3’483 visitatori in 24 ore
 364 visitatori online adesso




Pubblicare poesie Pubblicare poesie
Pubblicare poesie

Le #parole nelle poesie
Alba Amicizia Amore Anima Bambino Cielo Coraggio Corpo Cuore Delusione Desiderio Destino Donna Emozione Felicità Gioia Giorno Illusione Libertà Luce Luna Madre Malinconia Mano Mare Memoria Morte Musica Natura Nostalgia Notte Nuvola Occhio Pace Paura Profumo Rabbia Ricordo Sentimento Serenità Sogno Sole Solitudine Speranza Stelle Tempo Tristezza Uomo Vento Vita


Visitatori in 24 ore: 3’483

364 persone sono online
Autori online: 4
Lettori online: 360
Ieri pubblicate 23 poesie e scritti 35 commenti.
Poesie pubblicate: 352’225
Autori attivi: 7’490

Gli ultimi 5 iscritti: Massimo Usai - Ulisse J - Marco75 - Banda Vittorio LUCIANO - Mariosolo
Chi c'è nel sito:
Club ScriverePino Tota Messaggio privatoClub ScrivereSilvia De Angelis Messaggio privatoClub ScrivereEmiliaGuerra Messaggio privatoClub ScrivereGiuseppe Mauro Maschiella Messaggio privato
Vi sono online 2 membri del Comitato di lettura

_



Seguici su:



Maggio 2021  
do lu ma me gi ve sa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12

Raccolte di poesie Raccolte di poesie
La mia Terra di Michelangelo La Rocca
Un desiderio cortese di Francesco Rossi

SpiegaPoesie riproposte
Stelle filanti colorate di giuseppe gianpaolo casarini
Favole di Antonio Terracciano
Mamma di Elena Spataru
Voce d’Angelo di Stefana Pieretti
Sognami di Fabio bruschi
Baudelaire di Antonio Terracciano
Vorrei la salute per un minuto di Michelangelo La Rocca
Dall’ odontoiatra di Franca Merighi
Buon giorno Primavera di giuseppe gianpaolo casarini
Profumo di rose di Franca Merighi

I 10 autori più recenti:
Poeta Ulisse J: 1 poesie
Poeta Banda Vittorio LUCIANO: 1 poesie
Poeta Antonietta Angela Bianco: 3 poesie
Poeta uvafragola: 1 poesie
Poeta Sara Della Corte: 1 poesie
Poeta Irma Kurti: 5 poesie
Poeta Angelo Spirito: 5 poesie
Poeta Maurizio61: 1 poesie
Poeta Alessio Cafaro: 1 poesie
Poeta Pavel Chiappini: 1 poesie

Autori del giorno
Autore del giorno Lara
(30 Aprile 2019)
Autore del giorno Demetrio Amaddeo
(29 Aprile 2019)
Autore del giorno Danilo Tropeano
(28 Aprile 2019)
Autore del giorno Lara
(27 Aprile 2019)
Autore del giorno Francesco Rossi
(26 Aprile 2019)
Autore del giorno Mauro Santi
(20 Marzo 2019)

Autori del mese
Autore del mese Silvia De Angelis
(Giugno 2019)
Autore del mese Amara
(Maggio 2019)
Autore del mese Saverio Chiti
(Aprile 2019)
Autore del mese Franca Canfora
(Gennaio 2019)
Autore del mese Andrea Palermo
(Dicembre 2018)
Autore del mese Cinzia Gargiulo
(Novembre 2018)






Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Responsabilità sociale
Pubblicare poesie

Trovati 137 commenti di Alessandro Sermenghi

Commento n° 137
«È facile comprendere l’atteggiamento d’ogni uomo dopo aver subito una forzatura, che sia ingiusta o ingiustificata. Secoli di schiavitù sono serviti a definire sempre più numerose indipendenze di popoli oppressi nell’immediato futuro, anche se per addivenire a tutto questo il primo atteggiamento fu la rassegnazione, come la definisce il poeta, che ne cadenzia i sintomi. L’uomo, con la parola libertà e le sue leggi ha reso vani i tentativi di oppressione. Una conquista per l’umanità da non svendere a nessuno prezzo.»
Inserito il 11/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Più non vive" di Giuseppe Mauro Maschiella  

Commento n° 136
«Le emozioni si susseguono quando si ha la possibilità di seguire l’evolvere dell’intero giorno, fino al calare, fino al tramonto ed oltre il mare, e fermarsi fino al ritorno. Son oltre... luna e stelle.»
Inserito il 11/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Sotto questo cielo" di Pasquale Vulcano  

Commento n° 135
«Cos’è cambiato? Perché...e cosa ho fatto... sono le prime domande di dubbio... dopo la propria autocritica fa percepire un certo permessivismo per rassegnazione da voler giustificare chi si ama ancora. Ci si sente come una barca alla deriva, stravolti, ma con il pensiero di voler possibilmente ripristinare ciò che ancora si condivide, conservando i remi in barca per qualche altro viaggio.»
Inserito il 11/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Sinceramente" di Anna Rossi  

Commento n° 134
«Parole col significato dell’amore atte a far capire un finale spesso travagliato. Paragoni calzanti ai toni che si sviluppano nel suo corso.»
Inserito il 10/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "L’amore" di Giuseppe Mauro Maschiella  

Commento n° 133
«Stimoli volontari ed involontari s’addensano nel nostro corpo in preda al richiamo d’amore. Atti e situazioni sensuali raccolte dalla nostra mente stimolano a movimenti irrefrenabili. L’impeto è il desiderio. L’emozione diventa un fiume in piena stringendone i tempi di compimento dell’atto, per addivenire ad un amplesso più rigoglioso. È una danza di sguardi, sospiri e tremori sorprendentemente incalcolabili... volta per volta, col pensiero libero e galoppante.»
Inserito il 10/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "L’impeto del desiderio" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 132
«La propria mamma... simbolo della nostra nascita viene adorata e ringraziata come nostro angelo custode, perché ci protegge come nessuno mai farebbe.
È quell’esempio di sacrificio che possiamo comprendere solo da adulti, con esperienza che ci ha trasmesso lei.
Il poeta ne completa finemente ogni particolare e sentimento.
»
Inserito il 10/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Mamma poesia" di Danilo Tropeano  

Commento n° 131
«Rivedere il riflesso ovunque nel voltarsi... questa forma di mancanza di qualcuno a noi caro è parte integrale dell’amore che si vorrebbe ancora vivere insieme... non solo una ragione di riconoscenza ma un eterno bisogno dell’altro.»
Inserito il 01/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Riconoscimento " di Francesco Rossi  

Commento n° 130
«Poesia divertente e carina molto specifica sul professionista ed il suo cliente. Spesso preferiamo curare l’estetica del nostro corpo anziché le funzionalità che, come in questa rappresentazione poetica, si ha paura nell’intervento avendo conseguenti atteggiamenti ridicoli😊.»
Inserito il 01/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Dall’ odontoiatra" di Franca Merighi  

Commento n° 129
«Così l’autore ci vuol portare ad emettere un segnale unitario, mondiale, contro chi ha progetti volti ad impadronirsi dell’intero pianeta, senza rispettare l’indipendenza ottenuta dai popoli nei secoli.
Il tentativo d’oppressione globale è ormai sotto gli occhi di tutti e viene applicato approfittando delle sparse condizioni di disagio sociale da chi ha già speculato sui popoli da lungo tempo. Questa ricorrenza, punta il dito al ricordo come sola arma di difesa utile in queste situazioni di pericolo sociale, per mantenere salda l’unica etica umanamente accettabile, guadagnata con morti e sofferenze nel tempo.
»
Inserito il 01/05/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Primo maggio" di Giuseppe Mauro Maschiella  

Commento n° 128
«La "strada maestra" descritta dall’autore in chiusa non va abbandonata, nemmeno nelle crisi più profonde dove non si vede il sole spuntare. Tutto non dura sempre, ogni momento presenta speranze e meraviglie ancora da verificarsi. La resilienza che rappresenta l’autore fa emergere la speranza, quella che fa riadattarsi in ogni avversità.»
Inserito il 30/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Spiranza e maravigghia" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 127
«Un collegamento tra due cuori interrotto per non voler ascoltare il sentimento, incurante dell’altro che scalpita per amore. È il passaggio che la mente di chi non vuol ascoltare, dal presente porta ad un improvviso passato, che andrà nascosto solo nelle proprie memorie, forse per negar ciò che non si sa esprimere. Ma chi scalpita, continua a farlo fintanto che anche un solo cenno possa resuscitare ciò che era corrisposto.»
Inserito il 26/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Tu non sai parlare al mio cuore" di Anna Rossi  

Commento n° 126
«Emozionante poesia che vuol guardare dove non si vuol guardare. Frasi che aprono un tema scomodo per chi non vuol vedere cosa può capitare nella vita. Eccellente visione che non può far altro che entrare nell’animo personale di chi è avvolto da un’improvvisa povertà, che rimanere solo con ricordi ed amori, oltre alla miseria che non le dà scampo.»
Inserito il 18/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Povertà" di Daniela Dessì  

Commento n° 125
«Dolce e soave poesie d’amore, descrizione di un corteggiamento indipendente da ogni realtà, dove ogni sentimento è sospinto verso la persona che si ama, poco critico e malizioso perché nell’inizio di un amore viene respinta ogni condizione avversa. È il cuore che comanda quell’approccio, perché possa prendere per sempre.»
Inserito il 18/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Solo per te" di Anna Rossi  

Commento n° 124
«In periodi di costrizione l’uomo, nato libero, non può far altro che osservare il mondo che gli sta intorno e impazzire rinchiuso per un effetto di saturazione alle solite notizie e condizioni di disagio che permangono e ripetutamente si susseguono.»
Inserito il 17/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Sugnu stancu" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 123
«Non è più ieri... eppur un ricordo c’è, una speranza c’è come una porta semichiusa dalla quale ne proviene un raggio solare spezzato dalle ombre interne. Malinconia o voglia di spalancare la porta per evitar dolori?»
Inserito il 11/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Non è più ieri" di Michele Aliberti  

Commento n° 122
«Quasi ogni essere umano manifesta sintomi di metereopatia in funzione dei cambiamenti climatici che si susseguono... siamo suscettibili al tempo che si presenta come la poetessa in una calda e soave melodia ritmata ci propone. Apprezzo particolarmente quel che in chiusa manifesta di un forte acquazzone per la particolarità del sentimento esternato // ... straziando il silenzio col fragore, di miliardi di gocce sul pensiero... //, che ne dà forte presa in lettura.»
Inserito il 11/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "E ancor piove" di Vivì  

Commento n° 121
«Poesia con uno stupendo verseggiare, adatta a qualsiasi linguaggio. L’amore, come ci ricorda il poeta, non si spegne unilateralmente... nell’animo dove è entrato, fa fatica ad uscire quando il sentimento è pulito e veritiero. Non occorrono altre parole per dire che... per tutta la vita si può amare, senza dimenticare, addirittura impreziosendo col nostro ricordo e l’irrefrenabile fantasia, l’amore... che ci impone un richiamo interiore.»
Inserito il 06/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Haiu cotu nu ciuri (Ho raccolto un fiore)" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 120
«Stupenda lirica ben ritmata in tema di cambiamenti repentini del clima. La poetessa genovese, dalle sue vive impressioni ci rappresenta in modo originale, l’intercalare delle mutazioni metereologiche con l’armonia e l’attenzione che potrebbe così particolareggiare solo un volatile tra le nubi, con la previsione ben incisa ad un cambiamento imprevedibile... come imprevedibile è il nostro pianeta.»
Inserito il 06/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "I brogli del tempo" di Vivì  

Commento n° 119
«Amare... senza sosta. Eterna gratitudine che non riesce ad appagare sufficientemente chi la dona perché non ha limiti. Versi in completa armonia con se stessi.»
Inserito il 01/04/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Per il resto della vita" di Fadda Tonino  

Commento n° 118
«Essere appagati dall’amore ricevuto solo incondizionatamente. Sentir scorrere nelle vene l’amor ricevuto, sentirsi amato/a e ceder se stessi per una simbiosi amorosa, fatta di sentimenti da non domandarsi, proprio perché una domanda così può non aver risposta e confondere.»
Inserito il 31/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Amami e basta" di Duilio Martino  

Commento n° 117
«... mi aggiungo alla perfetta e condivisa analisi di Silvia... come dice il poeta nel titolo //Decide lei//...e in seguito con //odia il mio sorriso odia vedermi sereno//... proprio in questo momento deciso, per contrastarla in altra maniera, bisogna viverla resilientementre ovvero trasformandola in un sentimento positivo, proprio per contrapposizione combattendo // l’odio // descritto dal poeta.»
Inserito il 28/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Decide lei" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 116
«Un sentimento reale espresso dal poeta sui contrasti che svela la fine di un giorno. L’incontro intenso con la natura ne provoca una simbiosi ben descritta.»
Inserito il 28/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Alla sera" di Giuseppe Mauro Maschiella  

Commento n° 115
«L’arte pittorica del Botticelli parla con la voce di Sara. Una rappresentazione su tela della primavera animata da una voce poetica femminile che ne cadenzia i bisbigli, i colori, i profumi impliciti nel dipinto ed estrapolati con fede.»
Inserito il 28/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "La signora Primavera" di Sara Acireale  

Commento n° 114
«Non stancarsi mai di essere curiosi, arrivar al limite del possibile... verso l’impossibile da raggiungere. Elucubrar, per esser puntigliosi. Spaziare il più possibile... la nostra ragione di vita è farci attrarre da ciò che ci circonda, oltre a quello che possono dare gli occhi. C’è di più in chi vive la curiosità con le sensazioni... riaccende animi e cose.»
Inserito il 23/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Elucubrar astrale" di Vivì  

Commento n° 113
«Paure, dubbi, errori e difetti fanno parte del gioco nella nostra vita. Ogni qualvolta che il senso di colpa ci invade non riusciamo a venirne fuori se non con uno sfogo. La più grande è la paura di un giudizio altrui, a cui tutti ne veniamo sottoposti prima o poi, come evidenzia il poeta. Il dubbio è che il giudizio sia quello che definisce l’intera storia di noi stessi senza poter provvedere a rettifica, ed è meglio precisare per tempo. L’onere del giudizio spetta ai posteri a cui noi dobbiamo lasciar tempo e spazio per un buon avvenire, solo col nostro impegno. Infallibile nessuno lo è.»
Inserito il 21/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Ho detto tutto" di Giacomo Scimonelli  

Commento n° 112
«Poesia che raccoglie una crisi esistenziale dovuta a pandemia. Questo è il referto di un medico di famiglia. Si consiglia di uscire per svagarsi, con deroga alla zona rossa. In chiusa si nota una grossa inesattezza: // ...e di bruciare le mie inutili poesie //...questa è la cura: 3 poesie al giorno... dopo i pasti😊»
Inserito il 20/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Portami via" di Duilio Martino  

Commento n° 111
«Il mitico Goldrake rimane ancora simbolo dell’infanzia di tanti. Poche armi ed efficaci per combattere altri robot venuti dallo spazio che volevano attaccare il pianeta Terra. Da una base operativa dentro ad una montagna suggestionando gli spettatori, il giovane Actarus fuoriusciva da una cascata con una navicella spaziale per prendere posto come pilota nel gigantesco robot d’acciaio. Avventure memorabili ad episodi lanciarono la serie divenendo l’unica meta pomeridiana dei bambini. La vittoria dell’eroe non era scontata, ma trepidamente attesa; così nacque il primo stretagemma per colpire psicologicamente i giovani ascoltatori.»
Inserito il 17/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Goldrake" di Walter Olivetti  

Commento n° 110
«A colpi di ore, minuti, secondi... passa il tempo. Si fa notare così: basta un ticchettio o il semplice silenzio per accorgersi quel che cambia su ciò che ci sta più a cuore... e questa poesia lo fa sentire riservato ad ognuno di noi.»
Inserito il 16/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Fermare il tempo" di Francesco Rossi  

Commento n° 109
«La bandiera Italiana è l’immagine della forza e della coesione del nostro paese che il poeta raccoglie e la unisce ad un testo piacevolmente ironico e la fa gridare "basta" con la ritmica decisa dal grande Mameli. Dovrà servire a spronarci ed a raccogliere qualche altro consiglio? Riflettete come velatamente richiede quest’inno.»
Inserito il 16/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Er novo inno de Mameli" di Giuseppe Mauro Maschiella  

Commento n° 108
«Qualcosa di straordinario... Qualcosa di immenso... Qualcosa da clonare in sé per non staccarsene nemmeno per un momento... Qualcosa che fa scudo alle proprie paure... Qualcosa non dipendente dal tempo... Qualcosa che un uomo trova in una donna essenziale alla propria vita... Il tutto in questo titolo di poesia talmente melodica come il sentimento provato.»
Inserito il 16/03/2021 da Alessandro Sermenghi alla poesia "Amo" di Giacomo Scimonelli  

Successivi 30

137 commenti trovati. In questa pagina dal n° 137 al n° 108.



Lo staff del sito
Poesie su Internet
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore - Cookie policy
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .


Copyright © 2021 Scrivere.info Poesie Poesie erotiche Poesie d'amore Nuovi poeti Poesie scelte Poesie sulle donne AquiloneFelice.it