3’838 visitatori in 24 ore
 213 visitatori online adesso




Pubblicare poesie Pubblicare poesie
Pubblicare poesie

Menu del sito

Le #parole nelle poesie
Alba Amicizia Amore Anima Bambino Cielo Coraggio Corpo Cuore Delusione Desiderio Destino Donna Emozione Felicità Gioia Giorno Illusione Libertà Luce Luna Madre Malinconia Mano Mare Morte Musica Natura Nostalgia Notte Nuvola Occhio Pace Paura Profumo Rabbia Ricordo Sentimento Serenità Sogno Sole Solitudine Speranza Stelle Tempo Terra Tristezza Uomo Vento Vita


Visitatori in 24 ore: 3’838

213 persone sono online
Autori online: 10
Lettori online: 203
Ieri pubblicate 40 poesie e scritti 23 commenti.
Poesie pubblicate: 330’936
Autori attivi: 7’436

Gli ultimi 5 iscritti: Anita Pallarino - Giovanni1967 - Pietro Santoro - Euphemia - Maurizios
Chi c'è nel sito:
♦ daniela dessì Messaggio privatoClub ScrivereVito Marco Giuseppe Messaggio privato ♦ Marisol58 Messaggio privatoClub ScrivereVito Rizzuto Messaggio privatoClub ScrivereDesireè Nigito Messaggio privatoClub ScrivereStefana Pieretti Messaggio privato ♦ numerouno Messaggio privato ♦ Felice Serino Messaggio privatoClub Scriverecarla composto Messaggio privato ♦ Libera Mastropaolo Messaggio privato
Vi sono online 5 membri del Comitato di lettura

SpiegaAutore della settimana
Giovanni Perri


Il lettore deve sapere, leggendomi (leggendo questa non-biografia dalla quale estrapolo che nasco a...(continua)

autore della settimana Le sue poesie


SpiegaAutore del mese
Giovanni Monopoli

Rosetta Sacchi

Attivista Culturale Giovanni Monopoli

L’amore per la poesia è lontano nel tempo, nato per ...(continua)

Autore del mese Le sue poesie





Seguici su:



Maggio 2018  
do lu ma me gi ve sa
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20

L'ebook del giorno

La Giustizia

L'omicidio immotivato di Carlo Arca fa da sfondo a questo romanzo. Suo fratello Stefano, giovane di maschia bellezza, è (leggi...)
€ 0,99


Raccolte di poesie Raccolte di poesie
I temi di Zaza di poeta per te zaza
Cuori di porcellana di Lara
Un dove di trasparenze di Felice Serino
Natur divina di Gaetano De Rosa
Lo splendore d’una Stella di Alberto De Matteis

SpiegaPoesie riproposte
Quando mi scriverai di Elena Spataru
Tramonto di Elena Artaserse
Scampoli di tempo di Elena Artaserse
L' addio di Elena Artaserse
La voce del silenzio di Elena Artaserse
Paese in rovina di Franca Merighi
Il Cammino di Antonella G
Non c’è lido di Vivì
Ti rimetto in soffitta di Rosaria Catania
Meta di Elena Artaserse

I 10 autori più recenti:
Poeta Maurizios: 1 poesie
Poeta Gianluca96: 1 poesie
Poeta Luca Cerbone: 1 poesie
Poeta Andrea Talignani: 1 poesie
Poeta John Charles: 2 poesie
Poeta Brian Pastine: 1 poesie
Poeta micheleandre1: 1 poesie
Poeta Lucia Zappala: 2 poesie
Poeta ramingo96: 3 poesie
Poeta Silvio Ottaviano: 3 poesie

Autori del giorno
Autore del giorno Aldo Messina
(20 Maggio 2018)
Autore del giorno Elena Spataru
(19 Maggio 2018)
Autore del giorno Daniela Pacelli
(18 Maggio 2018)
Autore del giorno Mario Contini
(17 Maggio 2018)
Autore del giorno DonnaFPgreeneyed
(16 Maggio 2018)
Autore del giorno Rosaria Catania
(15 Maggio 2018)
Autore del giorno Francesco Falconetti
(14 Maggio 2018)

Autori del mese
Autore del mese Giovanni Monopoli
(Maggio 2018)
Autore del mese Nunzio Buono
(Aprile 2018)
Autore del mese Mariasilvia
(Marzo 2018)
Autore del mese Azar Rudif
(Febbraio 2018)
Autore del mese Mau0358
(Gennaio 2018)
Autore del mese Rosetta Sacchi
(Dicembre 2017)






Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale
Pubblicare poesie L'autore del mese:

Divagaziò

Dialettali
Quanno m’arzo de bon’ora
e vagghio a Pigghia’ Ju treno
che parte gnisempre
a la stazio’ a le sei e mezzu de matina
m’encontro li soliti cristiani frettolusi:
nu spazzinu che biastima
pe la monnezza che trova pe la via,
na reazza che va a l’università
nu pizzardo’ cascatu da lu lettu
che va a pigghià lu giornale da Marisa.
E tuttu questo capita gnisempre
co l’aggiunta de quarche conoscenza
durante lu periodu de l’estate.
Ma quanno cascanu le fogghie
e d’invernu se ghiacoia l’acqua
gghio’ pé lu viculu de li Sosi
semo sempre quilli
che ce ncontremo pe la via
co la faccia ngrugnata da lu ventu
e arrosciata da lu friscu de la matina.
Me crompo lu giornale
e me capetanu denanzi a l’occhi
le solite questiuni arroventate:
omicidi, rapine e scassi
morti ammazzati
mafia e violenza de gni. specie.
Allora co st ‘allegria me ne vagghio a lavorà.
Po quanno arriva lu treno
che pare neristianu assànnatu
co n’occhiu opertu
e n’aru mezzu chiusu
co 1a gente che dorme dravento
me pare propriu del salì
in cima a na diliggenza de lu far west.
Un giorno pe falla breve
forse perché lu macchinista
s’era addormentatu
non ghi a sbatte addossu a li paraurti
a la stazzio termini de Roma,
e pe lo gran rembarzu
chi se sgrugnà addossu a l’aru
chi cascà pe terra come mbirillu,
e chi stea drento a lu cesso
pe pocu non sbattè la capoccia a l’urinale!
Quarche vota da stu streno
s’encontrano tanti tipi strani.
Ci sta n’omo anzianu
vestitu da generale
che portea lu cappottu
l’invernu come l’estate
e d’estate puzzea de mentuccia,
guardea la ggente
co n’aria de superiorità.
Nun ze mettea mai a sede,
era sempre drittu nmezzu a la piazzola.
E ci stea puru n’aru arnese
che sonea lu zufulu
e n’aru che parlea da solu
e gni tantu mentovea
na femmona che forse sarà stata
na bella fregatura de ggioventù.
E come se tutta sta manfrina non bastasse
ecco che t’encontro do giocaturi de carte
co nu fiascu de vinu sottobancu.
Po ci sta che legge lu giornale
e s’enforma
de li fatti politici più eclatanti
co na faccia da professionista
appiciata addossu.
L’aumento della benzina,
la crisi dell’oriente
e spari e attentati
ma n’do gghiemo a fenì de stu passu?
“io me preoccupo solamente
de quelli che so nati mò”
dicea nu viaggiatore a n’aru.
“Tra vent’anni che sarà
de st’umanità?”
Forse c’iavremmio tutti
na bella faccia de bronzo.
Ognuni penzerà a issu
in questa bella civirtà
dove con tutta sta fumera
de spari e botti
se campi oggi non campi dimà!
E mentre se faceanu sti descursi
lu trenu arrivea a Roma,
e alla fine
sotto quella gran mappata
de cemento
ognunu sviculea pe li binari
pe ghi a lavorà.

Già me l’immaggino la gente
come se comporta,
quadunu sta desetu a na scrivania,
e fa fenta de scrive e scrive
finché non cala lu sole.
Chi sta nfregnatu
attaccatu a na porta
e non sa come passà lu tempu,
sbadigghia, apre la bocca
passa na mosca e ci caca dentro.
E ci sta quaeden’aru che va a Roma
pe fa lu professò
e con mpò de fantasia mette sei e tira via.
Quanta gente variopinta,
che va chi viene
oh!, non ci sta nu cristianu
che te guarda nfaccia
che te sorride, che te dice:
bongiorno, bonasera.
Ma stu munnu a ndò va a fenì?
Vannu tutti de prescia
come diavuli scatenati,
passa ‘autobusse sempre pinu,
ammassati come sardelle
Sali, spigni, quaedunu strilla:
“perché me si pistatu li calli?”

Po’ quanno vagghio
a lu postu de lavuru
saluto tutti quanti
e me metto a faticà.
Quarche vota me vardo na reazza
na bella moretta che me stà defronte
mmezzu a li banchi de scola.
Io je faccio l’occhi dorci se capisce
ma l’età è età, nun zi più nu reazzu,
ma l’illusioni nun fenisciu mai,
mannaggia la gioventù, che se ne va!
Ci sta na collega come gni sempre,
appiccicata a lu telefono
che parla co n’amica,
o co n’amicu, bo!, non lo saccio,
solo che se sente nu sospiru gni tantu
nu “chery” dittu a la francese
de l’aru non saccio gnente
ve lo lascio a vui mmaggginà!
E po’ ve n’areccomanno una
sarvo ognuno, sempre nfregnata,
de che cosa non lo saccio e gni
tantu manna quadunu a fa...
no na parola che fa rima cò coculo.
N’giorno me so trovatu denanzi
a n’aru collega, tantu rassu,
che quanno camminea
sudea, sudea,
e come s’assettea ci struscea
la panza addossu a la scrivania.
Mò è da mpò de tempu
che non viè più
sta a fa la cura
pe assuccasse mpò!
Lo rassu è rassu e se fa fatica
pe portallu a spassu!
Ma issu se la pigghia
con filosofia, se fa na risatella
e tira via!

E po quanno fenisce la giornata
ma n’a retorno a casa
refaccio la solita via
come gni sempre,
ma quanno cagna sta vita?
Gni tantu me domanno.
Arepigghio lu treno,
rencontro le solite
persone de la matina
stracche de la fatica de la giornata
e qui mica fenisce l? avventura!
Na sera na sassata
non ghi a spaccà lu vitru
de lu treno che pe pocu
non me pigghia a n’ occhiu:
Stu trenu che pare
come na diligenza
de lu far west,
andò nvece de le freccie de l’indiani
sgrugnano sassate da gni parte,
ma come se gnente fosse
non se lamenta mai
continua pe la via sea
co n’ occhiu apertu
e n’ aru mezzu chiusu.
Stu trenu de lu far west,
che quanno è nvernu
se sente come ncristianu
pinu de reumatismi
co li dolori dell’ossa
pe via quella neve
che se porta ghiò pe lo pianu
e quanno l’aria se rescalla
sta neve se fa d’acqua,
è lu pianto de lu treno,
che zittu, zittu, scegne ghiò pe le rotaie.
Eraldo Fabrizio Laurenti 13/03/2018 19:56| 144

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.



SuccessivaPrecedente
Successiva di Eraldo Fabrizio LaurentiPrecedente di Eraldo Fabrizio Laurenti

Nota dell'autore:
«(In dialetto Tiburtino)»

La bacheca della poesia:

smiley Letta con interesse e partecipazione. (Una mia (Antonio Terracciano)

smiley bisnonna, la madre di mio nonno materno, era (Antonio Terracciano)

smiley della zona, di Arsoli, e si chiamava Laurenti...) (Antonio Terracciano)


Amazon Prime

Eraldo Fabrizio Laurenti:
Eraldo Fabrizio Laurenti
Le sue poesie Le sue 10 poesie

La prima poesia pubblicata:
Prima poesia 
Teide (15/01/2018)

L'ultima poesia pubblicata:
Ultima poesia 
Senza titolo (12/05/2018)

La poesia più letta:
Poesia più letta 
Ho sognato (10/02/2018, 238 letture)


Cerca la poesia:




messaggio Invia un messaggio privato a Eraldo Fabrizio Laurenti.

Eraldo Fabrizio Laurenti pubblica anche nei siti:
Poesie d'amore ParoledelCuore.com
Portfolio personale PortfolioPoetico.com


Link breve Condividi:

Le #parole nelle poesie
Alba Amicizia Amore Anima Bambino Cielo Coraggio Corpo Cuore Delusione Desiderio Destino Donna Emozione Felicità Gioia Giorno Illusione Libertà Luce Luna Madre Malinconia Mano Mare Morte Musica Natura Nostalgia Notte Nuvola Occhio Pace Paura Profumo Rabbia Ricordo Sentimento Serenità Sogno Sole Solitudine Speranza Stelle Tempo Terra Tristezza Uomo Vento Vita





Lo staff del sito
Poesie su Internet
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore - Cookie policy
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito

Copyright © 2018 Scrivere.info Poesie Poesie erotiche Poesie d'amore Nuovi poeti Poesie scelte Poesie sulle donne AquiloneFelice.it