 poesie
Poeta Lucreziab: 2 poesie
Poeta Maria Cristina Gnudi: 4 poesie
Poeta anonimo10: 1 poesie
Poeta Renzo Bartoloni: 2 poesie
Poeta Luciana Latini: 40 poesie

Autori del giorno
Autore del giorno Lara
(30 Aprile 2019)
Autore del giorno Demetrio Amaddeo
(29 Aprile 2019)
Autore del giorno Danilo Tropeano
(28 Aprile 2019)
Autore del giorno Lara
(27 Aprile 2019)
Autore del giorno Francesco Rossi
(26 Aprile 2019)
Autore del giorno Mauro Santi
(20 Marzo 2019)

Autori del mese
Autore del mese Silvia De Angelis
(Giugno 2019)
Autore del mese Amara
(Maggio 2019)
Autore del mese Saverio Chiti
(Aprile 2019)
Autore del mese Franca Canfora
(Gennaio 2019)
Autore del mese Andrea Palermo
(Dicembre 2018)
Autore del mese Cinzia Gargiulo
(Novembre 2018)






Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale
Pubblicare poesie L'autore del giorno:

Trovati 1106 commenti di Rosetta Sacchi

Commento n° 1106
«L’autore ha una particolare capacità espressiva nel saper rendere, in vernacolo siciliano, i propri sentimenti e stati d’animo che, a mio parere, in lingua italiana non sortirebbero lo stesso effetto. Anche quel tornare sulle parole, quel ripetersi contribuisce a dare al testo un ritmo unico ed incalzante, oltre che a rimarcare la profondità del senso stesso delle parole. Ricco di immagini e di metafore, suscita pathos e coinvolge il lettore, anche quello che, come me, non comprende alla perfezione il dialetto siciliano.»
Inserito il 16/08/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Scrusciu di rina" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 1105
«Che sia corrisposto o non ricambiato, vissuto nella gioia o nella sofferenza, tradito, esaudito, accolto o rifiutato, sublimato o disprezzato, compreso o sminuito, non importa, “parlo sempre di te” quanto “TE” è l’amore e quando l’amore che ci fa muovere i passi verso l’altro essere è un sentimento vero. Non vi sono suggerimenti, giudizi, critiche, condizioni, dubbi, interrogativi. C’è solo l’Amore, un amore che comprende tutto in positivo come in negativo.»
Inserito il 06/08/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Parlo di te" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 1104
«I ricordi non bastano, ma aiutano, quando la solitudine è una “condizione” fissa e tutto ciò che accade rappresenta ogni volta una variabile. Toccanti i versi della poetessa. C’è sofferenza, tristezza ma anche una nostalgica dolcezza, come si legge nella chiusa e nella parte centrale. Un pensiero che condivido. Chi ha provato un tale sentimento non può che sentirsi in solidarietà con la poetessa e certamente “leggersi e reinterpretarsi” nei suoi versi. Molto apprezzata!»
Inserito il 03/08/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Venticinquesimo mancato" di Berta Biagini  

Commento n° 1103
«Sì, la vita è un gioco nonostante tutto quello che accade. Credere ciò è spesso l’unico modo per trovare la forza per andare avanti e per affrontare le difficoltà e le disavventure della vita stessa. Prendere la vita troppo sul serio porta a decisioni e posizioni estreme. E ciò non è sempre conveniente né sempre positivo.
Dunque, ben venga la giusta”leggerezza” del vivere!
»
Inserito il 14/07/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "La vita è un gioco" di Berta Biagini  

Commento n° 1102
«Viandanti o pellegrini, purché con l’animo disposto al desiderio di conoscere ed al piacere puro della scoperta. Anche nel nostro niente siamo unici se riusciamo a cogliere tutta la bellezza della Vita. Consapevoli di una immortalità vulnerabile e fuggevole.»
Inserito il 12/07/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Pellegrini" di Patrizia Ensoli  

Commento n° 1101
«Non posso io esprimermi con esattezza circa il vernacolo, sono di tutt’altra regione… ma il dialetto siculo mi piace perché è carico di pathos e per me intuitivo. L’autore riesce bene a rendere in questi versi la profondità del suo sentire ed ha una spiccata capacità di coinvolgere il lettore trasmettendo le sue emozioni e sensazioni. Sì, un bel ritmo e significativo nei contenuti. Bel tema affrontato ed ottimo risultato!»
Inserito il 10/07/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Sugnaturi pazzu" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 1100
«Penso che il cibo dell’amicizia non possa mai essere quello del corpo o perlomeno mai da solo. L’anima è esigente nella sua richiesta semplice. L’autore pone innumerevoli interrogativi e volutamente lascia dei dubbi perché riconosce al lettore la sua libertà di interpretazione. La risposta, però, è nel titolo “Piccolo uomo”. Un uomo, che non sa d’essere ospite nella vita e nei sogni, vorrà sempre assoggettare la vita e i sogni alle regole che lui si inventa e cambia per sua comodità, non può apprezzare il valore di un silenzio imperituro, ma neppure il senso del tempo che passa, resterà sempre un piccolo uomo. E quindi, non è, non esiste.»
Inserito il 02/07/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Piccolo uomo" di Rasimaco  

Commento n° 1099
«Non penso si possa cercare di interpretare un testo così profondo, di esperienze vissute nel reale o anche solo immaginate dall’autore. La crudità delle parole è bene rappresentata anche dalla scelta dell’immagine (raramente l’autore accosta un’immagine ai suoi versi). Si possono però trarre da questi versi numerosi spunti di riflessione. Significativa la chiusa che, a mio parere, ha un carattere di attualità, una specie di constatazione, punto di arrivo del verificarsi di situazioni, anche diverse, da quelle di questa poesia.»
Inserito il 29/06/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Era ottobre" di Rasimaco  

Commento n° 1098
«Si può tentare di far nascere fiori dappertutto, ma a cosa serve, solo a dimostrare d’essere riusciti nell’impresa… Ogni creatura può crescere rigogliosamente solo nel suo ambiente naturale. Altrove starebbe solo a significare un ostinato intervento dell’uomo che pensa di poter tutto assoggettare al suo potere, mentre non è così. Ascoltiamo la voce della Natura e la Natura saprà ripagarci. “voglio regnare e/dal mio ventre/vita... donare”. Ecco il messaggio!»
Inserito il 17/06/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Ghiacciaio" di Salvatore Azzaro da Giarratana  

Commento n° 1097
«Libertà. Come a volerne rimarcare l’importanza ed il senso, l’autore, senza cadere in una monotona ripetizione, esprime il suo pensiero, non solo concettuale, ma trasferito nel suo modo di vivere (“i miei piedi/non conoscono struscio” – “i miei occhi guardano/dritto e senza tremore”).
Una libertà di scelte, consapevoli, assoluta, che non si piega, non si sottomette, non accetta condizionamenti o ricatti, dove non è il vento a decidere rotta e direzione, ma l’ uomo (l’autore), in quanto essere pensante, dotato di raziocinio ed intelligenza emotiva.
»
Inserito il 27/05/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Epitaffio" di Rasimaco  

Commento n° 1096
«Torno a rileggere questo testo che non so perché mi dona attimi di quiete e serenità.
E’ come un viaggio nell’infinito, un’esplorazione in acque, terre, cieli e nel contempo è un ripercorrere lento le vie dell’anima, dove la malinconia fa da sfondo ai pensieri, alle immagini, alle parole non pronunciate.
Particolarmente bella la seconda strofa, una quasi visione d’un’estasi, che si pone in mezzo alla malinconia dei versi iniziali e al sentimento di tristezza che trapela dai versi conclusivi.
»
Inserito il 16/05/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "E penso" di Rasimaco  

Commento n° 1095
«La solitudine parla in tanti modi, attraverso mancanze ed assenze e attraverso paragoni con altri tempi ed altre condizioni. E passa al setaccio i tuoi pensieri e desideri. Ti resta accanto in maniera crudele come a voler dire “hai solo me, rassegnati!”. Ogni verso è vero ed incisivo e la chiusa riassume ed esprime molto bene tale stato d’animo. Molto apprezzata!»
Inserito il 11/05/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Il tempo non sorride" di Enrico Baiocchi  

Commento n° 1094
«L’autore pone l’accento sulle parole, “queste sconosciute ferme all’angolo della vita”.
E’ lo stesso autore che, spesso, ha collocato come in subordine le parole, privilegiando il pensiero. Ma non c’è contraddizione, c’è solo un ritorno alla radice, giacché le parole sono materia (terra, nuda roccia), ma hanno anche la leggera consistenza delle foglie nel vento o di un volo di rondini. Sono emozioni (gioia e dolore) e rappresentano, in fondo, la speranza ultima, l’ultima risorsa. Di qui la consapevolezza dell’autore di possedere una grande ricchezza. E questa chiusa mi piace.
»
Inserito il 06/04/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Le parole" di Rasimaco  

Commento n° 1093
«La vaghezza del destino... tutto può accadere e il contrario di tutto. Dunque, ampia libertà all’immaginazione e alla fantasia. Ciò che non sappiamo con certezza viene in un certo qual modo preservato dalla realtà stessa e dalla verità. Vedere chi abbiamo conosciuto e poi perso di vista attraverso questo filtro della vaghezza dà lustro a quei visi, a quelle voci, a quegli incontri e rende eterno un ricordo legato ad un tempo (limitato) della nostra esistenza. Con l’autore convengo che sì, è bello abbandonarsi alla vaghezza.»
Inserito il 10/03/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Vaghezza" di Antonio Terracciano  

Commento n° 1092
«Cieli sospesi, ed anche pendii, parole, promesse, attese. Tutto è impalpabile ma vivo in alto. Giù non arriva che un grido dove tutto è compreso, tutto quel che appartiene all’infinità di "cieli sospesi". Io la interpreto così in questo momento.»
Inserito il 09/03/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Cieli sospesi" di Lia  

Commento n° 1091
«Il tempo non ha importanza di per sé, ma se fa da sfondo ai nostri sentimenti e alle nostre emozioni, ai nostri pensieri ed anche ai nostri sogni, acquista un valore indicibile. E tutto ha un peso diverso. Noi mutiamo col succedersi delle stagioni, ci lasciamo condizionare dal bello e dal brutto, e se cadiamo nell’umore nero della cattiva stagione (quella climatica e quella matura della nostra vita), membra e pensieri sono pesanti, lenti, mesti, stanchi. Il nostro percepire è normale, fin qui. Diventa però straordinario se colmiamo tutto il vuoto con l’amore. Il miracolo, l’incanto e lo stupore dell’amore che ci fa rimanere senza fiato, ma dà al nostro tempo un senso nuovo.»
Inserito il 31/01/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Caminanu li jorna" di Rasimaco  

Commento n° 1090
«Il passato, memoria nostalgica, tempo di paragone, stagione più lieta.
Anche i sogni erano diversi, più veri, più belli. Se si potesse davvero scegliere, si opterebbe per i sogni del passato. Il futuro è nebuloso nella realtà ed anche nel nostro immaginario. A questa riflessione mi conduce la lettura dei pochi incisivi versi del poeta. Ad maiora!
»
Inserito il 06/01/2019 da Rosetta Sacchi alla poesia "Sogni" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1089
«Quando si vive una condizione di solitudine, il clamore della festa può dar fastidio. Ciò che può sembrare invidia verso l’altrui felicità, in realtà, non è altro che l’espressione di una sofferenza indicibile, per una assenza o la mancanza di qualcuno. Molto bene espresso dall’autrice questo sentimento di dolore, in un linguaggio semplice, ma che arriva al cuore del lettore»
Inserito il 31/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Dimenticato" di Lidia Filippi  

Commento n° 1088
«L’attesa dipinta con colori reali. Riflessioni ed immagini si alternano e dimorano, in questi versi, in perfetta armonia. Ottimo componimento!»
Inserito il 30/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Attesa" di Gesuino Curreli  

Commento n° 1087
«Significativo come testo. A me piace soffermarmi su quell’immagine conclusiva, che dà vita a tante altre immagini, di un salice piangente e di una margherita. Accolgo nei miei pensieri similitudini e contrapposizioni e riscrivo a modo mio un testo che, comunque, in me lascia la sua traccia.»
Inserito il 26/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Passi" di Sanzi  

Commento n° 1086
«Sposo il commento del poeta Terracciano e non aggiungo altro, anzi sì, un segnalibro. Quando un testo parla non ha bisogno di troppe parole...»
Inserito il 26/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Quel profumo... quel sapore" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1085
«Un bel testo, posto in categoria "fantasia", che suscita belle immagini ed ottime riflessioni. Molto piaciuto!»
Inserito il 26/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Centoventisette rossa" di Giovanni Perri  

Commento n° 1084
«Ottimo testo, ha ritmo, musicalità ed eleganza espressiva. Belle immagini si uniscono alla capacità di trasmettere al lettore un invito alla riflessione. Il Natale resta magico, nonostante i tempi tristi di quest’era moderna. Perchè, dunque, non seguire questo vento?»
Inserito il 15/12/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Il vento del Natale" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1083
«Versi che inducono ad un’ottima riflessione. Tutto ciò che appare in realtà non è. O meglio nulla finisce quando noi crediamo che con la morte sia così, ma è un viaggio che va "oltre", in luogo misterioso. Un’impennata, se così posso dire, del vento, fa staccare le foglie dai rami, facendole cadere al suolo, un soffio di vento le solleva da terra, sicché sembrano vive. Così è per noi, quando il corpo lascia che l’anima s’incammini o meglio s’involi per lidi che non coosciamo. Versi che trasmettono un senso di pace e di armonia.»
Inserito il 21/10/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Qual foglie al vento" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1082
«Versi che sono uno scatto fotografico. Immagini, scene vive e reali si presentano all’occhio del lettore attento che sa addentrarsi, parola per parola, in questa bella "narrazione" poetica. Esse rappresentano lo sfondo sul quale l’autore muove per comunicare un messaggio ben più profondo attinente al sentimento dell’amicizia. Ottimo testo!»
Inserito il 10/10/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Il micino di Rovigno" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1081
«Per la capacità di evocare immagini, per la musicalità ed il ritmo, per la chiusa significativa e profonda, per quello che ogni verso riesce a trasmettere al lettore, non posso che dire che questa poesia è, a mio parere, davvero molto bella»
Inserito il 30/09/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Quel gioco tra fiori gialli e bianche nuvole" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1080
«"Ma non sarà un altro volo doloroso?" Se si decide di non volare non si saprà mai come andrà a finire. Così come si ha il coraggio di abbandonare il bagaglio di cose da scordare, con lo stesso coraggio si deve guardare al domani, quel domani che si "tinge di nuova mestizia", ma rivela nuova luce. Molto bella la chiusa di questa poesia, ma non mancano immagini chiare ed oserei dire "illuminanti" in tutto il testo. Molto apprezzato!»
Inserito il 28/07/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Immacolate robinie" di Lucilla Radovini  

Commento n° 1079
«Pochi versi e molto belli. Spesso parliamo di luce (luna o stelle che siano), ma abbiamo desiderio di luce. Qui la luce appare come un terzo incomodo per un momento "intimo" tra due persone che si amano, al punto tale che è quasi normale per il poeta rivolgere una preghiera alla luna affinché lo aiuti a realizzare il suo desiderio.»
Inserito il 27/07/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Una preghiera alla Luna" di giuseppe gianpaolo casarini  

Commento n° 1078
«L’età anagraficadell’autore non deve condizionarcinel giudiziod’un testod’amore. Il sentimento d’amore ha orizzonti ampipoco comprensibili allamente. Vive fine a se stesso e nel momento in cui è,ha una sola stagione. La quiete è uno stato dell’amore, magari dopo sussulti e turbolenze, slegato dallasenilità.La quiete èl’approdo d’un amore consapevole, a qualsiasietà.C’è il richiamodel pensieroallestagioni, al bosco, all’alba, allospegnersi del sole che ha una sua finalità,dare una collocazione spazio- temporale al sentimento d’amore. Elementodicontrasto è invece quel“Zitto poeta”,quasi a sé stante. Chi immagina il Poetapossa dirgli quelle parole e xchè?"Zitto poeta”serve adistogliere il lettore xché laprofonditàdelsentirenon sia appesantitadalla serietà»
Inserito il 25/07/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "Quiete d’amore" di Rasimaco  

Commento n° 1077
«Non mi soffermo sull’aspetto introspettivo della poesia che oserei definire “di proprietà” dell’autore, voglio evidenziare, invece, “la sonorità” dei versi, visiva ed uditiva evocata dalle immagini: il bagliore del lampo, il fragore del tuono. Non meno importante è la percezione tattile, talmente sottile da sembrare astratta (orma lieve, sabbia in evanescenza, nuvola passeggera).»
Inserito il 29/06/2018 da Rosetta Sacchi alla poesia "E tu sarai" di Rasimaco  

Successivi 30

1106 commenti trovati. In questa pagina dal n° 1106 al n° 1077.



Lo staff del sito
Poesie su Internet
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore - Cookie policy
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .


Copyright © 2019 Scrivere.info Poesie Poesie erotiche Poesie d'amore Nuovi poeti Poesie scelte Poesie sulle donne AquiloneFelice.it